3 posti di lavoro per ingegneri esperti in sismica: Rimini cerca personale qualificato e si sconta 30% su tariffe

12/06/2019 1582

La Provincia di Rimini cerca tre esperti per la verifica e il controllo dell’attività edilizia in materia sismica.

E' stato infatti pubblicato sul sito della Provincia l’avviso pubblico ed esplorativo per il conferimento di tre incarichi professionali ad esperti di provata esperienza per servizi di supporto nell’istruttoria delle pratiche antisismiche.

A seguito, infatti, della convenzione per la gestione associata della funzione sismica (S.A.S.) sottoscritta ai sensi dell’art.30 del D.LGS 267/2000 tra la Provincia di Rimini e i 20 Comuni aderenti (Bellaria-Igea Marina, Casteldelci, Coriano, Gemmano, Maiolo, Misano Adriatico, Mondaino, Montegridolfo, Montescudo-Montecolombo, Novafeltria, Pennabilli, Poggio Torriana, Saludecio, San Clemente, San Giovanni in Marignano, San Leo, Sant'Agata Feltria, Santarcangelo di Romagna, Talamello e Verucchio), si procede ora alla costituzione dell’ufficio per l’avvio del servizio.

Gli affidamenti si rendono necessari poiché nella fase di avvio non sono presenti un numero sufficiente di soggetti con competenza adeguata all’interno dell’organico della Provincia, né presso gli enti convenzionati.

L’incarico di supporto al S.A.S avrà durata annuale (rinnovabile per un ulteriore anno) e possono presentare la propria candidatura, entro le ore 12 del 25 giugno, tutti gli esperti in strutture e progettazioni in zone sismiche, con:

  • laurea quinquennale o laurea specialistica in Ingegneria Civile ad indirizzo Strutturale,
  • abilitazione all’esercizio della professione e comprovata specializzazione in materie attinenti il rischio sismico.

I professionisti incaricati dovranno:

  • garantire, secondo modalità da concordare, la presenza presso gli uffici provinciali individuati, per tutto il tempo necessario allo svolgimento dell’incarico sulla base delle pratiche che saranno sottoposte a valutazione da ogni singolo Comune;
  • espletare il supporto a tutte le funzioni previste della legge di riferimento e di cui all’art.3 della convenzione che si allega al presente avviso. 

L’avviso e tutte le informazioni per presentare la candidatura a questo LINK.

I requisiti di ammissione

I Requisiti per essere AMMESSI alla SELEZIONE

Possono presentare la propria candidatura tutti gli esperti in strutture e progettazioni in zone sismiche con i seguenti requisiti e competenze:

  • laurea quinquennale o laurea specialistica in Ingegneria Civile ad indirizzo Strutturale;
  • abilitazione all’esercizio della professione nel rispetto delle norme dello Stato membro europeo di residenza (art.46 D.Lges 50/2016);
  • possesso delle competenze previste dalla Legge per l’espletamento dell’incarico ed insussistenza delle cause ostative di cui all’art.80 del D.Lgs. 50/2016 e ss.mm.ii. e di altre cause di esclusione previste dalla vigente normativa;
  • dichiarazione di non svolgimento di attività professionale in uno o più comuni associati o nell’unione dei comuni di riferimento, nonché di non sussistenza di comprovata specializzazione in materie attinenti il rischio sismico, acquisita tramit curriculum vitae universitario ed esperienza professionale maturata nei seguenti ambiti:
    • progettazione di infrastrutture o strutture complesse in zone sismiche, nel rispetto delle norme tecniche di cui al D.M. 14 gennaio 2008;
    • effettuazione di verifiche tecniche sull’esposizione e la vulnerabilità sismica di edifici e costruzioni civili in generale;
    • direzione lavori e/o collaudi di infrastrutture o strutture complesse in zone sismiche; conoscenza e esperienza riguardanti la morfologia del contesto territoriale.

7) IMPORTO PRESUNTO

L’importo presunto previsto per l’incarico per la prestazione in oggetto, sarà pari agli importi indicati per ogni intervento di cui secondo quanto previsto dalle tabelle allegate A e B alla DGR n. 1934 del 19 /11 2019 (IN ALLEGATO ridotto rispetto ad ogni intervento del 30%. Tale importo, comprensivo di spese e prestazioni richieste, sarà assoggettato ad IVA e agli oneri previdenziali previsti dalla legge.

Il numero presunto di pratiche soggette all’affidamento del servizio, può essere stimato indicativamente in circa 130 pratiche/anno per ciascun incaricato.


Il commento ufficiale del Presidente della Provincia Riziero Santi.

Adesso è ufficiale, quello delle “autorizzazioni sismiche” è un servizio che per 20 comuni dal 1 luglio 2019 fara' capo alla Provincia di Rimini.

Tutti i Sindaci dei comuni aderenti al progetto associativo hanno firmato la Convenzione che precedentemente avevano deliberato nei rispettivi Consigli Comunali. Sono 20 i comuni coinvolti: Santarcangelo di Romagna, Bellaria I.M., Misano A., Coriano, Verucchio, San Giovanni in M., Novafeltria, Montescudo-Montecolombo, San Clemente, Poggio, Torriana, Saludecio, San Leo, Pennabilli, Mondaino, Gemmano, Talamello, Sant’Agata F., Montegrodolfo, Maiolo, Casteldelci.

In Provincia è già iniziata l’operazione di istituzione e organizzazione con l’assunzione del nuovo dirigente, di un ingegnere strutturista a tempo pieno e di due altre unità a tempo parziale. Il servizio, che avrà sede presso la Provincia a Rimini in via Dario Campana, si occuperà di istruire la pratica dall'inizio alla fine, dal suo ricevimento alla firma autorizzativa del dirigente. Il servizio sarà informatizzato in modo da snellire e facilitare al massimo le procedure. L’inizio dell’attività sarà preceduto da una seduta di formazione e condivisione delle procedure con gli Ordini Professionali ed i tecnici nel corso della quale sarà presentato l’apparato ed inaugurata la sede degli uffici. E’ un bellissimo risultato attraverso il quale si esalta la funzione della Provincia quale “Casa dei Comuni”.


Nota di Redazione

1) Il comune si è fatto uno sconto del 30% sulle tariffe che la Regione aveva dato per questi interventi ... si accettano commenti.

2) Il numero presunto di pratiche è stato ripreso dal sito del Comune di Rimini. Resta da verificare se l'ipotesi resta la stessa anche con lo SBLOCCA CANTIERI.