Rinforzo a flessione di una trave in c.a. con lamelle

14/06/2019 2319

La trave presenta carenze di armatura longitudinale a flessione per mutate condizioni di carico o per degrado dei materiali con conseguente riduzione delle prestazioni iniziali.

Come si procede al rinforzo della trave in c.a.?

L’armatura longitudinale può essere integrata mediante l’utilizzo di lamelle pultruse in fibra di carbonio, con fibre poste parallelamente all’asse della trave, e incollate direttamente all’intradosso ripristinato della trave stessa. Tale intervento risulta particolarmente vantaggioso quando la quantità di rinforzo diventa elevata, e quando la superficie del calcestruzzo è già molto regolare (travi prefabbricate).

abaco-strutturale-draco---scheda-1-2.jpg

Quali sono le operazioni premilinari?

Si procede al risanamento del substrato in calcestruzzo prima dell’applicazione del rinforzo composito. Le parti di calcestruzzo in fase di distacco vanno rimosse fino a scoprire la sottostante barra di armatura la quale dovrà essere adeguatamente trattata con prodotto passivante DRACOSTEEL. La sezione di calcestruzzo dovrà poi essere ricostruita mediante apposita malta strutturale fibrorinforzata FLUECO 40T, eventualmente bicomponente FLUECO 80 T2. Ripristini di spessore millimetrico possono essere realizzati rasando direttamente con ARMOFIX MTL.

Come si applica il rinforzo alla trave in calcestruzzo armato?

Sulla sezione di calcestruzzo sanata e ricostruita, verrà applicata a pennello una mano di primer ARMOPRIMER 100 per la preparazione del supporto; entro 2 ore verrà steso l’adesivo di incollaggio specifico per le lamelle in fibra di carbonio ARMOFIX MTL sul quale verrà posata la lamella ARMOSHIELD CFK tagliata a misura. La lamella dovrà essere adeguatamente rullata con rullo in gomma dura per far uscire tutta l’aria eventualmente inglobata. La lamella deve essere preventivamente pulita con apposito solvente ARMOCLEANER su entrambe le facce in modo da eliminare i residui della lavorazione.

Per eventuali strati successivi, procedere con la stesura di un ulteriore strato di adesivo ARMOFIX MTL sopra la lamella precedentemente posata e successivamente posare il secondo strato avendo cura di rullare bene per far uscire tutta l’aria. Per migliorare l’ancoraggio delle lamelle realizzare delle fasciature trasversali a “U” con tessuti ARMOSHIELD-C SHEET impregati con resina epossidica ARMOFIX MTX. Sull’ultimo strato, per poter consentire la successiva posa dell’intonaco, stendere un sottile strato di adesivo e spolverare con sabbia al quarzo sull’adesivo ancora fresco.

Riferimenti Normativi per il dimensionamento del rinforzo: CNR DT 200 R1/2013 REV. 15/05/2014
>>> SCARICA IL FILE IN PDF IN ALLEGATO con il link alle ISTRUZIONI CNR

www.draco-edilizia.it