Piazzale per parcheggio autoveicoli: serve il permesso di costruire

Tar Emilia-Romagna: la realizzazione di un piazzale per il parcheggio di autoveicoli e di una strada asfaltata richiede il permesso di costruire

Parcheggio per veicoli: serve sempre il permesso di costruire

L’ordinanza di demolizione di opere edilizie consistenti nella realizzazione di un piazzale per il parcheggio di autoveicoli di dimensioni m. 41,00 x m. 33,00 e di una strada asfaltata di m. 3,87 x m. 4,26 è legittima se manca il permesso di costruire.

Attenzione alla semplice ma importante sentenza 380/2019 del 29 aprile scorso del Tar Emilia-Romagna, dove si evidenzia a chiare lettere che la realizzazione di un piazzale per il parcheggio di autoveicoli di considerevoli dimensioni (come nel caso di specie) e di una strada asfaltata richiede il permesso di costruire, in quanto trattasi di opere dirette a modificare in modo permanente il territorio circostante (v. TAR Campania, Napoli, sez. VIII, sent. 10 marzo 2016, n. 1397) e, in quanto tali, necessitanti del previo rilascio del permesso di costruire ai sensi dell'art. 3 del dpr 380/2001.

Nel caso di spexcie, tra l'altro, le suddette opere abusive sono state oggetto di precedente provvedimento ripristinatorio e di diniego di sanatoria; atti entrambi adottati dal comune e citati nella ordinanza impugnata.

In tal senso, il lungo periodo intercorso tra la realizzazione delle opere abusive e l’attività repressiva posta in essere dal comune, stante il carattere di illecito permanente dell’abuso edilizio, non è circostanza idonea a ingenerare, nell’autore delle opere abusive, alcun tipo di affidamento giuridicamente tutelato; né tale fatto può comportare un aggravio motivazionale del provvedimento sanzionatorio emesso dall'amministrazione comunale.

LA SENTENZA INTEGRALE E' DISPONIBILE IN FORMATO PDF