Opere immediatamente cantierabili: tutti i contributi e le informazioni per i piccoli comuni! Decreto e news

Il MIT ha pubblicato il decreto interministeriale che riguarda i comuni con popolazione fino a 3.500 abitanti relativo allo Sblocca Cantieri

scuole.jpg

E’ stato pubblicato, sul sito del MIT (e in allegato PDF), il decreto interministeriale MIT-MEF n. 400 del 3 settembre 2019, per l’attuazione del Programma di Interventi infrastrutturali per Piccoli Comuni fino a 3.500 abitanti, di cui al DL 32/2019 (c.d. "Decreto Sblocca Cantieri") convertito con modificazioni dalla legge 55/2019.

Il provvedimento ha destinato la somma di € 7.535.118,69 per il finanziamento di interventi per la manutenzione straordinaria di strade, per illuminazione pubblica, per strutture pubbliche comunali nonché per l’abbattimento di barriere architettoniche in edifici pubblici nei comuni con popolazione fino a 3.500 abitanti.

Al citato decreto è allegato l’elenco dei Comuni ammessi a presentare istanza per accedere al finanziamento selezionati in base al grado di urbanizzazione e all’Indice di Vulnerabilità Sociale e Materiale (I.V.S.M.).

NB - nella prima decade di novembre verrà emanato e pubblicato il Decreto Direttoriale che disciplinerà le modalità e i termini di presentazione delle proposte da parte dei soggetti interessati. Il termine di trenta giorni per la presentazione delle domande decorrerà dalla data di pubblicazione di detto Decreto Direttoriale.

Decreto per i comuni sotto i 3.500 abitanti: riepilogo

  • il costo dei progetti da finanziare dovrà essere pari ad un massimo di € 200.000, di cui fino a € 150.000 per lavori e fino a € 50.000 per somme a disposizione;
  • i comuni dell'Elenco possono inviare al MIT - Dipartimento per le infrastrutture, i sistemi informativi e statistici - Direzione Generale per l’Edilizia Statale e gli Interventi Speciali, il progetto esecutivo o, nei casi previsti dall’art.1 comma 2 del DL 32/2019 il progetto definitivo, dotato di tutti i pareri necessari per il quale intendono utilizzare le risorse assegnate, entro 30 giorni dalla pubblicazione sul sito istituzionale del Ministero del Decreto Direttoriale che disciplina modalità e termini di presentazione delle proposte stesse. Ai fini dell’ammissione al finanziamento, ogni intervento deve essere identificato dal codice unico di progetto (CUP);
  • a seguito della disponibilità delle risorse, per i progetti ammessi a finanziamento è erogato un anticipo pari al 50 per cento delle risorse assegnate. Il restante 50 per cento è erogato dopo l’aggiudicazione, che deve avvenire entro 90 giorni dall’adozione del Decreto di erogazione del primo 50 %;
  • i lavori dovranno terminare entro e non oltre 365 giorni naturali e consecutivi dalla data di erogazione del saldo, di cui al comma precedente, pena la revoca del finanziamento;
  • il monitoraggio, le verifiche sulla composizione del quadro economico, le obbligazioni giuridicamente vincolanti e le economie sono effettuate tramite il monitoraggio previsto dal d.lgs. 229/2011 di attuazione dell'art.30, comma 9, lettere e), f) e g), della legge 196/2009, in materia di procedure di monitoraggio sullo stato di attuazione delle opere pubbliche, di verifica dell'utilizzo dei finanziamenti nei tempi previsti.

IL DECRETO E LA LISTA DEI COMUNI BENEFICIARI SONO DISPONIBILI IN FORMATO PDF