Manutenzione dei ponti in acciaio: ecco il quaderno tecnico ANAS

Nel quaderno vengono presentati degli esempi di soluzioni standard in carpenteria metallica in sostituzione di impalcati esistenti in c.a. e c.a.p. giunti a fine vita 

steel-bridge-300.jpg

E' disponibile il quaderno tecnico ANAS "Manutenzione dei ponti in acciaio - sostituzione di impalcati esistenti in c.a.p. con nuovi manufatti in carpenteria metallica", che approfondisce alcuni degli aspetti già trattati nei Quaderni Tecnici n. 7 e n. 8 e n. 16 e presenta degli esempi di soluzioni standard in carpenteria metallica in sostituzione di impalcati esistenti in c.a. e c.a.p. giunti a fine vita.

Vengono evidenziate le caratteristiche proprie della realizzazione di un impalcato in carpenteria metallica con particolare riguardo ai tempi, alla reperibilità dei prodotti ed alle problematiche tipiche del cantiere in caso di sostituzione di campate di ponti esistenti, con un approfondimento generale sui materiali, i giunti e gli appoggi, la durabilità ed i trattamenti protettivi, il piano di manutenzione e la sostenibilità dei ponti in carpenteria metallica.

Ponti in acciaio: di cosa si parla

Il documento, nato dalla collaborazione tra tra ANAS e Fondazione Promozione Acciaio, intende affrontare gli interventi di manutenzione straordinaria delle opere esistenti in calcestruzzo o c.a.p, nei casi in cui le condizioni del manufatto ammalorato siano tali che si debba ricorrere alla sostituzione dell’intera struttura o parte di essa, valutando la sostituzione con elementi in carpenteria metallica che presentano minore massa e pertanto conferiscono migliore comportamento in condizioni sismiche del ponte/viadotto trasferendo minori sollecitazioni alle sottostrutture.

Nei primi capitoli saranno approfonditi alcuni degli aspetti citati nel Quaderno Tecnico n. 16, in particolare per quanto riguarda le tipologie dei ponti esistenti in acciaio, il censimento, la valutazione e l’ispezione. Saranno fornite indicazioni sugli appoggi e sui giunti di dilatazione già trattati rispettivamente nei quaderni n. 7 e n. 8 pubblicati da ANAS.

Nei capitoli successivi verranno presentati degli esempi di soluzioni “standard” per le luci maggiormente ricorrenti dei ponti ANAS esistenti in c.a. e c.a.p: da 25m a 35m.

Vengono analizzate diverse tipologie di impalcati in carpenteria metallica:

  • bi-trave e multitrave con profili laminati;
  • bi-trave con profili saldati;
  • trave a cassone;
  • trave reticolare.

Viene riportata, infine, un’analisi delle diverse tipologie di soletta: in lastre prefabbricate in c.a., in calcestruzzo e con lastra ortotropa in acciaio ed un accenno agli allargamenti dei ponti esistenti con elementi in carpenteria metallica. L’analisi di più soluzioni con identiche luci standard ha permesso di valutare e confrontare, per ogni tipologia di impalcato, le proprie caratteristiche corredate dai vantaggi e/o svantaggi.

Il documento continua con un approfondimento sui materiali, la durabilità ed i trattamenti protettivi. Nei capitoli finali vengono affrontate tematiche proprie della realizzazione di un impalcato in carpenteria metallica: tempi, reperibilità dei prodotti e problematiche tipiche del cantiere in caso di sostituzione di campate di ponti esistenti.

Particolare attenzione viene data infine al piano di manutenzione dei ponti in acciaio, inserendo così un altro tassello nell’obiettivo di ANAS di standardizzare le attività manutentive ricorrenti e gli interventi di manutenzione programmata delle opere d’arte.

IL QUADERNO TECNICO SUI PONTI IN ACCIAIO E' DISPONIBILE A QUESTO LINK

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su