La ricostruzione dei centri storici di L’Aquila e delle sue frazioni - B26

28/08/2013 3170

Paolo Angeletti, Alberto Cherubini, Giandomenico Cifani, Roberto De Marco, Maurizio Ferrini, Georg Frish, Daniele Iacovone, Alberto Lemme, Vincenzo Petrini - Struttura Speciale Alta Consulenza : Ufficio Speciale Ricostruzione - Comune di L’Aquila
Vittorio Fabrizi, Chiara Santoro - Comune di L’Aquila
Carmenzo Miozzi - Ufficio Speciale Ricostruzione L’Aquila

In questo lavoro si presenta la metodologia e il modello parametrico per la esecuzione degli interventi di ricostruzione degli edifici del centro storico di L’Aquila e delle sue frazioni. Per la redazione dei progetti è previsto un percorso che guida il tecnico nel rilievo del danno e delle tipologie costruttive e attraverso la correlazione di questi elementi è possibile determinare il contributo concedibile unitario e complessivo per l’intero edificio. Il modello parametrico prevede anche di determinare le eventuali maggiorazioni per gli edifici di pregio, di interesse paesaggistico e vincolati. Gli interventi post-sisma dovranno prevedere il recupero dei caratteri di rilevanza culturale per l’area interessata e l’incremento del contributo dovrà essere destinato a specifiche lavorazioni compatibili con l’interesse culturale rilevato. Nel lavoro sono illustrate le condizioni di danno e vulnerabilità del patrimonio edilizio ed inoltre sono state individuate alcune strategie di intervento correlate alle tipologie costruttive locali in relazione anche ai costi di intervento. Il tutto è stato sviluppato nella prospettiva di individuare un modello parametrico applicabile, in tempi rapidi, dopo un evento sismico.

Per scaricare il contenuto integrale è necessario essere Socio Anidis, scopri come associarti