Occhio alle aliquote IMU, qualcosa nei prossimi mesi potrebbe cambiare

31/05/2019 1413

Normativa fiscale e Immobili:  le aliquote IMU e TASI 

edifici e aliquota IMUDalla loro entrata in vigore nel 2012, l’ IMU e la TASI hanno rappresentato un nodo cruciale annuale per i contribuenti, già abituati a vedere il loro patrimonio immobiliare tassato negli anni prima con l’introduzione dell’ISI (1991), poi dall’ICI e quant’altro. 

Certo è che il gettito prodotto dall’IMU e la TASI di oltre 50 miliardi di euro all’anno rappresenta una fonte cospicua di ricavi per le casse dello Stato che ben difficilmente verrà soppresso. 

Per liquidare correttamente le imposte immobiliari dovute, peraltro, ogni anno il contribuente si trova nella necessità di verificare aliquote e eventuali agevolazioni e deduzioni applicabili per entrambe le imposte, facendo attenzione a non sbagliare, magari prendendo per buone le aliquote dell'anno precedente, modificate invece dal Consiglio comunale di riferimento. Spesso infatti, le maggiori difficoltà possono essere riscontrate nel momento del calcolo dell’acconto e saldo da pagarsi.

Come si determina l'importo dell'IMU e della TASI 

L'importo dovuto per l’IMU e la TASI viene determinato dal prodotto tra la base imponibile e l'aliquota, tenendo presenti eventuali detrazioni ed agevolazioni previste come, ad esempio, quella riguardante l’abitazione principale per diverse categorie catastali. 

La normativa nazionale vigente definisce delle aliquote base che variano a seconda della categoria catastale dell’immobile preso in considerazione e sono a loro volta modificabili dalle amministrazioni comunali con delibera del consiglio comunale. Ai Comuni, infatti, è stata conferita la possibilità di ridurre o aumentare l'aliquota a loro piacimento, pur rimanendo entro dei limiti prestabiliti.

Le novità della Legge di Bilancio 2019 sugli acconti 2019

Per quanto riguarda il calcolo degli acconti 2019, importanti novità sono state introdotte dalla Legge di Bilancio 2019 nel campo dei fabbricati concessi ad uso gratuito a parenti in linea retta entro il primo grado, sia in campo agricolo. Vediamoli. 

Agevolazioni per le abitazioni in comodato gratuito 

Le agevolazioni per quanto concerne gli immobili concessi in comodato d’uso hanno subito alcune modifiche.

Il MEF ha chiarito che non è più possibile, rispetto al passato, da parte dei Comuni equiparare le abitazioni concesse in comodato alla prima casa, ma al massimo è possibile prevedere delle aliquote agevolate. 

Introdotta dall'Articolo 1, comma 10, della Legge n.208 del 2015, l’agevolazione per gli immobili concessi in comodato gratuito ai parenti in linea retta di primo grado, utilizzati come abitazione principale, consente, già da alcuni anni, al proprietario di versare una quota calcolata su una base imponibile ridotta del 50%. 

La Legge di bilancio 2019 introduce in tal senso, la possibilità di continuare a fruire della detrazione del 50% per i fabbricati concessi in uso gratuito a parenti in linea retta entro il primo grado anche quando interviene il decesso del comodatario, nel caso in cui l’immobile sia utilizzato dal coniuge superstite del comodatario e da figli minori. 

Esenzione terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti e IAP 

La seconda novità introdotta dalla Legge di Bilancio 2019, invece, riguarda la posizione dei coadiuvanti dei coltivatori diretti e IAP. 

La disciplina IMU, già da tempo contempla espressamente l’esenzione di tutti i terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti e da imprenditori agricoli professionali iscritti nella relativa cassa previdenziale, anche se già pensionati. L'agevolazione compete indipendentemente dall’ubicazione dei terreni stessi a condizione che continuino ad essere considerati terreni non fabbricabili e che su di essi persista l’utilizzazione agro-silvo-pastorale mediante l’esercizio di attività dirette alla coltivazione del fondo, alla silvicultura, alla funghicultura e all’allevamento di animali. 

La Legge di bilancio del 2019, in relazione proprio al già agevolato settore agricolo, introduce una previsione nuova in quanto estende anche ai coadiuvanti la possibilità di applicare le agevolazioni previste per i coltivatori diretti e per imprenditori agricoli professionali. Nel comma 705 della legge di bilancio 2019, infatti, viene stabilito che: “I familiari coadiuvanti del coltivatore diretto, appartenenti al medesimo nucleo familiare, che risultano iscritti nella gestione assistenziale e previdenziale agricola quali coltivatori diretti, beneficiano della disciplina fiscale propria dei titolari dell’impresa agricola al cui esercizio i predetti familiari partecipano attivamente.” Da qui, l'estensione delle agevolazioni/esenzioni anche in campo Imu. 

In attesa di approvazione il nuovo emendamento alla Legge di Bilancio 2019 

Seppur vicini alla scadenza annuale per il pagamento dell'acconto in data Lunedì 17 Giugno p.v. degno di menzione è l'emendamento all'ultima Legge di Bilancio che, qualora approvato, introdurrebbe una tassazione immobiliare del tutto rinnovata. L'obiettivo parrebbe essere quello di unificare le imposte IMU e TASI trasformandole in una tassa unica sulla casa, in modo da evitare che il tributo finale dovuto dal contribuente sia il risultato della mera somma di due imposte fissate dal singolo Comune. 

Su questa novità si sono venute a creare due linee di pensiero: chi sostiene che l’unificazione dei due tributi sia un agevolazione per il contribuente al fine di facilitargli la determinazione dell’importo da pagare e chi, invece, sostiene che l’unificazione non sia altro che un metodo per coprire l’aumento che si verrebbe a determinare, in quanto oggi viene previsto un blocco dell'aliquota al 10,6 per mille mentre, con detta manovra, si verificherebbe un aumento dell'aliquota massima al 11,4 per mille. 

Un software professionale per ogni calcolo ed adempimento IMU e TASI 

Per semplificare il lavoro di ogni contribuente o professionista che desidera calcolare precisamente ogni imposta e provvedere ad ogni adempimento IMU e TASI in maniera perfetta, senza errori, Geo Network srl, software house con oltre 25 anni di esperienza consolidata in materia, fornisce il proprio software EXPERT IMU & TASI per PC per ogni adempimento. Vedi le caratteristiche di EXPERT IMU & TASI qui

Il software è in offerta a soli € 89,00 più IVA comprensivo di assistenza tecnica gratuita nonché decine di schede tecniche e video dimostrativi che aiuteranno l'utente nella soluzione di quesiti ed altre casistiche particolari.

imuetasi-2019-geonetwork.jpg

E possibile acquistare il software direttamente sul sito Geo Network qui e riceverà gratuitamente anche il Quadro Sinottico completo sulla disciplina IUC vigente per il 2019.

Per informazioni > geonetwork.it