Come nasce il cemento? Open day alla cementeria Italcementi di Matera

06/10/2019 1345

Matera, 5 ottobre 2019 – Una giornata di festa e incontro con la comunità locale, per visitare l’impianto e scoprire come nasce il cemento, risorsa fondamentale per lo sviluppo del territorio e delle sue infrastrutture.

In occasione dell’iniziativa Porte Aperte promossa da Federbeton – Federazione rappresentativa della filiera italiana del cemento e del calcestruzzo – e Aitec, che riunisce i produttori nazionali di cemento, Italcementi ha aperto le porte della cementeria di Matera ai cittadini per far conoscere da vicino la propria attività e gli impegni dell’Azienda a favore del dialogo con il territorio, della sostenibilità, dell’ambiente, della sicurezza sul lavoro e della qualità e innovazione dei prodotti.

cementerie-aperte-matera-italcementi-03.jpg

«La cementeria di Matera rappresenta a pieno l’impegno di Italcementi per un’industria efficiente, trasparente e sempre più sostenibile – ha spiegato Agostino Rizzo, Direttore Tecnico Italcementi –. Grazie agli importanti lavori di ammodernamento dell’impianto che l’hanno vista protagonista nel corso degli anni, è oggi uno degli stabilimenti più avanzati d’Europa dal punto di vista delle performance produttive e ambientali. Continueremo a effettuare importanti investimenti per renderla sempre più efficiente e nello stesso tempo rispettosa dell’ambiente, tutelando la sicurezza dei lavoratori e garantendo una continuità d’esercizio a favore dell’occupazione locale».

Nel corso della mattinata oltre 1.500 persone – tra autorità locali, dipendenti ed ex dipendenti con i loro familiari, cittadini, clienti e fornitori di Italcementi - hanno visitato la cementeria e conosciuto le persone che ogni giorno vi lavorano.

cementerie-aperte-matera-italcementi-04.jpg

A fare da guide proprio i dipendenti della cementeria, che hanno accompagnato i visitatori tra i vari reparti alla scoperta del processo di produzione del cemento.

A rendere ancora più interessante la giornata un intenso programma di iniziative di intrattenimento con giochi per i bambini, concerti, degustazioni di prodotti locali e un’anteprima del festival “La Terra del Pane” con i laboratori a cura della Fondazione Sassi per riscoprire l’antica tradizione del pane di Matera. Importante la partecipazione delle istituzioni scolastiche: in visita alla cementeria 500 studenti del territorio, dalla scuola primaria alla scuola secondaria di primo e secondo grado (Istituti Comprensivi Minozzi e Torraca di Matera, I.I.S. Pentasuglia di Matera, I.I.S. Pitagora di Policoro), e una delegazione di universitari del Politecnico di Bari. 

“Facciamo parte di questa comunità da oltre quarant’anni e la grande partecipazione degli studenti all’evento dimostra che siamo un punto di riferimento sul territorio anche per il mondo della formazione – ha dichiarato Salvatore Grimaldi Capitello, Direttore dello stabilimento –. La cementeria di Matera è sempre aperta a chiunque voglia visitarla e conoscere di persona la nostra attività, ma la giornata di oggi vuole essere un’ulteriore testimonianza della nostra volontà di mantenere un dialogo aperto, costante e costruttivo con il territorio».

cementerie-aperte-matera-italcementi-02.jpg

All’interno dell’iniziativa promossa da Federbeton, in contemporanea rispetto al sito di Matera tra oggi e domani aprono le proprie porte gli stabilimenti di Galatina (Colacem), Ternate (Holcim), Monselice (Buzzi Unicem) e l’impianto di Colleferro, sempre Italcementi. 

In occasione degli eventi del Porte aperte del 5 e 6 ottobre, Federbeton presenta il nuovo Rapporto di Sostenibilità del settore del cemento, realizzato sulla base dei dati raccolti presso le aziende riunite in AITEC.

"L'industria italiana del cemento dal 2009 ha recuperato oltre 16 milioni di tonnellate di rifiuti in sostituzione delle materie prime naturali, evitando l'emissione di 2,3 milioni di tonnellate di CO2 e riducendo dell'81% le proprie emissioni specifiche di polveri"

La rilevazione del Rapporto si riferisce al periodo 2016-2018 e mette a fuoco il contributo del settore del cemento alla sostenibilità e più in generale all'economia circolare, in termini di risultati tangibili e potenzialità ulteriori.

Federbeton è, in ambito Confindustria, la Federazione di settore delle Associazioni della filiera del cemento, del calcestruzzo, dei materiali di base, dei manufatti, componenti e strutture per le costruzioni, delle applicazioni e delle tecnologie ad essa connesse. I suoi principali obiettivi sono quelli di diffondere la cultura dello sviluppo sostenibile promuovendo comportamenti virtuosi all’interno della filiera dell’edilizia e sostenere la qualificazione dei processi produttivi, la sicurezza sui luoghi di lavoro e l’innovazione delle pratiche costruttive, contribuendo a ridurre il consumo di risorse naturali non rinnovabili, all’insegna della sostenibilità ambientale e dell'efficienza energetica.