Il ruolo dei collegamenti fra elementi di copertura e travi principali nella definizione del comportamento a diaframma di edifici prefabbricati - B38

Articolo tratto dalle memorie del XV CONVEGNO ANIDIS - L'INGEGNERIA SISMICA IN ITALIA, Padova 30 giugno - 4 luglio 2013


A seguito del sisma dell’Emilia del 2012 sono emerse diverse problematiche relative alla carenza nei sistemi di collegamento fra gli elementi degli edifici prefabbricati esistenti. Nella memoria si analizza il ruolo giocato dal sistema di collegamento degli elementi di copertura nella definizione del comportamento degli edifici monopiano prefabbricati. In particolare, in funzione della disposizione dei collegamenti fra elementi di copertura e trave, è possibile definire schemi statici isostatici o iperstatici dei collegamenti stessi. Nella memoria si evidenzia come il diverso assetto statico dei collegamenti trave-tegolo abbia evidenti ripercussioni sul comportamento a diaframma della copertura dal quale dipende la distribuzione delle azioni sismiche sugli elementi strutturali principali (travi e pilastri) e su quelli secondari. Nella memoria si evidenzia pertanto l’importanza di un’analisi globale di tutto l’edificio, nelle fasi di progettazione degli interventi di miglioramento ed adeguamento sismico, che permetta di ottimizzare le prestazioni sismiche dell’edificio e ridurre i costi degli interventi.

Di questa memoria è possibile scaricare il pdf completo.