Efficienza energetica: nuove soluzioni tecniche e incentivi fiscali

Al via il nuovo ciclo di incontri formativi di Giacomini

giacomini-academy.jpg

Efficienza energetica: nuove soluzioni tecniche e incentivi fiscali”, è il tema del seminario organizzato da Giacomini in collaborazione con Ingenio ed Euroconference che si ripeterà in nove appuntamenti organizzati in tutta Italia fino al prossimo ottobre.

Obiettivo degli incontri è far conoscere le più moderne e diverse soluzioni tecniche da adottare per l’efficienza energetica degli edifici e allo stesso tempo sensibilizzare le imprese e i professionisti sulle opportunità che derivano dal sistema degli incentivi.

«Durante gli incontri parleremo di bilanciamento idronico statico, dinamico e di controllo della pressione differenziale - ha precisato Roberto Torreggiani, ingegnere R&S Engegnering di Giacomini, nel corso del primo seminario svoltosi a Milano - integreremo con un focus sui sistemi radianti a basso e bassissimo spessore, i più moderni, ad esempio, sono scesi a 20 millimetri, mentre quelli a soffitto a cartongesso sono stati potenziati del 20/30 per cento rispetto al passato, infine tratteremo anche il tema della ventilazione meccanica».

>>> Guarda la video intervista a ing. Roberto Torreggiani

Durante gli incontri interverranno anche gli ingegneri Alberto Montibelli e Matteo Pastore per Giacomini, mentre l’ingegnere Luca Rollino, esperto in gestione energia UNI 11339 e membro del gruppo di lavoro CTI per la redazione della norma tecnica italiana sulla diagnosi energetica, approfondirà, tra gli altri, i temi legati all’incentivazione economica per l’efficienza energetica.

«L’attuale contesto legislativo ha reso molto conveniente intervenire per riqualificare energeticamente e a livello strutturale gli edifici - ha spiegato l’ingegnere Rollino - le possibilità offerte sono notevoli e devono essere combinate nel modo più opportuno per riuscire a ottenere il risultato più soddisfacente sia dal punto di vista della sostenibilità ambientale che energetica, ma sopratutto economica. Chiaramente riuscire a combinare queste opportunità tecnolgiche e fiscali è obiettivo di un bravo progettista che si appresta a iniziare un progetto di riqualificazione».

Ampio spazio sarà dato anche al tema della cessione del credito «che di fatto risolve uno dei grandi limiti delle detrazioni, ovvero la necessità di anticipare la spesa per poi portarla in detrazione negli anni successivi - ha aggiunto Rollino - con la cessione del credito infatti si dà la possibilità alle famiglie e alle imprese, di non anticipare tutti i soldi, ma soltanto una parte, per poi cedere ai fornitori o altri soggetti collegati, la possibilità di fruire della detrazione. L’obiettivo quindi non è più quello di spendere meno, ma è quello di spendere meglio scegliendo di investire sul proprio patrimonio immobiliare». 

>>> Guarda la video intervista a ing. Luca Rollino

Scopri QUI le date dei prossimi incontri

www.giacomini.com