Come le aziende possono ottenere la certificazione del sistema di gestione BIM

L’utilizzo della metodologia BIM comporta vantaggi che coprono l’intero ciclo di vita dell’opera e coinvolgono anche tutti gli attori coinvolti nel progetto. Il prerequisito fondamentale per l’adozione del BIM è l’alto grado di qualificazione che tutti i professionisti che intendono lavorare con questa metodologia devono possedere. La possibilità di ottenere una certificazione BIM non è solo relegata al singolo professionista: anche le aziende possono ottenere la certificazione del sistema di gestione BIM.

certificazione-sistema-di-gestione-bim_one-team.jpg

Certificazione ICMQ del sistema di gestione BIM: i vantaggi

Nel 2017 ICMQ (Istituto di certificazione e marchio qualità per prodotti e servizi per le costruzioni) ha sviluppato uno schema di certificazione del sistema di gestione BIM basato su una Specifica Tecnica. Questa è ispirata alla High Level Structure che accomuna i sistemi di gestione ISO (qualità, ambiente, energia) ed è stata redatta con i principali portatori d’interesse del settore. La certificazione ICMQ per le aziende richiede a quest’ultime dei dati evidenti su come sia stata applicata la metodologia BIM, fornendo evidenza sulle risorse, le infrastrutture e i metodi utilizzati. Una certificazione ICMQ comporta molti vantaggi che riguardano la partecipazione ai bandi e alle gare, i quali richiedono sempre più spesso prova delle competenze dei professionisti BIM. I benefici, però, sono anche altri: una certificazione del sistema di gestione BIM fornisce ad un’impresa la possibilità di qualificare il brand aziendale, così da distinguersi dai competitor e contribuire a dimostrare, in caso di contenzioso, di aver operato in linea con i requisiti.

Cosa serve per ottenere la certificazione?

Gli step indispensabili per l’applicazione del Sistema di gestione BIM sono:

  • comprensione del contesto e individuazione delle parti interessate: si tratta principalmente, ma non esclusivamente, del contesto tecnologico/culturale in cui si opera;
  • definizione del campo di applicazione del Sistema di gestione, ossia l’insieme delle attività che si intendono svolgere con l’utilizzo del BIM;
  • analisi dei processi e dei rischi associati e individuazione delle misure di mitigazione;
  • verifica del livello di applicazione delle misure messe in atto e della loro efficacia;
  • riesame e revisione del Sistema di gestione nel suo complesso, analisi e definizione degli obiettivi.

Le soluzioni di One Team per la certificazione del sistema di gestione BIM

Nel contesto della certificazione del sistema di gestione BIM, One Team assumeil ruolo di “advocate”, supportando le imprese nella fase di preparazione e audit della certificazione. A fronte degli anni impiegati nell’attività di introduzione dei processi BIM e della collaborazione con i propri clienti, One Team ha strutturato un metodo di lavoro, chiamato Metodo One Team, che consente a tutte le realtà del settore di adottare il BIM in 5 fasi: analisi, formazione, assistenza al progetto, standardizzazione e, infine, ottimizzazione, fase fondamentale per la certificazione del sistema di gestione BIM. One Team, infatti, propone servizi di Audit periodici svolti da tecnici certificati ai sensi della UNI 11337:7, con l’obiettivo di controllare e mantenere aggiornate le procedure interne e le metodologie, grazie anche al monitoraggio dei rischi. I servizi di Audit sono finalizzati al controllo, alla verifica e, soprattutto, alla definizione dei piani di miglioramento. Grazie a questo servizio, diversi clienti One Team sono riusciti a conseguire la certificazione del sistema di gestione BIM, tra cui: Impresa Bacchi, Studio Alfa S.p.A e Techint Compagnia Tecnica Internazionale S.p.A.

Vuoi maggiori informazioni su come ottenere la certificazione del sistema di gestione BIM? >>> scrivi a marketing@oneteam.it

 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su