Pavimentazione in calcestruzzo fibrorinforzato ad alta resistenza per la logistica distributiva a Bulciago (LC)

Progettare e realizzare una pavimentazione in calcestruzzo fibrorinforzato per la logistica distributiva. Quali sono gli accorgimenti tecnici da tenere in considerazione? In questo articolo una referenza di Fibrocev srl che ha collaborato al progetto e fornito le fibre strutturali FIBRAG® STEEL per realizzare una pavimentazione ad alta resistenza per la logistica distributiva nella provincia di Lecco.

pavimentazione-in-cls-fibrorinforzato_tomasoni-diego.jpg
Foto vincitrice del concorso fotografico tenutosi presso 2° Forum Nazionale Massetti e Pavimenti di RiminiPremio Giuria Tecnica, Prima classificata come miglior foto in assoluto. Photo: Diego Tomasoni

13mila mq di pavimentazione in cls fibrorinforzato per la logistica distributiva a Bulciago

L'intervento ha visto la realizzazione delle pavimentazioni in calcestruzzo del magazzino logistico di 13.000 mq di superficie, tutti interamente realizzati con fibre strutturali di acciaio FIBRAG® STEEL: F-DUE 60/65 MT.

Date le forti sollecitazioni gravanti sulla pavimentazione, sia carichi statici che dinamici, la soluzione in calcestruzzo fibrorinforzato è stata identificata come la migliore in termini sia realizzativi che prestazionali. Tale tipologia ha infatti permesso di garantire così un rinforzo in tutta l’altezza della sezione oltre a dimezzare le tempistiche di realizzazione delle opere stesse.

Il progetto della pavimentazione è stato condotto in collaborazione con il Geom. Riccardo Romanini, General Manager di So.Co.Pav S.r.l. di Senago (MI), ponendo particolare attenzione anche al mix-design del calcestruzzo, coadiuvato dall’impresa Calcestruzzi Erbesi S.r.l. di Garbagnate Monastero (LC).

Nell’articolo sono specificati tutti i parametri di progetto e le metodologie realizzative delle pavimentazioni.

Il progetto della pavimentazione

Il progetto ha previsto la realizzazione delle pavimentazioni interne in calcestruzzo fibrorinforzato del centro logistico sito in Bulciago (LC), visibile dalla SS 36 del Lago di Como e dello Spluga nel tratto di strada della Nuova Valassina, per una superficie di intervento complessiva di circa 13.000 mq.

La necessità di realizzare la pavimentazione in calcestruzzo fibrorinforzato è stata dettata dagli elevati carichi, sia statici che dinamici, gravanti sulla pavimentazione.

I carichi gravanti sulla pavimentazione

Nel progetto della pavimentazione è stata posta particolare attenzione all’entità dei carichi da considerare, allo scopo di realizzare una struttura di piastra versatile e adatta a diverse funzioni, a diversi carichi e capace di garantire una continuità prestazionale nel tempo.

In particolare, per quanto riguarda l’entità dei carichi concentrati, di gran lunga quelli più gravosi in quanto agenti su un’impronta relativamente piccola, è stato considerato un carico maggiore del TRIPLO di quello imposto dal CNR-DT 211/2014 per la categoria di pavimentazioni L4 (Magazzini per la grande distribuzione e industria con uso intensivo di carrelli elevatori e con presenza di scaffalature alte), considerando inoltre la possibilità di carichi ravvicinati (carico di doppia intensità sulla somma delle impronte).

In dettaglio, nel progetto della pavimentazione sono stati considerati i seguenti carichi:

-          CARICHI STATICI

Carico uniformemente distribuito

9.300 kg/m2

Scaffalature fisse

(distanza min. appoggi 30cm)

11.500 kg/appoggio

(16.800 kg/appoggio)

-          CARICHI DINAMICI

Carrello elevatore trilaterale

4.500 kg/ruota

Il mix design del calcestruzzo e i getti in opera

Per il progetto è stata posta particolare attenzione al mix design del calcestruzzo con un controllo diretto in cantiere sotto la supervisione di Fausto Ferrari (f.ferrari@fibrocev.it,  Fibrocev Srl), per garantire la corretta integrità della pavimentazione sia durante le prime ore di maturazione del calcestruzzo che per preservarne la vita utile in relazione ai carichi agenti e al ritiro del calcestruzzo stesso.

I getti per la realizzazione della pavimentazione sono stati eseguiti attraverso la stesa meccanizzata di circa 2.860 mc di calcestruzzo fornito da Calcestruzzi Erbesi S.r.l. di Garbagnate Monastero (LC), tramite l’ausilio di vibrostenditrici Laser Screed per garantire una lavorazione del calcestruzzo estremamente precisa e a planarità controllata. I campi giornalieri di getto sono di 1.000 mq c.ca.

Modello di calcolo pavimentazione

Per il calcolo, la pavimentazione è stata schematizzata come una piastra su supporto continuo. Il terreno di sottofondo è stato modellato come un insieme di elementi elastici indipendenti (teoria di Winkler).

VERIFICHE AGLI STATI LIMITE DI ESERCIZIO

Per gli stati limite di esercizio sono state condotte le verifiche:

  • verifiche di deformabilità al gradiente termico
  • verifiche di fessurazione da ritiro

VERIFICHE AGLI STATI LIMITE ULTIMI

La verifica agli stati limite ultimi della pavimentazione in calcestruzzo fibrorinforzato è stata condotta confrontando il valore di progetto delle azioni sollecitanti con i corrispondenti valori delle resistenze residue del calcestruzzo fibrorinforzato.

Nelle analisi numeriche svolte è stato previsto l’utilizzo di un legame costitutivo a trazione post-fessurazione determinato sulla base di prove sperimentali sul materiale, condotte in accordo con la normativa UNI EN 14651/2007. Tale Normativa prevede lo svolgimento di prove sperimentali di flessione su tre punti di carico, condotte su elementi intagliati di dimensione 600x150x150 mm, mediante i quali è possibile determinare le due resistenze post-fessurazione: la prima, tipica per le condizioni di esercizio SLE, è la tensione residua (fR1) raggiunta in corrispondenza di un’apertura alla base dell’intaglio CMOD pari a 0.5 mm; la seconda, tipica per lo stato limite ultimo SLU, è la tensione residua (fR3) individuata in corrispondenza di un CMOD pari a 2.5 mm.

... CONTINUA LA LETTURA NEL PDF ALLEGATO

Per maggiori informazioni >>> fibrocev.it


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su