Voucher per consulenza in innovazione: ecco come beneficiarne

TRASPARENZA-PA.jpg


Per favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e il rinnovamento tecnologico delle piccole e medie imprese italiane, con il decreto direttoriale 25 settembre 2019 il Ministero italiano dello Sviluppo Economico (MISE) ha definito le modalità con cui beneficiare di speciali voucher per consulenza in innovazione. Dalle ore 10.00 del 27 settembre 2019 e fino alle ore 17.00 del 25 ottobre 2019, infatti, le imprese interessate a questa agevolazione possono richiederne l’accesso attraverso una procedura telematica.


Chi può beneficiare dell’agevolazione per la consulenza in innovazione

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese operanti su tutto il territorio nazionale che risultino possedere, alla data di presentazione della domanda e al momento della concessione del contributo, diversi requisiti quali, ad esempio, la qualifica di micro, piccola o media impresa ai sensi della normativa vigente. Clicca qui per scoprire tutti i requisiti necessari per beneficiare dell’agevolazione.

Quali sono le spese ammissibili

La consulenza ha l’obiettivo di indirizzare e supportare i processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale delle imprese e delle reti attraverso l’applicazione di una o più delle tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0 individuate tra le seguenti:

  • big data e analisi dei dati;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security;
  • integrazione delle tecnologie della Next Production Revolution (NPR) nei processi aziendali, anche e con particolare riguardo alle produzioni di natura tradizionale;
  • simulazione e sistemi cyber-fisici;
  • prototipazione rapida;
  • sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA);
  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa tridimensionale;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
  • programmi di digital marketing, quali processi trasformativi e abilitanti per l’innovazione di tutti i processi di valorizzazione di marchi e segni distintivi (c.d. “branding”) e sviluppo commerciale verso mercati;
  • programmi di open innovation.

Le tipologie di contributi

Il contributo massimo concedibile è differenziato in base al tipo di beneficiario:

  • Micro e piccole: contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 40 mila euro
  • Medie imprese: contributo pari al 30% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 25 mila euro
  • Reti di imprese: contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 80 mila euro

Sul sito del MiSE potrai trovare maggiori informazioni in merito alla normativa. 

Il supporto e la consulenza che può darti One Team

Digitalizzare i processi aziendali non vuol dire soltanto snellire attività e procedure spesso farraginose e confuse, ma equivale anche ad ottimizzare le risorse interne ed esterne in modo da ridurre costi e rischi e affrontare le evoluzioni che impone il mercato con un importante vantaggio sulla concorrenza. Il voucher rappresenta una grande opportunità per le imprese che desiderano distinguersi dai competitor implementando soluzioni digitali efficaci e performanti.

One Team offre servizi di consulenza e formazione uniti ad un ampio catalogo di soluzioni software e hardware destinati alla realizzazione di progetti digitali innovativi e ad elevato contenuto tecnologico.

Per scoprire di più sulle modalità di presentazione della domanda per ottenere il voucher destinato alle PMI, contattaci all’indirizzo marketing@oneteam.it.