Il Metodo One Team dedicato alla Pubblica Amministrazione

One Team, grazie alla collaborazione con i propri partner e clienti in questi anni di attività di introduzione dei processi BIM, ha strutturato il Metodo One Team, una metodologia di lavoro che ha portato diverse realtà ad adottare in maniera strutturata e permanente la digitalizzazione BIM. In questo articolo parleremo del Metodo One Team destinato agli attori della Pubblica Amministrazione.

digitalizzazione_metodo-one-team_pubblica-amministrazione.jpg

L’adozione del BIM nella Pubblica Amministrazione: un obbligo normativo

Il bisogno di evolversi dell’Amministrazione Pubblica italiana sembra oggi essere una precisa rotta verso cui il legislatore si sta muovendo al fine d’innovare l’attuale metodo di lavoro, in particolare se comparate le condizioni dei nostri principali partner europei.  A tal proposito è proprio l’ammodernamento del processo edilizio che vede nella digitalizzazione attraverso il Building Information Modeling, lo strumento adeguato a intervenire anche nel settore delle opere pubbliche. Sono molte le direttive e le normative finora emanate. Cerchiamo ora di fare un po' di chiarezza sull’applicazione della metodologia BIM in Italia riassumendo i punti principali:

La direzione del legislatore sembra essere salda e senza ripensamenti sull’adozione del BIM nelle Pubbliche Amministrazioni secondo gli scaglioni già introdotti nel DM 560 2017, in quanto è già presente la volontà (come si evince dalla bozza del Regolamento Appalti) di incorporare quasi nella sua totalità il decreto all’interno del codice degli appalti, rendendo così più evidente la necessità di un cambiamento nelle amministrazioni pubbliche. Tutto ciò ha generato una grande scossa all’interno di quelle PA non ancora in grado di assolvere a tali obblighi normativi, dando vita ad un vortice di incertezze sull’azione da intraprendere ed i percorsi formativi da affrontare.

bim_timeline-obbligatorieta_appalti.jpg

Analisi, Formazione e Progetti pilota: un percorso necessario

La digitalizzazione dei processi di progettazione e di realizzazione delle opere pubbliche è entrata formalmente all’interno del quadro legislativo italiano. Le Pubbliche Amministrazioni, data la nuova normativa BIM sugli appalti pubblici, hanno l’obbligo di avviare un percorso complesso di formazione del personale e di redazione della nuova documentazione di gara relativa alle specifiche BIM. La domanda pubblica dovrebbe rappresentare il principale motore dell’innovazione allo scopo di aumentare la produttività del Paese, di razionalizzare e ottimizzare le risorse pubbliche, e di internazionalizzare professionisti e imprese. Tutto questo comporta quindi delle necessità, ossia competenza e professionalità del personale e delle organizzazioni.

one-team_user-meeting-2020-700.jpg

La consulenza di One Team per la PA

Il Metodo One Team parte dalla conoscenza dei processi aziendali per poi strutturare un percorso completo che, non esaurendosi nelle sole attività di adozione della tecnologia BIM e delle attività di training agli utenti, coinvolge e modifica tutti i processi aziendali. Per la Pubblica Amministrazione è indispensabile una prima fase di formazione di BIM Management e di analisi dei processi. Successivamente, il Metodo One Team per la PA prevede un percorso di formazione tecnico dedicato al personale preposto alla gestione dell’iter approvativo dei progetti: approfondimenti normativi oltre all’introduzione degli strumenti software di progettazione e di controllo. Si rivela fondamentale poi l’affiancamento per la redazione dei Capitolati Informativi BIM per le gare d’appalto, sia per i progetti sia per la fornitura di servizi. Infine, per le PA più strutturate, sono previste l’analisi e la strutturazione di un sistema di condivisione dati ACDat

Vuoi ricevere maggiori informazioni sul Metodo One Team?

Scrivi a marketing@oneteam.it

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su