Sicurezza nelle manifestazioni pubbliche: GAe e Vela spa premiate al British Safety Award 2019

È dal 2017, dopo gli accadimenti di Piazza San Carlo a Torino, che la Città di Venezia, mutuando l’esperienza già maturata nell’organizzazione di eventi [oggi la città di Venezia organizza circa 2.000 eventi l’anno], che coinvolgono parti significative di questa particolare città d’acqua, ha avviato un percorso virtuoso di pianificazione gestione e coinvolgimento dei diversi attori pubblici e privati che, con il loro contributo responsabile, concorrono alla progettazione, pianificazione e gestione delle manifestazioni pubbliche.

In tale ambito si inquadra l’organizzazione del tavolo tecnico, promosso da Vela S.p.a. [società partecipata dal Città di Venezia] che il 9 Ottobre 2019 ha visto coinvolti: Prefettura, Amministrazione Comunale, Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco, il servizio di supporto Sanitario, gli addetti ai servizi di Safety e Security e gli organizzatori che compongono il team di lavoro per la realizzazione dei numerosi eventi che la città di Venezia ogni anno ospita; al tavolo è stata invitata GAe Engineering srl che in questi ultimi 2 anni ha sviluppato il “modello eventi a Venezia” secondo un approccio innovativo e prestazionale nell’ottica di un processo finalizzato al continuo miglioramento. Processo questo che poi ha trovato riscontro anche nella normazione nel tempo intervenuta ed in ultimo nella Circolare, del Capo di Gabinetto del Ministro dell’Interno, Piantedosi del 2018.

evento-venezia-sicurezza-eventi-gae.JPG

Il Debriefing ha avuto lo scopo di portare alla luce quali sono stati sia gli aspetti che possono essere migliorati sia i punti di forza che costituiscono ormai i punti fermi da cui partire per proseguire nel processo virtuoso di continuo miglioramento.
Il Founder della GAe Engineering, Ing. Giuseppe G. Amaro, consapevole del livello di prestazione raggiunto in merito agli aspetti di Safety e Security ha promosso la partecipazione, con Vela spa, al British Safety Award 2019.

GAe e Vela spa, uniche compagnie Italiane, sono state premiate per la metodologia sviluppata e per i livelli di sicurezza raggiunti, attraverso una coordinata e condivisa gestione, in occasione di manifestazioni pubbliche con grande affluenza di persone sia in transito che in sosta.

La Società Vela ha organizzato, a valle del Tavolo Tecnico, una conferenza stampa, invitando l’Assessore alla sicurezza della città di Venezia, Dott.re D’Este che ha ricevuto dall’Ing. G.G. Amaro il premio assegnato dal “British Safety Councila GAe Engineering e Vela per il modello applicato nella gestione degli eventi nella città Venezia.

premiazione-gae

"E' stato un momento di confronto importante - ha commentato l'assessore alla Sicurezza urbana, Polizia locale e Protezione civile Giorgio D'Este, - Devo ringraziare le Forze dell'Ordine, la Polizia locale, i servizi sanitari, il 118, il 115, la Capitaneria, la Biennale di Venezia e Vela per aver organizzato un tavolo di altissimo livello, come del resto lo sono stati i risultati raggiunti in questo biennio di eventi in una città unica, anche dal punto di vista logistico, come Venezia. Credo che oggi abbiamo l'esatto termometro di quanto bene si sia lavorato in sinergia tra le parti, riuscendo a garantire safety e security. La circolare Gabrielli - ha continuato - ha introdotto evoluzioni significative nel settore, ma in molti frangenti noi le avevamo già anticipate. Venezia è diventato un modello riconosciuto ovunque e da esportare con umiltà in altre realtà - ha concluso - grazie soprattutto alle risorse umane con cui l'Amministrazione comunale ha la fortuna di poter collaborare. Siamo orgogliosi della sinergia che si è instaurata e siamo sicuri che potrà crescere ulteriormente".

Alla Città di Venezia è stata anche consegnata la raccolta della documentazione tecnica redatta e messa a punto nelle edizioni 2018 e 2019 per gli eventi in cui l’Ing. G.G. Amaro ha assunto il ruolo di Safety Manager delle manifestazioni.

Progettare le manifestazioni, svolte nei luoghi all’aperto, come se si trattasse del progetto di un edificio

Il messaggio, che sta dietro a questo atto, è quello di progettare le manifestazioni, svolte nei luoghi all’aperto, come se si trattasse del progetto di un edificio, definendo così uno standard da poter mutuare/adattare, in relazione alla manifestazione; standard questo che una volta validato sul campo può esserne trasferita l’operatività e la sua gestione alla struttura interna che organizza gli eventi per la città. Si è sottolineato come la sicurezza (intesa appunto come "safety" e "security") sia diventata una voce preponderante nella gestione e nell'organizzazione degli eventi: se, per esempio, cinque anni fa non c'erano steward in occasione della Festa del Redentore, nella sua ultima edizione se ne contavano ben 300 (su un team complessivo di oltre mille persone sul campo). Negli anni, inoltre, per garantire una migliore gestione dei flussi e un migliore livello di sicurezza si è deciso di spostare il Volo dell'Angelo da piazzetta dei Leoncini a piazza San Marco, e di raddoppiare l'apertura del Carnevale a Cannaregio. Apprezzate dal British Safety Council, e quindi decisive per l'assegnazione del "British Safety Award", le centrali operative unificate che entrano in gioco oramai da anni in laguna per i grandi eventi cittadini, cui si è aggiunto quest'anno il Venice Home Festival, l'impegno per la tutela dell'ambiente e la gestione dei flussi, oltre che la comunicazione preventiva delle buone pratiche e dei comportamenti da tenere per garantire la sicurezza.

Sempre nel 2019 GAe Engineering ha ricevuto dal “British Safety Council”, insieme al Gruppo Generali e a City Life, il riconoscimento per la gestione della sicurezza e dell’emergenza durante la fase di popolamento della Torre Hadid sita in City Life a Milano sede di Generali.

I due riconoscimenti dell’anno 2019 seguono gli analoghi riconoscimenti, ricevuti negli anni 2016-2017-2018, per la gestione della sicurezza del complesso di Milano Porta Garibaldi.