“Porte aperte” per la fabbrica del Cemento Italcementi di Matera e Colleferro

Italcementi ha aperto i cancelli per i cittadini delle cementeria di Matera e Colleferro.

La visita alla Cementeria di Matera

In tanti, soprattutto giovani studenti, hanno potuto visitare l’impianto e conoscere da vicino una realtà che fa parte del territorio materano da più di quarant’anni.

A fare da guida ai visitatori i dipendenti della cementeria, Una visita nei vari reparti di produzione del cemento, per scoprire dal vivo il processo produttivo, ma anche  stand informativi, per dare la possibilità di conoscere l’impegno di Italcementi a favore della sostenibilità, dell’ambiente e della sicurezza, e le iniziative a favore del territorio e della cultura locale che la cementeria ha realizzato negli anni e realizzerà nel futuro.

Una visita che si è trasformata in una piacevole festa di piazza con momenti di  animazione per grandi e piccini, musica dal vivo  e degustazioni di prodotti del territorio.

IL VIDEO DI “Porte aperte” PER LA ITALCEMENTI DI MATERA

 

La cementeria di Colleferro festeggia i cento anni di attività

Un “Porte Aperte” rivolto a tutta la comunità locale, per visitare l’impianto e conoscere di persona l’impegno a favore del dialogo con il territorio, della sostenibilità, dell’ambiente, della sicurezza sul lavoro, della qualità e dell’innovazione di prodotto. Questo l’obiettivo dell’evento che si è svolto questa mattina presso la cementeria Italcementi di Colleferro che festeggia in questo modo i 100 anni di attività.

“Si tratta della cementeria strategica per il dispositivo industriale di Italcementi nell’Italia centrale. Un impianto che ha fornito il cemento per opere fondamentali per il territorio a Roma e nell’intero Lazio e per questo motivo abbiamo effettuato e continueremo a effettuare importanti investimenti a favore dell’ambiente della qualità dei nostri prodotti e soprattutto della sicurezza dei nostri lavoratori e delle imprese che lavorano per Italcementi, ha spiegato Ernesto Donnarumma Direttore di Produzione di Italcementi.

“La giornata di oggi vuole essere un’ulteriore testimonianza della nostra volontà di mantenere un confronto aperto, costante e costruttivo con la comunità locale – ha affermato Mauro Ranalli direttore della cementeria – Un ringraziamento particolare va alle associazioni del territorio che, con la loro presenza e partecipazione, hanno voluto testimoniare il loro attaccamento alla società”.

E proprio dal territorio provengono le associazioni che hanno fatto da contorno alla manifestazione. Specialità locali per tutti gli ospiti sono state garantite dal Rugby Colleferro, il Colleferro Calcio e il Devil Bike Team che hanno coinvolto i più piccoli, il Museo Archeologico ha presentato le proprie attività, all’interno dello stand storico l’Associazione 900 e oltre” ha dato spazio alla memoria con vecchie immagini dello stabilimento colleferrino e con la presentazione di alcune locandine di film girati tra gli impianti, l’Associazione Alad ha messo a disposizione i propri medici per un test preventivo sul diabete, l’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma ha sensibilizzato i visitatori sull’importanza della raccolta del sangue e l’Associazione Acropoli Owls di Alatri che ha fatto volteggiare in cielo, tra lo stupore di tutti, alcuni rapaci.

Nel corso della mattina circa 1.000 persone – tra autorità locali, dipendenti ed ex dipendenti con i loro familiari, clienti e fornitori di Italcementi, una rappresentanza di studenti della facoltà di Ingegneria Civile e Industriali dell’Università La Sapienza di Roma e molti cittadini di Colleferro e dei paesi vicini – hanno visitato la cementeria con numerose richieste di informazioni e curiosità sull’attività dell’impianto e sulle soluzioni innovative per l’edilizia e l’architettura, in un clima di festa e dialogo.

Dal 2017 ad oggi la cementeria ha investito circa 2.000.000 di euro per interventi ambientali sui filtri, per il sistema di monitoraggio dei dati ambientali con una tecnologia innovativa e il rinnovamento di alcune parti della cementeria.

cementerie-aperte-matera-italcementi-01.jpg

CEMENTO: Federbeton apre le porte alla comunità per parlare di sostenibilità e innovazione

La giornata di Colleferro se Matera i inserisce nell’iniziativa Porte Aperte promossa da Federbeton e Aitec in cinque impianti contemporanemente.

Tra il 5 e 6 ottobre  apriranno le proprie porte infatti anche gli stabilimenti di Galatina (Colacem), Ternate (Holcim), Monselice (Buzzi Unicem).

Federbeton è, in ambito Confindustria, la Federazione di settore delle Associazioni della filiera del cemento (Aitec), del calcestruzzo, dei materiali di base, dei manufatti, componenti e strutture per le costruzioni, delle applicazioni e delle tecnologie ad essa connesse nell’ambito della filiera sopra indicata. I suoi principali obiettivi sono quelli di diffondere la cultura dello sviluppo sostenibile promuovendo comportamenti virtuosi all’interno della filiera dell’edilizia e sostenere la qualificazione dei processi produttivi, la sicurezza sui luoghi di lavoro e l’innovazione delle pratiche costruttive, contribuendo a ridurre il consumo di risorse naturali non rinnovabili, nel solco della sostenibilità ambientale e dell’efficienza energetica.

 

Fonti: TRM NETWORK, CASILINA NEWS

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su