Un rifugio da sogno progettato in BIM: una storia di successo con Allplan Architecture

Questa costruzione rappresenta un esempio di rifugio montano in cui, grazie alla progettazione BIM, sono state vinte sfide ambientali, estetiche e funzionali.

allplan-achitecture_rifugio-la-mamotta_01.jpg

Il BIM di Allplan per il progetto del Rifugio La Marmotta in Alta Val Susa

Il rifugio "La Marmotta" si trova in Alta Val Susa, nel complesso sciistico denominato Via Lattea, a una quota di circa 2440 metri. L'edificio ha una splendida vista che spazi a dal monte Chaberton al monte Rocciamelone ed è in un'area completamente immersa nel paesaggio naturale a pochi metri dalla vetta e lontano dal centro abitato.

Nel 2014 l'edificio esistente, costruito negli anni '50, è stato acquistato da una società con l'intenzione di realizzare una struttura con destinazione turistico ricettiva sulle piste della "Via Lattea", che avesse caratteristiche estetiche ricercate e funzionali per questo contesto e che soddisfacesse una clientela esigente.

Vincere la sfida di progettare in un ambiente difficile e soggetto alla stagionalità

La principale sfida affrontata dallo studio di progettazione è stata quella di dover operare in un contesto ambientale difficile. Il rifugio, sito proprio sulle piste da sci, è raggiungibile d'estate tramite una strada sterrata e d'inverno unicamente tramite gli impianti di risalita. La possibilità di operare sul posto è stata dunque limitata al solo periodo estivo, mentre la stagione invernale è stata dedicata all'approfondimento degli elaborati grafici, del design interno e degli arredi. La richiesta del committente era oltretutto molto chiara: l'edificio doveva avere una propria riconoscibilità anche da lunghe distanze e attrarre turisti sia d'estate che d'inverno.

allplan-achitecture_rifugio-la-mamotta_02.jpg

Modellazione veloce e attenzione al dettaglio con Allplan Architecture

La progettazione di questo raffinato e accogliente edificio è stata affidata ad Allplan Architecture, che grazie alla rapidità e alla semplicità di modellazione, ha permesso al progettista di rispettare le tempistiche imposte dalla stagionalità.

Lo studio AB2ER, incaricato del progetto, ha avuto ampia libertà di scelta per il design esterno. Dopo un'attenta valutazione dell'ambiente circostante, ha optato per una soluzione a falda unica, nel rispetto dell'andamento naturale del terreno. La facciata principale, che è la più alta e ospita l'ingresso, è stata posizionata verso Sud, mentre la facciata più bassa è orientata verso Nord con un'interessante vetrata inclinata di 14° (come la copertura) per valorizzare la vista sulla valle e sulla capanna Mollino, situata poco più in basso.

AB2ER, che utilizza Allplan fin dalla sua fondazione avvenuta ormai 25 anni fa, ha potuto offrire alla committenza una progettazione attenta e dettagliata. Le caratteristiche del software, che consentono di realizzare le finiture in dettaglio personalizzando le texture, e l'elevatissimo grado di realismo dei render offerti da Allplan, hanno permesso di proporre al committente diverse soluzioni fra cui scegliere.

allplan-achitecture_rifugio-la-mamotta_03.jpg

Come gestire le complessità ambientali di un progetto architettonico grazie al BIM

AB2ER, abituato ad operare in contesti montani in cui le condizioni del sedi me sono una variabile fondamentale, ha iniziato la progettazione utilizzando il modulo Terreno di Allplan per restituire lo stato di fatto del sito del progetto.

Il passo successivo è stato lo studio del modello di edificio, approntato con le funzionalità per la progettazione architettonica. L:abbinamento sapiente fra i due ambiti consente di evitare errori ...

>>> CONTINUA LA LETTURA DELL'ARTICOLO

Per maggiori informazioni su ALLPLAN ARCHITECTURE visita il sito di ALLPLAN

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su