Contributi per professionisti e PMI: bando da 30 milioni aperto in Lombardia dal 6 giugno 2019. Le specifiche

Lombardia: bando da 30 milioni aperto ai liberi professionisti e Pmi. Finanziati progetti di ricerca, sviluppo e innovazione. Presentazione delle domande dal prossimo 6 giugno

Lombardia: bando da 30 milioni per ricerca e sviluppo

Ci sono trenta milioni di euro, a disposizione, in Lombardia, per finanziare progetti di ricerca, sviluppo e innovazione destinati a liberi professionisti e Pmi che operano in Italia.

Il bando è a valere sulla linea di intervento Frim Fesr 2020 (Ricerca & Sviluppo), che prevede un finanziamento a medio termine di durata compresa tra 3 e 7 anni, con un tasso nominale annuo dello 0,5% e un importo compreso tra 100 mila euro e 1 milione di euro.

Al bando possono partecipare Pmi e liberi professionisti (sempre in forma singola, anche per conto di uno studio associato nel limite massimo di un libero professionista per studio associato) che svolgono la propria attività in Lombardia e che risultino iscritti all’albo professionale regionale o aderenti a una delle associazioni professionali iscritte nell’elenco del Mise.

I dettagli del bando

La Linea di intervento FRIM FESR 2020 (RICERCA & SVILUPPO) è uno strumento finanziario istituito in attuazione dell'Azione "Sostegno alla valorizzazione economica dell'innovazione attraverso la sperimentazione e l'adozione di soluzioni innovative nei processi, nei prodotti e nelle formule organizzative, nonché attraverso il finanziamento de l'industrializzazione dei risultati della ricerca”, Obiettivo Specifico "Incremento dell'attività di innovazione delle imprese" dell'Asse prioritario l "Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'innovazione" della proposta di Programma Operativo Regionale (POR) 2014- 2020 di Regione Lombardia a valere sul Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR).

Conformemente alla finalità del Fondo FRIM FESR 2020 e in continuità con la Linea R&S per MPMI (FRIM FESR 2020), essa si propone di favorire investimenti in ricerca e sviluppo finalizzati all’innovazione da parte delle PMI, anche di nuova costituzione, in grado di garantire ricadute positive sul sistema competitivo e territoriale lombardo.

l Progetti di ricerca, sviluppo e innovazione dovranno riguardare le macro-tematiche delle aree di specializzazione individuate dalla "Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l'innovazione (S3)".