Cosa è successo al II FORUM NAZIONALE MASSETTI & PAVIMENTI

Il 10 e 11 ottobre scorso si è svolto a Rimini la due giorni del II Forum Nazionale Pavimentazioni e Massetti, negli spazi dell'Ecoarea di Rimini.

Un evento organizzato da Conpaviper, l'Associazione italiana di categoria delle imprese di pavimentazioni continue, che ha visto la presenza di oltre 500 partecipanti, 50 relatori, 36 aziende espositrici e sette associazioni del settore.

forum-conpaviper-taglio-del-nastro.jpg

Durante l'evento sono stati trattati i molteplici aspetti relativi al settore, tra cui l'importanza di riconoscere e valorizzare la manodopera specializzata e istituire un sistema di qualifica obbligatoria degli operatori del settore, attraverso l'obbligatorietà di un patentino.

 

GUARDA IL VIDEOSERVIZIO ANSA DEDICATO AL FORUM MASSETTI & PAVIMENTI

Oltre a presentare le ultime novità del comparto, durante le varie sezioni del forum si è discusso di come qualificare uno dei settori più importanti dell'edilizia italiana.

Ogni anno, infatti, nel nostro Paese, si realizzano circa 200 milioni di metri quadri di pavimentazioni, per un valore di oltre dieci miliardi di euro.

Negli anni passati, Conpaviper si è adoperata per individuare gli strumenti utili affinché il mercato riconosca la competenza dei professionisti e la qualità dei prodotti impiegati nel settore.

Da CONPAVIPER Codici e Linee Guida per regolamentare il settore

L'Associazione ha definito documenti normativi e codici di buona pratica sulla progettazione, la posa e il controllo sia delle pavimentazioni continue che dei massetti di supporto e con Uni, sta mettendo a punto un sistema di qualificazione degli applicatori. Un impegno che ovviamente ha coinvolto tutta la filiera: da coloro che forniscono i materiali e le tecnologie fino all'utilizzatore finale dei manufatti, perché un massetto ben realizzato crea meno problemi al posatore del rivestimento, così come la durabilità di un pavimento industriale richiede fornitori di qualità.

Oggi che la messa a punto di questi strumenti è in fase di completamento, nasce l'esigenza di farli conoscere e applicare, sia all'interno della filiera che nel mercato.

Attraverso i 16 incontri tenuti durante il Forum nazionale si è quindi voluto favorire una discussione sulle principali problematiche del settore, ma soprattutto sulle soluzioni che devono essere adottate per affrontarle e superarle.

Per questo sono stati invitati a partecipare non solo i tecnici e le imprese del comparto, ma anche i rappresentanti delle Associazioni dei settori più coinvolti.

Grande attenzione per i Massetti e Sottofondi

Massimo Bocciolini, coordinatore della Commissione Norma UNI Massetti Conpaviper, Salvador Dalvano, Presidente AIPPL e Gianluca Gabelli, consigliere Conpaviper sono intervenuti – al mattino – sullo stato della normativa tecnica e della regola dell’arte nella sessione dedicata ai pavimenti di legno, coinvolgendo i molti professionisti in sala che  sono intervenuti sui temi affrontati. Massetisti e posatori di superfici lignee stanno lavorando, attraverso le rispettive associazioni, ad una armonizzazione delle norme che dovrà anche tenere conto dei risultati della campagna prove che Conpaviper  ha deliberato, e che rileverà lo stato dell’arte delle prestazioni dei materiali e delle soluzioni proposte dal mercato, nel contesto di cantiere. La finalità è quella di lavorare, quale che sia l’ambito di competenza, con un sistema di vincoli e di performance coerenti alla prassi quotidiana e condivise, per riuscire a garantire una indiscutibile qualità realizzativa.

Più dibattuto e sfidante il tema dei pavimenti radianti e dei massetti a basso spessore, che ha catalizzato l’attenzione del pomeriggio, nel focus che ha visto la presenza di Clara Perretti e Massimo Fabricatore, rispettivamente segretario e presidente del Consorzio Q-Rad. Con l’aiuto di Antonino Badalucco, vicepresidente Conpaviper e di Massimo Bocciolini, si è discusso della spinta all’innovazione dei produttori di sistemi radianti e delle prassi progettuali legate alle elevate performance termodinamiche dei nuovi sistemi, e della necessità di creare un raccordo con la prassi di cantiere di chi posa il massetto che accoglie i medesimi impianti. Sistemi di impianto e soluzioni di posa devono essere di volta in volta scelti sulla base della opportunità e sostenibilità, anche in termini economici, dell’intervento costruttivo del quale andranno a fare parte.

 

I Pareri dei Protagonisti del FORUM MASSETTI & PAVIMENTI 2019

Durante il FORUM, sono state raccolte le testimonianze e i pareri deglie esperti che hanno partecipato all'evento.

Di seguito elenchiamo i LINK man mano che vengono prodotti i video.

LUIGI-SCHIAVO-CONPAVIPER.jpgSchiavo (CONPAVIPER): riconoscere il valore della manodopera specializzata con sistema di qualifica

Ad aprire i lavori del FORUM nell'evento inaugurale "LA QUALITÀ DEL SISTEMA PAVIMENTO, COME PUÒ ESSERE PAGATA ?" il presidente CONPAVIPER Luigi Schiavo, con un intervento diviso in tre parti dedicate a tre aspetti: la necessità di spingere il mercato a dare valore all'esperienza e competenza, il resoconto delle attività realizzate da CONPAVIPER, e i progetti per il futuro.

Ecco il Video della sua intervista.


callieri-federbeton.jpgII Forum nazionale Conpaviper, il commento di Roberto Callieri (FEDERBETON)

Anche il Presidente di Federbeton, l'ing. Roberto Callieri, ha partecipato al FORUM con un significativo intervento nell'evento di apertura.

Callieri ha ricordato anche lo sforzo della Federazione nel far riconoscere non solo al mondo delle costruzioni ma anche alla intera collettività la funzione sociale del cemento e del calcestruzzo, materiali che non solo hanno consentito all'Italia di trasformarsi in un Paese con Infrastrutture ed Edifici, ma ancora oggi in grande evoluzione e con un valore sostenibile spesso ignorato.

ANTONIO-LUCCHESE-02.jpg


Perché anche le pavimentazioni industriali devono essere considerate strutture

Ecco il VIDEO registrato con l'ing. Antonio Lucchese, del Consiglio Superiore dei LLPP, e dedicato al parere che il Consiglio ha pubblicato sul riconoscimento o meno del ruolo strutturale della pavimentazione industriale.

Ricordiamo che l'8 agosto 2019 il Consiglio Superiore, su richiesta di CONPAVIPER, ha pubblicato un parere in cui si da un indirizzo chiaro su quando una pavimentazione industriale debba essere considerata una struttura e quindi progettata, diretta e collaudata.

L'Ing. Lucchese ha partecipato al FORUM proprio per presentare il parere e rispondere alle domande delle persone del settore.


ermete-dalprato.jpgQuando le pavimentazioni industriali sono strutture: responsabilità

L'ing. Ermete Dalprato, esperto di normativa urbanistica, ha spiegato durante il FORUM quali siano le implicazioni per le imprese applicatrici sotto il profilo delle responsabilità e degli adempimenti. Ecco la Video Intervista che l'ing. Dalprato ha rilasciato ai microfoni dell'Associazione CONPAVIPER.

Di grande effetto il suo intervento, che è stato ripreso anche nell'articolo "Quando il pavimento diventa strutturale …


La progettazione dei massetti per le impermeabilizzazioni su tetti e terrazzi 

antonio-broccolino.jpg

Il convegno di venerdì mattina, dedicato al tema dell'applicazione dei massetti per le impermeabilizzazioni su tetti e terrazzi, ha visto anche la partecipazione dell'architetto Antonio Broccolino, normatore UNI ed esperto in impermeabilizzazioni.

Nella VIDEO intervista, l'esperto ha spiegato perché è importante una progettazione ben definita del sistema massetti: questi ultimi sono in stretta correlazione con gli strati impermeabili nel loro complesso, per questo è necessario tenere conto delle stabilità dimensionali degli elementi con cui sono a contatto.

Nell'articolo "Interrelazioni tra strati impermeabili e pavimentazioni cementizie monolitiche" l'architetto Broccolino approfondisce la questione.


Il punto debole del "sistema massetti e rivestimenti resilienti”

gian-luigi-pirovano.jpg

Durante il Forum si è parlato anche di massetti per rivestimenti resilienti.

A riguardo l'ingegnere forense Gian Luigi Pirovano è intervenuto lasciando da parte gli aspetti squisitamente tecnici, per approfondire quelli economici, riportando, anche nella VIDEO intervista, alcune casistiche di contenziosi legati a pavimentazioni con materiali resilienti.

In una causa, a seguito di piccoli e limitati interventi dell'ordine di 50mila euro, sono stati chiesti danni per 2 milioni e 400 mila euro. 


Assoposa: il corso per la qualifica di “lastrificatore”

paolo-colombo-presidente-assoposa_preview.jpg

In occasione del convegno intitolato "I massetti per le nuove pavimentazioni in ceramica con lastre sottili a basso spessore", è intervenuto anche il Presidente di ASSOPOSA, Paolo Colombo.

Nella VIDEO intervista ha spiegato l'impegno dell'associazione sul fronte della formazione.

Nel dettaglio, grazie a un corso di tre giorni, il posatore piastrellista può qualificarsi come posatore "lastrificatore". 


La campagna prove di AIPPL e quelle di CONPAVIPER salvador-dalvano-aippl.jpg

Salvador Dalvano, alla guida dell'Associazione italiana posatori pavimenti in legno (AIPPL), nella VIDEO intervista ha sottolineato l'importanza delle campagne prove che i due enti stanno portando avanti per essere al passo con le nuove tecnologie e per rispondere alle richieste del mercato, evidenziando però, la necessità di "non dimenticare" quelle del passato.

gianluca-gabelli-conpaviper.jpg

Dalvano ha inoltre ricordato che AIPPL è ente certificatore con il supporto di ICMQ e ACCREDIA e lavorando anche come Ctu al Tribunale di Venezia, ha riportato le motivazioni più frequenti alla base dei contenziosi in materia. 

Sulla campagna prove deliberata da CONPAVIPER che rileverà lo stato dell'arte delle prestazioni dei materiali e delle soluzioni proposte dal mercato, è intervenuto anche il consigliere Gianluca Gabelli.

I dettagli del suo intervento nella VIDEO intervista.


Opere di impermeabilizzazione e problemi di tenuta: cause e soluzioni

 massimiliano-lorenzetti-assimp.jpgIl geometra Massimiliano Lorenzetti, vicepresidente dell'Associazione delle imprese di impermeabilizzazione italiane (ASSIMP) durante il suo intervento ha ricordato come in Italia, statisticamente il valore delle opere d'impermeabilizzazione incide del 2-4% sul costo dell'intera opera. 

In circa il 54% dei casi i sistemi impermeabili presentano, dopo la loro posa, nel corso di 10 anni, problemi di tenuta più o meno gravi, che portano a contenziosi. Le cause e le soluzioni nella VIDEO intervista


Consorzio Q-RAD: la norma per la qualifica dei posatori dei sistemi radianti

Massimo-Fabricatore-QRAD.jpg

Massimo Fabricatore, che ha preso parte al convegno sui massetti a basso spessore e quelli per le pavimentazioni radianti, nella VIDEO intervista ha spiegato come funziona le norma che Q-RAD, Consorzio italiano dei produttori di sistemi radianti di qualità, ha stilato per la qualifica degli installatori.

clara-peretti.jpgIl presidente del Consorzio ha detto che il documento è alla base di un progetto più ampio che punta anche a coinvolgere i professionisti affinché partecipino a corsi di formazione per l'ottenimento di un attestato.

Sul tema dei pavimenti radianti a basso spessore e i massetti, è intervenuta anche Clara Peretti, segretario del Consorzio Q-RAD.

Nella VIDEO intervista ha riassunto le novità normative e di mercato.


Il settore delle costruzioni nel 2018: i dati sulla filiera del cemento e i pavimenti

nicola-zampella-federbeton.jpg

«In un contesto di rallentamento generale dell’economia italiana la filiera del cemento e del calcestruzzo è ancora in una fase di stagnazione su livelli produttivi molto bassi. All’interno della filiera il comparto dei pavimenti ha potuto fruire di un rimbalzo nei volumi di mercato determinato soprattutto dagli incentivi fiscali».

Questa la premessa di Nicola Zampella, responsabile del Centro Studi di Federbeton, che in occasione del Forum di CONPAVIPER ha presentato i dati emersi dall'indagine realizzata sul settore delle costruzioni e in particolare sull'andamento di quello dei pavimenti.

«Le previsioni per il futuro, relative al comparto dei pavimenti sono più positive ed è prevista una crescita» ha aggiunto nella VIDEO intervista


Pavimenti fibrorinforzati e Linee Guida del Consiglio Superiore dei LL.PP.: le possibili revisioni

giovanni-plizzari-professore-ordinario-tecnica-delle-costruzioni-esperto-calcestruzzi-fibrorinforzati.jpg

«I pavimenti fibrorinforzati: cosa cambia dopo il parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici». È il titolo dell'incontro che si è svolto durante il Forum e che ha visto anche la partecipazione di Giovanni Plizzari, professore di Tecnica delle Costruzioni all'Università degli Studi di Brescia. 

Nella VIDEO intervista il docente ha assicurato che alcune delle osservazioni emerse durante il confronto con gli operatori del settore saranno oggetto di futura revisione delle linee guida, confermando che ciò che non è negoziabile è che «il calcestruzzo fibrorinforzato deve essere venduto a prestazione garantita».

marco-francini-atecap.jpg

Al dibattito ha preso parte anche Marco Francini, rappresentante di ATECAP che, come sottolineato nella VIDEO intervista, ha riscontrato una «sostanziale apertura da parte del Ministero che non era data per scontata».

«L'attuale formulazione delle linee guida dà adito a dubbi sulla meticolosità del processo di qualifica di un calcestruzzo - ha aggiunto - in realtà questo è stato sostanzialmente smentito».

Dello stesso avviso anche l'ingegnere Gian Luca Pagazzi. gian-luca-pagazzi.jpg

Infatti, come emerso dalla VIDEO intervista, il rappresentante di CONPAVIPER, ha detto che «il processo di qualifica è molto più semplice del previsto». 

«I dubbi sono stati chiariti - ha continuato - ora servirà un'azione forte di formazione e divulgazione della conoscenza tra i professionisti, per fare capire quali siano gli aspetti importanti da tenere in considerazione quando si parla di calcestruzzo fibrorinforzato».


Progettazione delle pavimentazioni industriali: a chi spetta?

RAFFAELE-SOLUSTRI---CNI---CONSIGLIO-NAZIONALE-INGEGNERI---INGENIO-002.jpg

In merito alla progettazione delle pavimentazioni industriali è intervenuto anche l'ingegnere Raffaele Solustri del Consiglio nazionale degli ingegneri.

Nella VIDEO intervista, il consigliere ha ricordato che riparare «una pavimentazione industriale ammalorata e progettata male, ha risvolti economici per l'azienda soprattutto a causa di un possibile fermo produttivo, per cui è necessario che fin dall'inizio sia progettata da persone competenti in materia». 


Atecap e la certificazione di gestione responsabile

Nella andrea-bolondi-atecap-unical.jpgVIDEO intervista ad Andrea Bolondi, presidente di ATECAP, si è parlato di Certificazione di gestione responsabile (RSS), un nuovo schema europeo di certificazione per l'industria del calcestruzzo che ha l'obiettivo di dimostrare il grado di sostenibilità ambientale, economica e sociale di un'organizzazione.

«La parola chiave è responsabilità - ha detto - noi come associazione abbiamo istituito l'RSS che credo si sposi bene con la necessità di qualificare la manodopera e chi lavora nel settore».

Federbeton si occupa della promozione a livello nazionale dello schema e del supporto alle aziende che intendono certificarsi. 


Applicatori di pavimenti e rivestimenti: «La manodopera deve essere qualificata» 

enzo-parietti-conpaviper.jpg

Enzo Parietti, vicepresidente CONPAVIPER, sezione resine, ha ribadito l'importanza di una qualificazione della manodopera.

«La nostra categoria è specialistica e non deve essere confusa con categorie simili» ha dichiarato Parietti nella VIDEO intervista

«Per avere certezze che i prodotti vengano applicati correttamente e diano risultati di accettazione è necessario avere personale competente» ha concluso.


Pavimentazioni in calcestruzzo drenante: il codice di buona pratica carmine-puppio-conpaviper.jpg

CONPAVIPER è al lavoro anche sul fronte della regolamentazione delle pavimentazioni in calcestruzzo drenante.

«Stiamo preparando un codice di buona pratica perché il mercato italiano è privo di una normativa a riguardo - ha spiegato nella VIDEO intervista Carmine Puppio, consigliere dell'Associazione - il codice regolamenterà la posa in opera e la progettazione della pavimentazione realizzata con questo materiale che è sul mercato da meno di dieci anni». 


II Forum Conpaviper: il commento del vicepresidente onorario Penati Fabrizio-Penati.jpg

«Questo secondo Forum vuole rafforzare il concetto di professionalità e qualità della filiera» ha commentato nella VIDEO intervista, il vicepresidente onorario di CONPAVIPER, Fabrizio Penati.

«Il comparto si trova ad affrontare ancora alcune difficoltà come la polverizzazione del mercato e la mancanza di regole nelle esecuzioni delle opere edili, per cui l'impegno di CONPAVIPER è accorciare i tempi nel trovare soluzioni e rafforzare il valore della filiera». 


I massetti per i rivestimenti resilienti: caratteristiche e corretta applicazione enrico-barison.jpg

Durante il convegno dedicato ai massetti per i rivestimenti resilienti, Enrico Barison ha evidenziato il ruolo chiave che ricopre il massettista.

«I rivestimenti resilienti necessitano di un massetto performante in grado di supportare la loro lunga vita operativa, in alcuni casi di oltre 70 anni - ha affermato nella VIDEO intervista - ma soprattutto occorre una preparazione del supporto realizzata con un buon primer e una rasatura, sia a norma fuoco sia con una resistenza meccanica importante». 


I massetti per le pavimentazioni in ceramica con lastre sottili a basso spessore 

lorenzo-nizzetto-conpaviper.jpg

Diversi gli argomenti trattati in occasione del convegno sui massetti per le pavimentazioni in ceramica con lastre sottili a basso spessore.

Come riassunto nella VIDEO intervista da Lorenzo Nizzetto, consigliere CONPAVIPER per la sezione massetti, si è parlato sia dell'importanza della progettazione, in quanto c'è sempre meno margine di errore per questa tipologia di pavimenti, sia della verifica dell'umidità prima della posa delle piastrelle di grande formato per evitare l'effetto "pentola a pressione", inoltre si è discusso della necessità di introdurre la figura del progettista del "sistema sottofondo", una struttura che sta diventando sempre più complessa e articolata. 


Sottofondi per pavimenti interni: a breve il Codice di buona pratica angelo-belli-conpaviper.jpg

Potrebbe essere ultimato per la fine dell'anno il Codice di Buona Pratica per la qualifica dei sottofondi per pavimenti interni. A confermarlo è stato Angelo Belli, consigliere CONPAVIPER, che nella VIDEO intervista ha spiegato come sia «uno dei codici più importanti perché il sottofondo è alla base di tutto quello che viene realizzato sopra».

Nel documento è previsto «un abaco di vari schemi e consigli vari sui prodotti e su come devono essere utilizzati» ha specificato. 


EPD Italy come strumento di conformità ai CAM francesco-carnelli-icmq.jpg

Francesco Carnelli, Sales Account di ICMQ, ha spiegato cosa sono e come si ottengono gli EPD. ICMQ è infatti un organismo accreditato da Accredia per la verifica e convalida delle Dichiarazioni ambientali di prodotto (EPD) per i prodotti da costruzione.

«ICMQ svolge servizi di convalida delle dichiarazioni ambientali di prodotto - ha spiegato Carnelli nella VIDEO intervista - per dimostrare la conformità dei materiali a quanto previsto dal Decreto in vigore da tre anni che impone alle stazioni appaltanti pubbliche di rifornirsi di prodotti che abbiano determinate caratteristiche di sostenibilità». 


Il 2° Forum CONPAVIPER all'Ecoarea better living: le peculiarità del centro eventi "green"

romano-ugolini-ecoarea.jpg

Il centro eventi ideato da Romano Ugolini, ha ospitato la seconda edizione del Forum di CONPAVIPER.

Come raccontato nella VIDEO intervista, la struttura alle porte di Rimini, è stata costruita in bio-edilizia.

«Ecoarea better living è nato come progetto culturale per diffondere le idee della green economy - ha detto il presidente Ugolini - l'edificio consuma quasi zero in quanto è dotato di fotovoltaico, solare termico e pompe di calore e ospita circa 200 eventi all'anno». 

 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su