Il quadro normativo sulla direzione lavori dopo lo “Sblocca cantieri”: da ACCA il nuovo e-book aggiornato

30/09/2019 890

Novità normative, documentali e procedurali: ACCA aggiorna il suo e-book

Il Codice appalti ha introdotto una serie di novità rispetto al passato, tra cui il superamento definitivo di un sistema di regolamentazione esecutivo ed attuativo, quale era il precedente impianto normativo, composto dal vecchio Codice appalti (Dlgs 163/2006) e dal Regolamento di attuazione (DPR 207/2010), in favore di un sistema basato sulla soft law.

Al riguardo. l’ANAC (Autorità Nazionale Anti Corruzione), è stata chiamata in causa per emanare una serie di atti di indirizzo e linee guida finalizzati ad orientare correttamente i vari operatori del settore. 

In particolare, il Codice appalti, all’art. 213 comma 2, demanda all’ANAC l’autonoma adozione di ulteriori atti a carattere generale finalizzati a offrire indicazioni interpretative e operative agli operatori del settore (stazioni appaltanti, imprese esecutrici, organismi di attestazione) nell’ottica di perseguire obiettivi di:

  • semplificazione
  • standardizzazione delle procedure
  • trasparenza ed efficienza dell’azione amministrativa
  • apertura della concorrenza
  • garanzia dell’affidabilità degli esecutori
  • riduzione del contenzioso.

Legge “Sblocca cantieri"

Il 17 giugno 2019 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 140 la legge n. 55/2019 (di conversione del dl n. 32/2019 “Sblocca cantieri”); con la sua conversione in legge diventano operative una serie di modifiche al Codice appalti ed al testo unico sull’edilizia (Dpr 380/2001).
La nuova legge introduce disposizioni urgenti che dovrebbero favorire la crescita economica e a dare impulso al sistema produttivo, mediante l’adozione di misure volte alla semplificazione del quadro normativo e amministrativo connesso ai pubblici affidamenti.

Il nuovo Regolamento unico

La legge Sblocca Cantieri (legge 55/2019) dispone il ritorno ad un Regolamento unico per la disciplina della fase di esecuzione, di attuazione e integrazione del Codice appalti. 

Tale Regolamento dovrà essere approvato entro 180 giorni a decorrere dalla data di entrata in vigore della legge, quindi entro il 16 ottobre 2019.

La sua previsione, introdotta con modifica all'articolo 216 comma 27-octies del Dlgs. n. 50/2016, è dettata con termine ordinatorio e non perentorio, in quanto per la sua inosservanza non sono previste né sanzioni, né effetti sfavorevoli. Quindi, ove non venga adottato entro tale termine continuerà a restare in vigore l’attuale impianto normativo costituito dal Codice, dai decreti, dai provvedimenti attuativi emanati dall’ANAC e dai Ministeri di riferimento.

tabella-norme-codice-appalti.JPG

Il Regolamento unico dovrà contenere disposizioni di esecuzione, attuazione e integrazione del Codice, le linee guida e i decreti già adottati in attuazione delle previgenti disposizioni di cui a specifici articoli del Codice. Tali provvedimenti, nell’attesa che venga adottato il nuovo Regolamento, rimarranno transitoriamente in vigore.

A decorrere dalla data di entrata in vigore del Regolamento, ad esempio, cesseranno di avere efficacia le linee guida cd. “non vincolanti” di cui all’articolo 213, comma 2.

Tale previsione riporta di fatto un ritorno ad un Regolamento generale con l'obiettivo di restituire certezza alla disciplina attuativa del Codice, ripristinando una fonte regolamentare unica e cogente a beneficio di tutti gli operatori.

Oltre alla modifica e integrazione di diversi articoli del Codice, con lo “Sblocca Cantieri” si è provveduto anche alla sospensione fino al 31 dicembre 2020 di altre disposizioni dello stesso Codice, alcune delle quali hanno costituito la colonna portante della riforma del 2016.

Le DATE dello “Sblocca Cantieri”

date-sblocca-cantieri.JPG

L’e-book di ACCA software aggiornato allo ‘Sblocca Cantieri’: torna un classico dell’editoria tecnica

ebook-direzionelavori-3.jpgDopo il successo delle prime due edizioni, la prima edizione è del 2016, ed alla luce del nuovo quadro di riferimento i tempi erano maturi per un aggiornamento: ecco quindi la 3° edizione del pratico e-book di ACCA sulla Direzione Lavori secondo le nuove regole, in cui vengono approfonditi e chiariti aspetti quali:

  • Il quadro normativo sulla direzione lavori dopo lo “Sblocca cantieri”
  • Profili generali del Direttore dei Lavori secondo il Codice appalti e il DM 49/2018
  • I compiti del Direttore dei Lavori nella fase preliminare, in fase di esecuzione e al termine dei lavori
  • Le funzioni di controllo amministrativo-contabile del Direttore dei Lavori
  • La piattaforma elettronica per la direzione lavori

Scarica gratuitamente l’e-bookLa Direzione Lavori secondo le nuove regole’

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su