INGENIO al tempo del CORONAVIRUS

Cari lettori,

come tutti coloro che vivono nella nostra penisola, come purtroppo molti altri ancora, nelle ultime settimane anche noi della Casa Editrice che pubblica INGENIO abbiamo dovuto affrontare il problema del Corona Virus, o COVID-19 come si dovrebbe più correttamente chiamare.

Cosa abbiamo fatto ? ovviamente il primo passaggio - avviato alcune settimane fa - è stato quello di tutelare al meglio la salute di chi lavora con noi, e quindi le famiglie collegate, adottando ogni provvedimento utile sotto il profilo sanitario, e giorno per giorno abbiamo reso più forte questa azione.

Ma poi abbiamo dovuto anche pensare come comportarci con le nostre pubblicazioni e come organizzare la nostra attività.

INGENIO è oggi (alla data del 9 marzo) posizionato secondo Alexa nei primi 65.000 siti del mondo e nei primi 1.100 siti italiani. Tra chi si occupa di costruzioni, ingegneria, architettura, geologia, … siamo tra i primi tre portali meglio indicizzati, posizionati e con il maggior traffico in Italia. Nel mese di febbraio 2020 abbiamo superato le 880.000 visite, toccando il milione e duecentomila pagine viste.

Per questo riteniamo che la nostra funzione di “connettore”, di “informatore”, di “divulgatore tecnico scientifico”, di “supporto all’approfondimento” sia importante, soprattutto in un momento come questo, in cui diventa più difficile per le persone incontrasi, frequentare eventi e corsi, collaborare. 

Ecco perchè, all'inizio di questa vicenda, quando ancora si parlava solo dei due turisti cinesi ricoverati allo spallanzani, abbiamo deciso di potenziare ulteriorermente il portale, con l'obiettivo di offrire, quindi, un ulteriore supporto ai settori a cui siamo collegati per affrontare la crisi: ai lettori, alle aziende, alle associazioni, alle istituzioni.

Potenziare INGENIO durante l’emergenza: cosa abbiamo fatto

Innanzitutto abbiamo avviato un piano che prevedesse non solo il mantenimento della redazione interna ed esterna, ma anche il potenziamento delle collaborazioni esterne, con altre figure che ci aiutassero ad affrontare con maggiore capacità temi di interesse professionale, tecnico e scientifico. Si tratta di collaborazioni che ci porteranno nelle prossime settimane ad allargare gli ambiti di approfondimento.

Consci del fatto che per un certo periodo non saremmo stati impegnati in trasferte ed eventi, come avviene di solito, abbiamo inoltre deciso di dedicare maggior tempo al controllo dei contenuti già pubblicati, per una loro ulteriore valorizzazione, anche aggiornandoli ie risolvendo alcune problematiche di “pubblicazione” e alcuni errori emersi nel tempo (per esempio link non più esistenti) al fine da migliorarne ulteriormente l’efficacia e la indicizzazione.

Abbiamo anche avviato un lavoro di valorizzazione degli oltre 300 video tecnici che abbiamo prodotto e pubblicato negli ultimi sei mesi, attraverso una modifica della nostra gazzetta e un’azione di rilancio editoriale.

Nuovi servizi di INGENIO in fase di avvio

Abbiamo lavorato anche per fare partire alcuni nuovi progetti, che si basano su un maggiore uso dei video, collegati a nuove idee per la formazione e informazione a distanza. Si tratte di soluzione studiate per le aziende e le associazioni che, in un momento in cui come accade oggi è più difficile incontrarsi e comunicare, hanno la necessità di proseguire il loro dialogo con il mercato.

Con l’obiettivo di poter approfondire le novità e gli strumenti che possono essere più importanti e interessanti per la professione e per le costruzioni abbiamo appena avviato una nuova campagna, intensa, di contatti e registrazione delle diverse testimonianze di numerosi professionisti tecnici, conosciuti o meno. Siamo certi che il racconto di casi reali possa portare a una importante divulgazione della conoscenza.

Potenziamento del portale INGENIO

Infine, nella giornata di oggi (9 marzo) abbiamo completato l’aggiornamento tecnologico del nostro portale che avevamo pianificato sempre un mese fa.

Si tratta di modifiche per lo più “invisibili” agli occhi del lettore, ma che attraverso l’implementazione di nuovi strumenti di gestione dei metadati, di codifica degli url, di ottimizzazione dei canonical delle varie paginazioni, di semplificazione del crawling del portale … possano portare a una migliore indicizzazione del sito. Questo ha comportato un black out di circa un’ora (il 9 marzo), ma questo non ci impedirà di superare le 28.000 sessioni anche oggi.

Ottimismo per il futuro, consapevolezza dei problemi del presente

Siamo consci del periodo di difficoltà che dovremo affrontare nei prossimi mesi e che quello che abbiamo vissuto nelle ultime settimane rappresenti solo un antipasto.

Ma prima o poi (speriamo prima) l’emergenza finirà e, allora, sarà il momento per tutti di ripartire.

Non vogliamo ripartire quel giorno da zero, e riteniamo che se in questi mesi avremo colto il maggior tempo a disposizione per incrementare il tasso di conoscenza tecnica di tutti i professionisti del nostro paese, sarà più facile tornare in tempi brevi non solo alla situazione pre-crisi, ma in una situazione migliore.

Il realismo ci aiuterà ad affrontare quindi questo periodo con la maggiore attenzione possibile, anche nella gestione delle risorse, l’ottimismo ci aiuterà a fare ogni cosa meglio, e a superare le difficoltà che giorno per giorno incontreremo.

State con noi.

Andrea Dari

PS.

Non posso che ringraziare tutte le persone, interne ed esterne, che si stanno impegnando con noi in questa nuova sfida.

Mi torna in mente una frase di Erri De Luca "Due non è il doppio ma il contrario di uno, della sua solitudine. Due è alleanza, filo doppio che non è spezzato.” 

certificazione-oro-gbc-historic-building_marco-mari_andrea-dari.jpg

Ho voluto inserire come mia foto questa realizzata con Marco Mari, vice Presidente di Green Building Council, amico e inguaribile ottimista. Abbiamo in mano una targa, importante, perchè è uno dei simboli della qualità del costruire e del manutenere.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su