Smart City e sostenibilità ambientale: strategie, tecnologie e strumenti per la città intelligente

smart-city-700-6.jpg

>> CONSULTA IL DOSSIER

Un percorso per la definizione delle città intelligenti del futuro

Crescente interesse viene posto alla questione delle Smart City: queste rappresentano l’ultima tendenza in fatto di pianificazione urbana tesa a migliorare la qualità della vita. Il concetto nasce negli Stati Uniti per connotare una città ideale ad alto contenuto di automazione. Oggi la definizione di Smart City descrive una città che gestisce intelligentemente le risorse, che mira a diventare economicamente sostenibile ed energeticamente autosufficiente, sviluppando nuovi modelli per la mobilità urbana, ed è una città attenta alla qualità della vita e ai bisogni dei propri cittadini. 

Ingenio attraverso un dossier di approfondimento vuole indagare l’evoluzione e gli aspetti delle città intelligenti dal 2000 ad oggi; e prova a rispondere ad un sempre più attuale interrogativo: politiche per la Smart City e protocolli di sostenibilità rappresentano la soluzione giusta per migliorare la qualità della vita?

Il processo verso la “smartness”, risulta avere un carattere multidimensionale e caratterizzato da diversi aspetti. Ampiamente condivise a livello europeo le caratteristiche per l’identificazione della Smart City; sono definite lungo sei assi fondamentali che includono: l’economia, la popolazione, la governance, la mobilità, l’ambiente e la qualità della vita.

Se da una parte diventa sempre più chiaro quali sono le caratteristiche che una città intelligente dovrebbe avere, emergono invece alcune difficolta nel trovare un protocollo univoco per i processi di misurazione “dell’intelligenza” delle città, in quanto spesso il processo è influenzato da esperienze locali.  

A che punto siamo con le Smart Cities? E quali sono gli impatti delle politiche smart sulle società? 

Il dossier mostra quanto il concetto di città intelligente sia in continua evoluzione e di grande interesse per tutta la società: sono stati diffusi criteri differenti di valutazione e numerose classifiche sono in continua aggiornamento. Per ICity Rate 2018 e Smart City Index 2018 la città di Milano risulta ancora una volta in vetta alla classifica grazie anche alle sempre più numerose soluzioni smart che questa riesce a fornire ai suoi cittadini.  

I progetti per le Smart City sono spesso il risultato di un'interazione strategica tra le grandi multinazionali, che investono in queste tecnologie, e le autorità comunali e regionali, cercano di migliorare le prestazioni locali attraverso l'adattamento di tali tecnologie alle esigenze locali. In tal senso l’Oslo Metropolitan University ha analizzato alcune strategie intelligenti adottate nelle città della Norvegia. Il dossier, inoltre, approfondisce quali sono gli impatti sulle società, quali le spinte sulle innovazione tecnologica, nonche dell'uso delle tecnologie dell'Internet of Things, oggi sempre più evolute e diffuse.

Dall'edificio alla Smart City: alcuni progetti a basso impatto ambientale

La qualità degli edifici ha un forte impatto in termini di sostenibilità ambientale e di qualità della vita considerando che si passa in essi la maggior parte del tempo. In quest’ottica specifiche normative stanno dotando gli edifici di impianti e sistemi avanzati sia dal punto di vista digitale che energetico.  Le sfide del cambiamento climatico rafforzano gli sforzi della città per affrontare i suoi disastrosi impatti ambientali (vale a dire la scarsità di risorse energetiche), pertanto si introduce un crescente interesse per il concetto di energia zero. E’ chiaro, però che i progetti c.d. a zero energia risultano più utili ed efficienti nella scala di quartiere che non sui singoli edifici; a livello distrettuale è infatti possibile stabilire tecniche energetiche per l’utilizzo di sistemi rinnovabili più efficienti.

Con una nuova intervista, abbiamo chiesto a Massimo Roj di raccontare il progetto Spark One, un edificio per uffici oggi in cantiere, localizzato in prossimità della stazione ferroviaria di Rogoredo in quartiere Santa Giulia a Milano. Questo interessante progetto, non è solo sostenibile ed efficiente dal punto di vista energetico ma rappresenta anche un chiaro esempio di approccio in termini di rigenerazione urbana.

Leggi anche di Elysium, la smart city europea del divertimento stile Las Vegas e Disneyland e Smart City Laguna, la prima social smart city al mondo progettata in Brasile.

Sostenibilità, LCA e certificazione

In questo contesto innovativo diversi sono gli strumenti a supporto dei progettisti per la realizzazione di edifici sempre più sostenibili ed a basso impatto ambientale. Da un lato le certificazioni ambientali che possono essere utilizzate come linee guida per la corretta progettazione, dall’altro gli strumenti delle tecnologia quale il BIM risultano essenziali per una progettazione integrata e posso contribuire alla valutazione della carboon foot print (impronta di carbonio) prodotto da ciascun progetto.

In ultima battuta, evidentemente alla base di una progettazione intelligente vi è la contemplazione di materiali  e tecnologie performanti.

CONSULTA IL DOSSIER