Autorizzazioni sismiche, Regione Marche: da gennaio 2020 solo pratiche online

Digitalizzazione dei progetti strutturali per le autorizzazioni sismiche: da gennaio pratiche solo on line nella Regione Marche

terremoto-ricostruzione-700.jpg

La Regione Marche ha ufficializzato che, a partire dal 1° gennaio 2020, sarà attivato in forma generalizzata il portale DOMUS (Deposito On-line Marche Unificato per la Sismica) e che da quella data non saranno più accettate istanze di deposito o di autorizzazione in formato cartaceo.

Nella nota ufficiale, la Regione Marche ricorda che, dopo una fase di sperimentazione e rapida formazione nei territori, ha già avviato la digitalizzazione dei progetti strutturali in zona sismica attraverso un portale che attualmente consente la compilazione e la trasmissione dell’istanza di deposito o di autorizzazione.

Già adesso, quindi, è possibile la presentazione digitale di istanze di deposito o autorizzazione ai sensi degli artt. 65, 93, 94 e 94bis del dpr 380/2001. Dal 1° gennaio 2020 sarà l'unica modalità ammissibile.

Nuovo Sistema Autorizzazioni Sismiche

Il nuovo sistema informatico “Domus Sismica” è strutturato per la compilazione guidata della documentazione relativa alle pratiche sismiche ai sensi degli art.93, 94, 94bis del dpr 380/2001

Le pratiche devono essere redatte e inviate online nell’apposita piattaforma e devono essere corredate dalle firme richieste dalle norme e dal sistema informativo per agevolare il controllo automatico delle sottoscrizioni.

La denuncia dei lavori deve essere presentata per ogni “struttura isolata” a prescindere da qualsiasi altra valutazione di merito. Nello specifico, trattasi di opere che possono prevedere una conclusione dei lavori singola rispetto al complessivo intervento edilizio ipotizzato. Rimane ferma la responsabilità dei vari soggetti, così come previsto dalle norme di settore, per la compilazione e trasmissione corretta e completa degli elaborati necessari, compreso il contenuto degli stessi. Si ricorda che la procedura non è utilizzabile per le pratiche relative alla ricostruzione post terremoto del 2016.