Il terremoto del 20 e del 29 maggio 2012 in Emilia Romagna: la prestazione sismica delle strutture prefabbricate in c.a. - I8

Il 20 ed il 29 maggio 2012 due eventi sismici hanno colpito l’Emilia-Romagna, provocando 27 decessi, circa 400 feriti, 15000 sfollati, gravi danni strutturali alle costruzioni in muratura ed a quelle prefabbricate. Un report fotografico, realizzato nelle zone epicentrali ed riportato in questo articolo, mostra i danni principali registrati in quest’ultima tipologia costruttiva. In particolare, si evidenzia che danni più diffusi sono relativi a fenomeni di perdita di appoggio degli elementi strutturali in caso di connessioni attritive trave - pilastro o copertura - trave ed al collasso delle connessioni metalliche che collegano i pannelli di tamponatura esterna al sistema strutturale. Un excursus normativo riguardante la progettazione delle strutture prefabbricate in Italia, spiega in parte le carenze strutturali evidenziate. Con riferimento alle connessioni attritive trave-pilastro, lo studio degli spettri di risposta registrati permette di giustificarne l’elevata vulnerabilità esibita durante questi due eventi sismici.

Di questa memoria è possibile scaricare il pdf completo.