Coronavirus, arrivano i finanziamenti di Inarcassa! I dettagli del bando, domande fino al 31 dicembre 2020

Sono disponibili per gli associati a Inarcassa i finanziamenti in conto interessi fino a 50.000 euro, da restituire in 5 anni senza interessi, che restano in carico a Inarcassa, finalizzati a fronteggiare l'emergenza Covid-19

previdenza-inarcasssa-risparmio-sostenibilita.jpg

Nell'ambito degli interventi deliberati da Inarcassa il 13 marzo 2020, sono disponibili per gli associati alla Cassa dei professionisti tecnici i finanziamenti in conto interessi fino a 50.000 euro, da restituire in 5 anni senza interessi, che restano in carico a Inarcassa, finalizzati a fronteggiare l'emergenza Coronavirus

I finanziamenti sono erogati tramite convenzione con l'Istituto Tesoriere Banca Popolare di Sondrio.

Chi può beneficiarne e per quali finalità

Possono accedere al finanziamento agevolato Covid-19 tutti gli iscritti ad Inarcassa, senza limiti di età, in regola per il rilascio del certificato di regolarità contributiva alla data della richiesta.

Il finanaziamento può essere concesso per:

  • qualsiasi esigenza di liquidità nello svolgimento dell’attività professionale connessa allo stato di crisi;  
  • anticipazione costi da sostenere per progetti ed interventi da effettuarsi a fronte di committenze di uno o più incarichi professionali;
  • acquisto di immobilizzazioni materiali e immateriali necessarie allo svolgimento dell'attività professionale.

Importo, durata, tasso nominale, contributo

  • l'importo finanziabile va da un minimo di € 5.000 a un massimo di € 50.000 per sinogolo professionista, anche associato o socio di una socità di professionisti o società tra professionisti.
  • il prestito concesso con durate di 24, 36, 48 e 60 mesi, con 6 mesi di preammortamento;
  • il tasso nominale annuo, a carico di Inarcassa, è fisso, parametrato al'IRS di periodo maggiorato di uno spread di 2,5 punti percentuali, tasso minimo pari allo spread;
  • Inarcassa corrisponderà il 100% della quota interessi alla scadenza di ogni rata.

NB - Il contributo sugli interessi è previsto esclusivamente in regime di iscrizione ad Inarcassa; pertanto qualora, per qualsiasi ragione, intervenga la cancellazione dai ruoli dell’Associazione detto contributo viene meno e il professionista dovrà provvedere al loro pagamento integrale a decorrere dalla prima rata non ancora corrisposta, a meno dell’immediato rimborso del credito residuo.

Spese, periodicità rimborso, penalità, assicurazione

  • spese istruttoria: “una tantum” di 50 euro trattenute sull'importo erogato.
  • rateizzazione: rate mensili, con inizio dopo 6 mesi dall'erogazione, con € 3,50 di spesa incasso rata per ciascuna
  • penalità per estinzione anticipata: in caso di estinzione anticipata sarà prevista l'applicazione di una penale pari all'1% del capitale residuo;
  • copertura assicurativa: è possibile aderire alla polizza assicurativa denominata Arc@professione che garantisce al titolare del finanziamento il pagamento del debito residuo in caso di morte o invalidità totale e permanente.
  • oneri fiscali: all'atto dell'erogazione sarà trattenuta in ottemperanza al DPR 601/73, l'imposta sostitutiva pari allo 0,25 del capitale erogato;
  • erogazione: il finanziamento viene concesso a insindacabile giudizio della Banca Popolare di Sondrio

Modalità di accesso e domanda

La domanda può essere inoltrata esclusivamente tramite Inarcassa On line. E’ sufficiente collegarsi alla propria area riservata digitando i codici personali e selezionare, nella sezione “Servizi finanziari e assicurativi”, la voce corrispondente.

Le domande possono essere presentate entro il 31 dicembre 2020 e saranno istruite secondo l'ordine cronologico di presentazione fino a capienza dello stanziamento deliberato.

IL TESTO INTEGRALE DEL BANDO E LA SCHEDA TECNICA DEI FINANZIAMENTI SONO SCARICABILI IN FORMATO PDF



Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su