Commissione sismica irregolare: a Baia e Latina denuncia alla Procura della Repubblica. I dettagli

L'architetto Flaviana Ciccarelli scrive alla Procura della Repubblica per l'annullamento in autotutela della nomina della commissione sismica in virtù di irregolarità specifiche

Commissioni sismiche

Le autorizzazioni sismiche, ai tempi del Decreto Sblocca Cantieri che peraltro ha modificato in maniera netta l'iter del rilascio e la metodologia del tipo di opere per le quali bisogna richiedere i nulla osta, tornano alla ribalta con la notizia della denuncia, alla Procura della Repubblica, Corte dei Conti, Regione Campania e ordine degli Architetti del comune di Baia e Latina, relativa alla composizione della commissione sismica del comune stesso, secondo quanto segnalato dall'architetto Flaviana Ciccarelli.

I passaggi del caso e le motivazioni della denuncia

L'art.2 del regolamento comunale stabilisce che la commissione sia formata da cinque professionisti tecnici, tra i quali ingegneri, architetti, geologi e geometri, iscritti nel relativo albo professionale, tre dei quali in possesso del diploma di ingegneria o architettura (vecchio ordinamento) con comprovata esperienza in collaudi sismici o di diploma in laurea specialistica di ingegneria civile ed espertienza, mentre i restanti due componenti possono esprimersi solo per quanto attiene alle competenze nei rispettivi regolamenti professionali.

L'arch. Ciccarelli, essendo in possesso di tutti i requisiti di legge per il bando di gara del comune (laurea in architettura vecchio ordinamento), aveva presentato la propria candidatura; dopo la nomina dell'arch. Itri a vice-presidente della Commissione, scattava la denuncia in virtù di quanto previsto dall'art.4-bis comma 2 legge regionale 9/1983 (si veda l'art.2 del regolamento comunale) e dell'art.2, dove si evidenzia che "il presidente e il vicepresidente della commissione sono nominati con proprio atto dal sindaco tra i professionisti in possesso dei requisiti di collaudatore in corso d'opera ai sensi della legge 9/1983".

Dalla pubblicazione dei curricula dei componenti prescelti, però, si evince che il predetto professionista è in possesso di laurea magistrale in architettura conseguita nel 2013 non prevista dal bando e iscritto all'ordine degli Architetti dal 3/11/2014 e pertanto non avente funzione di collaudatore in corso d'opera.

Da qui, la richiesta di immediato annullamento del provvedimento di nomina della commissione sismica locale e di tutti gli atti a esso collegati.