La “deeming clause” nelle polizze di responsabilità civile professionale

Col diffondersi sul mercato assicurativo italiano, nel settore delle polizze di responsabilità civile professionale, delle cosiddette polizze All Risk di modello anglosassone, è stata introdotta anche una nuova terminologia che spesso risulta di difficile comprensione.
Nei precedenti articoli si è già avuto modo di spiegare, per esempio, il significato del termine “Claims made” con il quale si identifica il regime assicurativo con cui ormai operano pressoché tutte le polizze di responsabilità civile professionale presenti sul mercato e che prevede che la garanzia sia operante per tutte e sole le richieste di risarcimento avanzate nei confronti dell’assicurato, e da questi denunciate all’assicuratore, durante il periodo di vigenza della polizza a condizione che la condotta colposa del professionista (commissiva od omissiva) sia avvenuta durante il periodo stesso di vigenza o durante il periodo di retroattività previsto dalla polizza (attenzione quindi, come più volte sottolineato anche nei precedenti articoli, alla retroattività e alla modalità e alle condizioni alle quali viene concessa).
Allo scadere della polizza, in assenza di rinnovo o di stipula di una postuma (possibile però solo in caso di cessazione definitiva dell’attività assicurata per qualsiasi motivo), cessa ogni obbligo da parte degli assicuratori e ogni diritto dell’assicurato di presentare denuncia relativa a richieste di risarcimento ricevute dopo la scadenza anche se riferite a errori professionali e/o danni avvenuti nel periodo di assicurazione.
In conseguenza a questo particolare regime diventa fondamentale la clausola denominata “Deeming clause”, altro nuovo termine introdotto dalle polizze di modello anglosassone.
La “Deeming clause” è la clausola che tiene in copertura anche le richieste di risarcimento pervenute dopo la scadenza della polizza che siano conseguenti e/o collegate a “circostanze” che siano state denunciate in corso di vigenza della polizza stessa.


Scarica e leggi l'articolo completo in formato pdf