L'equo compenso arriva anche nelle Marche: parcelle proporzionate alle prestazioni per legge

Il Consiglio regionale delle Marche ha approvato all’unanimità la legge per l’equo compenso, che punta a promuovere e valorizzare le attività professionali attraverso il riconoscimento del diritto ad un equo compenso

professionisti-1.jpg

L'equo compenso nella Regione Marche, approvato con l'ok alla legge di riferimento (disponibile in allegato), sarà proporzionato alla quantità, alla qualità, al contenuto ed alle caratteristiche della prestazione resa, oltre che conforme ai parametri applicabili alla specifica professione, così come stabilito anche dal legislatore nazionale.

Non solo: gli stessi parametri dovranno essere utilizzati, quale criterio o base di riferimento, ai fini dell’individuazione dell’importo da porre a base di gara e nei contratti di incarico professionale non dovranno essere inserite clausole vessatorie.

Equo compenso: il punto della situazione

La Regione Marche segue a ruota, in materia di equo compenso, Calabria, Basilicata, Piemonte, Campania, Sicilia, Lazio, Abruzzo, Puglia, Veneto che hanno già legiferato in tal senso.

Fondazione Inarcassa chiede una legge nazionale sul tema

Siamo molto soddisfatti - ha affermato Egidio Comodo, presidente di Fondazione Inarcassa, la Fondazione architetti e ingegneri liberi professionisti iscritti ad Inarcassa - che anche la Regione Marche abbia dato il via libera ad un provvedimento, sollecitato in primis dagli ordini professionali, che ha l’obiettivo di assicurare compensi proporzionali alla quantità e qualità della prestazione professionale”.
 
È ormai evidente che l’equo compenso non possa più rimanere appannaggio delle iniziative delle singole regioni, ma ci auspichiamo che presto Governo e Parlamento lavorino insieme per una legge nazionale che affronti in maniera sistematica il tema. La proposta in campo c’è. Possiamo ripartire dal ddl a prima firma del sen. Santillo che rappresenta un primo passo importante per restituire fiducia e dignità all’intera categoria professionale” ha concluso il Presidente.

LA LEGGE DELLE MARCHE SULL'EQUO COMPENSO E' DISPONIBILE IN FORMATO PDF