Staffaggio antisismico degli impianti: fischer presenta la gamma Samontec - Seismic

fischer Samontec - Seismic: il fissaggio antisismico degli impianti

L'importanza degli elementi non strutturali

La realizzazione di elementi non strutturali in grado di sopportare sollecitazioni sismiche è ormai necessaria in molte strutture.

Gli impianti meccanici, elettrici e idraulici e i loro elementi di collegamento alla struttura principale, le facciate, i soffitti sospesi e gli arredi interni possono valere fino all’80% del costo totale di un edificio.

Edifici strategici come ospedali, sedi di Vigili del Fuoco e Protezione Civile, devono rimanere operativi dando riparo e assistenza. Dopo un sisma, edifici sani dal punto di vista strutturale, spesso sono resi inutilizzabili per i danni subiti dalle loro componenti non strutturali.

Gli elementi costruttivi non strutturali e i loro sistemi di supporto alla struttura principale, se progettati solo staticamente, non sono in grado di sopportare le azioni aggiuntive derivanti dall’azione sismica, anche se di intensità non elevata. Non è corretto progettare e realizzare impianti tecnologici solamente considerando le azioni statiche (verticali). È fondamentale progettare e realizzare un impianto tecnologico e gli elementi che lo sostengono, in modo che siano in grado di sopportare sia azioni statiche che sismiche.

Nuova gamma di componenti per lo staffaggio antisismico di impianti nuovi o esistenti

fischer Samontec- Seismic è la nuova gamma di componenti per lo staffaggio antisismico di impianti nuovi o esistenti.

Le staffe di connessione fischer consentono di controventare sia impianti nuovi che esistenti, offrendo la possibilità di adeguare le installazioni in retrofit senza doverne affrontare lo smontaggio.

Ciò garantisce un notevole risparmio economico e nella maggior parte dei casi permette di mantenere operativi gli impianti esistenti e i macchinari a essi collegati.

Per garantire la corretta risposta dell’impianto alle sollecitazioni sismiche si devono necessariamente valutare tutti i componenti del sistema staffaggio: gli ancoranti, meccanici o chimici, che fissano i telai alla struttura dell’edificio e gli elementi come profili, mensole e accessori che assemblati tra loro sorreggono i tubi, cavi, canalizzazioni e macchinari.

Le componenti di fischer Samontec - Seismic

fischer Samontec - Seismic si compone di:

  • Sistema S-ROD, rinforzo per barre filettate;
  • Sistema S-VA, connessione ad angolo variabile;
  • Sistema S-VB, collegamento per profili;
  • Sistema SAE, controvento di rinforzo.

Sistema S-ROD, rinforzo per barre filettate

connessione S-RODLa connessione S-ROD consente di controventare barre M10 e telai pendinati esistenti senza smontare l’impianto. L’aggancio innovativo permette la preinstallazione e la regolazione (e su barre M10 non ha bisogno di dadi per il bloccaggio).
S-ROD permette anche il controventamento di barre filettate M8, con dado e controdado di bloccaggio.
Il sistema è applicabile in qualsiasi direzione e mantenendo la barra laterale inclinata a 90°, scorre agevolmente per regolare l’altezza di installazione del controvento.
I rinforzi possono essere montati sovrapposti per controventare lo stesso punto in diverse direzioni. 

Sistema S-VA, connessione ad angolo variabile

connessione S-VAIdeato per il controventamento con barre filettate M10 applicabile al profilo e alla superficie di fissaggio.

La connessione S-VA permette di controventare impianti esistenti senza smontarli.

S-VA consente applicazioni di controventamento tramite barre filettate M10 di telai sia nuovi che esistenti, la stessa staffa può essere fissata sia al telaio che a parete o soffitto.
Per fissare la barra inclinata è da utilizzarsi il dado e controdado.
Il sistema è applicabile sia trasversalmente che longitudinalmente rispetto alla direzione dei tubi.
Due staffe possono essere montate sovrapposte per controventare lo stesso punto in diverse direzioni.
Angolo di inclinazione variabile 45°±15°. La geometria di S-VA garantisce la trasmissione centrata dei carichi.

Sistema S-VB, collegamento per profili

connessione S-VBL’applicazione della connessione S-VB consente di controventare impianti esistenti senza smontarli.

Connessione ad angolo variabile per il controventamento con profili fischer FUS applicabile al profilo e alla superficie di fissaggio. Il Sistema consente il controventamento massivo di telai anche già installati e il controventamento in più direzioni di incastellature.

Applicabile sia trasversalmente che longitudinalmente rispetto alla direzione dei tubi, due staffe possono essere montate sovrapposte per controventare lo stesso punto in diverse direzioni.
Angolo di inclinazione variabile 45°±15°.

Le alette piegate verso l’alto e verso il basso consentono di abbracciare agevolmente il profilo nelle diverse configurazioni di montaggio. La geometria di S-VB garantisce la trasmissione centrata dei carichi. 

Sistema SAE, controvento di rinforzo 

sistema SAEPuntone di rinforzo sagomato per profili fischer FUS e mensole FCA. L’applicazione è in retrofit: il controvento SAE può essere applicato anche a mensole o profili già installati. Adatto per lo staffaggio di mensole e telai e per il controventamento sul piano verticale ed orizzontale. La L sagomata permette di fissare il controvento sia sul piano orizzontale che verticale e il braccio è particolarmente robusto grazie alla doppia piegatura.

 MAGGIORI INFO SU >>> sito di fischer