Building of the Year 2020: ecco i 15 migliori progetti di architettura dell'anno

Il Building of the Year non è il tradizionale premio di architettura dove a giudicare i progetti è chiamata una giuria di “esperti”. Si tratta invece del contest indetto ogni anno da Archdaily, il famoso broadcasting di architettura internazionale, dove a giudicare i progetti in competizione sono i lettori, professionisti e laici. Il Building of the Year è il più grande e "democratico" premio di architettura al mondo svolto in modalità digitale, oltre 95.000 i voti raccolti in questa ultima edizione.

15 le categorie in gara: architetture d’interni, residenziali, pubbliche, commerciali, industriali, culturali, sportive, educative, uffici, settore ospitalità, housing, strutture sanitarie, religiose, piccole costruzioni, migliori prodotti applicati.

I progetti premiati sono molto diversi, alcuni sono riconosciuti a livello internazionale altri invece sono decisamente meno popolari ma non per questo meno creativi e originali.

A contendersi i premi nelle singole categorie tutti i progetti che sono stati pubblicati per la prima volta sulla piattaforma di Archdaily tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019.

Ecco i 15 migliori progetti di architettura secondo i follower di Archdaily

Architettura religiosa: la Wooden Chapel design John Pawson (2018), Lutzingen, Germania

In Germania sud-occidentale è tradizione realizzare piccoli luoghi di culto inseriti nel paesaggio. 

pawson_wood-chapel.jpg

Il progetto Sieben Kapellen, o Seven Chapels, aveva come obiettivo quello di realizzare piccole architetture religiose a disposizione di ciclisti e camminatori lungo i percorsi immersi nel verde. Piccoli luoghi in cui rifugiarsi per una pausa o semplicemente per rilettere. John Pawson ha realizzato una architettura in legno massello di soli 30 mq che esprime tutta l'unicità della sua massa; per molti può apparire come un ordinata catasta di legna mentre per altri può creare l'impressione formale di un pezzo di scultura. Le aperture tagliate nell'involucro esprimono lo spessore del legno, mentre la stretta entrata ricrea deliberatamente il senso di vicinanza fisica incontrata mentre ci si muove attraverso i fitti boschi.

Architettura pubblica: il Jewel Changi Airport firmata Safdie Architects (2019), Singapore

Adempiendo alla sua missione come connettore tra i terminali esistenti, Jewel (trad. gioiello) unisce due ambienti - un mercato e un giardino paradisiaco - per creare un nuovo archetipo incentrato sulla comunità, come il cuore e l'anima dell'aeroporto di Changi. 

jewel_changi_airport_the_forest_valley.jpg

 

Il centro di 135.700 mq accessibile al pubblico comprende strutture per operazioni aeroportuali a terra, giardini interni e attrazioni per il tempo libero, shop, ristoranti e caffè e strutture alberghiere, tutte sotto lo stessa copertura. La geometria di Jewel si basa su un tetto a cupola toroidale semi-invertito di 200 metri di diametro e supportato solo in modo intermittente lungo il bordo esterno del giardino; la struttura integrata e il sistema di facciata consentono un interno quasi privo di colonne.

 

Architettura industriale: il CopenHill Energy Plant Center firmata BIG (2019), Copenhagen, Danimarca

CopenHill è un impianto di termovalorizzazione di 41.000 mq con un centro ricreativo urbano e un centro di educazione ambientale, che trasforma le infrastrutture sociali in un punto di riferimento architettonico. 

big_arc_copenhill_image-by-dragoer-luftfoto.jpg

Gli appassionati di attività ricreative e i visitatori che raggiungono la cima del CopenHill sentiranno la novità di una montagna in un paese altrimenti pianeggiante. I non sciatori possono godersi il bar sul tetto, l'area di cross-fit, la parete da arrampicata o l'altopiano panoramico più alto della città prima di scendere sul sentiero alberato di 490 metri e correre su un terreno lussureggiante e montuoso. Il tetto verde di 10.000 mq affronta il difficile microclima di un parco alto 85 metri, rigurgitando un paesaggio a biodiversità assorbendo il calore, rimuovendo le particelle di aria e minimizzando il deflusso delle acque piovane.

Architettura dell'ospitalità: il Garden Hotpot Restaurant design MUDA-Architects (2019), Chengdu, China

Il clima piacevole e caldo di Chengdu rende questa cittadina una calamita turistica nel sud-ovest della Cina. 

garden-hotpot-restaurant-muda-architects.jpg

Il ristorante Garden Hotpot si trova nell'entroterra del comune di Sansheng, circondato da uno stagno di loto, nascosto in una foresta di eucalipti. Con l'idea di prestare il massimo rispetto all'ambiente naturale, MUDA decide di eliminare la scala architettonica, tralasciando i muri e utilizzando solo pilastri e assi per nascondere leggermente l'edificio nel bosco. L'edificio si integra delicatamente con il sito e delinea la forma del lago in modo leggero e pacifico. In totale, l'edificio ha una circonferenza di 290 metri, con un'altezza di 3 metri e la larghezza varia a seconda dell'ambiente naturale. La piattaforma è realizzata in legno anticorrosivo e il tetto è in lamiera di acciaio zincato, rivestito con vernice fluorocarbonica bianca, che completa l'ambiente lussureggiante circostante. Una serie di colonne in acciaio con un diametro di 88 mm viene utilizzata come struttura di supporto e si fonde con i tronchi dritti degli alberi di eucalipto scomparendo nella natura.

Architettura culturale: il Musée Yves Saint Laurent a Marrakech firmata Studio KO (2017), Marocco

museo-yves-saint-laurent-cil-300x300.jpg

Dedicato al lavoro del leggendario stilista francese, il Musée Yves Saint Laurent Marrakech (mYSLm) ha aperto le sue porte nell'autunno 2017. Ospita un'importante selezione della Fondation Pierre Bergé - La straordinaria collezione di Yves Saint Laurent. Il nuovo edificio si estende su 4.000 mq ed è più di un semplice museo. È dotato di uno spazio espositivo permanente di 400 mq, che mostra il lavoro di Yves Saint Laurent all'interno di una scenografia originale progettata da Christophe Martin; uno spazio espositivo temporaneo di 150 mq, un auditorium da 130 posti, una libreria, un bar-ristorante con terrazza e una biblioteca di ricerca che ospita 5.000 libri. >>> Prosegui la lettura QUI

Architettura sanitaria: il Centro Sanitario di Krün design Kengo Kuma & Associates (2018), Germania

kengo-kuma-centro-sanitario-di-krun.jpg

Kengo Kuma & Associates ha progettato una struttura per la meditazione in una foresta alla periferia di Monaco, non troppo lontano dal castello di Neuschwanstein di Ludovico II. Sono stati selezionati abeti coltivati ​​vicino al sito e successivamente tagliati e accumolati come ramoscelli, al fine di produrre una scala di transizione tra la grande foresta e la piccola architettura. Questo è anche un spazio coperto attraverso il quale le persone possono sentirsi parte della foresta. I ramoscelli disperdono la luce che filtra attraverso il lucernario, ripetendo l'effetto di komorebi o "raggi di luce" spesso visibili nella foresta.

Architettura commerciale: una stazione di ricarica auto elettriche firmata COBE a Fredericia (2019), Danimarca

ultra-fast_charging_station_cobe.jpg

In collaborazione con Clever, fornitore danese di e-mobility, COBE ha progettato un nuovo tipo di stazioni di ricarica per veicoli elettrici in Scandinavia. Le stazioni non solo promettono di ricaricare un veicolo in soli 15 minuti, ma offrono anche ai conducenti e ai passeggeri una pausa di benvenuto e la possibilità di ricaricare le proprie batterie mentali mentre l'auto viene ricaricata. La nuova stazione di ricarica si trova in posizione centrale sull'autostrada E20 nella città danese di Fredericia. Le stazioni di ricarica sono costituite da una serie di "alberi" strutturali. Sono caratterizzati da baldacchini simili alle corone degli alberi che filtrano e offrono ombra e protezione dagli elementi mentre definiscono un ambiente verde e un'atmosfera rilassante.

sh_hollywood_sca_5250.jpg

Architettura direzionale: Second Home Hollywood Office firmato Selgascano (2019), Los Angeles, USA

Second Home Hollywood è un mix di spazi di coworking creati per singoli e team. Si tratta di 60 nuovi uffici e sale riunioni di forma ovale completamente immersi in un giardino che sarà la "seconda casa" per quasi 700 persone. Quattro diverse forme ovali creano i 60 uffici bungalow di 4 dimensioni diverse. Le pareti curve trasparenti consentono viste orizzontali a 360º delle piante, dando la sensazione di lavorare in mezzo alla natura.

Architettura scolastica: Scuola media Chongqing Nankai LiangJiang firmata studio Gag (2018), Cina

scuola-media-chongqing-nankai-liangjiang_studio-gag.jpg

Nella città montana di Chongqing , esiste una scuola media simile a un'astronave atterrata sulla terra dal nulla. Il programma di studi nelle scuole secondarie cinesi è intenso. Per studenti e insegnanti, l'efficienza dello spazio è strettamente correlato al programma. Durante i soli 10 minuti di pausa, studenti e insegnanti devono fare una breve pausa e prepararsi per la lezione successiva. Per ottenere un percorso di trasferimento efficiente da una classe all'altra, il progetto adottato un flusso di traffico continuo e chiaro che giustifica la forma ad anello della struttura. Il percorso esterno delle classi è perfettamente circolare mentre il percorso dell'anello internoè relativamente libero, rendendo la camminata nello spazio efficiente ma allo stesso tempo divertente.

Architettura sportiva: campo da tennis Simonne-Mathieu a Roland Garros design Marc Mimram (2018), Parigi

nuovo-campo-tennis-roland-garros_mimram.jpg

Una nuova corte per 5.000 visitatori nel giardino adiacente dove non molto tempo prima erano state aggiunte alcune serre mal costruite. Il giardino è rinomato non per queste serre, ma piuttosto per le sue belle serre botaniche progettate nel 1898 da Jean-Camille Formigé. Ispirandosi a queste serre in vetro e ghisa così caratteristiche del diciannovesimo secolo, il nuovo campo da tennis è in parte sotto il livello del suolo, circondato da una piattaforma a terrazze in cemento, sormontato da una struttura in acciaio e avvolto da serre botaniche progettate per soddisfare le più elevate specifiche tecniche.

Architettura residenziale: Casa a Monsaraz firmata da Aires Mateus (2018), Portogallo

jg_casa_em_monsaraz_ama_dsc6322.jpg

Di fronte alle estese sconfinate del lago Alqueva, la casa richiede un suo centro: un cortile protetto che abbraccia l'acqua. La struttura usa il terreno per lanciare una cupola in calcestruzzo che copre le aree sociali ed è il centro della vita della casa. Una cupola invertita la interseca e crea un'apertura che illumina lo spazio, modellandone la geometria e i limiti precisi. Le camere da letto si aprono su patii circolari. In un ampio paesaggio naturale, la scala della casa è quella dei cortili e della cupola superiore. Sono gli unici elementi visibili, dipinti di bianco radioso.

 

Housing: la torre residenziale L'Arbre Blanc (2019), Montpellier, Francia

arbreblanc_02_copyright_cyrille_weiner.jpg

Un progetto audace che arrichisce il patrimonio architettonico della città. Manal Rachdi, Nicolas Laisné e Dimitri Roussel hanno deciso di rivolgersi all'architetto giapponese Sou Fujimoto. Tutti e tre cercano ispirazione nella natura anche se la esprimono in modi molto diversi. Sull'Arbre Blanc, queste quattro visioni si arricchiranno a vicenda. I quattro architetti hanno ideato un edificio ispirato ad un albero, con balconi che si ramificano dal tronco e ombre che spuntano fuori e ne proteggono la facciata. I numerosi balconi e pergole promuovono davvero la vita all'aperto e consentono un nuovo tipo di relazione tra residenti.

parasite-house.jpg

Architettura a piccola scala: Parasite House design El Sindicato Arquitectura (2019), Quito, Ecuador

Progettazione e costruzione di un'abitazione di 12 mq, situata sul tetto di un edificio esistente nel popolare quartiere di San Juan in Quito-Ecuador. Parasite House è un oggetto di design minimale, focalizzato sulla soluzione delle necessità abitative di base per un persona o giovane coppia: include: bagno, cucina, letto, spazio di archiviazione e To-be space (mangiare, lavorare e socializzare), che assicurano tutte le strutture di un'abitazione in un'area ridotta.

20190613-rem-a-casa-a-054.jpg

Materiali: "A House" firmata dallo studio REM'A (2019), Guimarães, Portogallo

La casa si trova in un tipico lotto periferico, nella città di Guimarães, caratterizzata da un'area residenziale ad alta densità circostante. Il progetto è stato sviluppato in base alle esigenze immediate relative al contesto: privacy e topografia naturale del sito. Questo monolite è rivestito con righelli di legno diagonali che alludono a un nido che coinvolge la zona privata della casa. Il calcestruzzo e il legno generano una scala di grigi in una mutazione costantemente cromatica.

chongqing-zhongshuge-bookstore_xliving.jpg

Architettura d'interni: Chongqing Zhongshuge Bookstore design X+Living (2019), Cina

Situato al 3 ° e al 4 ° piano di Zodi Plaza, Yangjiaping, il Chongqing Zhongshuge accoglie i visitatori con una semplice facciata di vetro. Una volta all'interno, si trovano in ordine sparso nella hall "scaffali a forma di paralume" marrone scuro. I visitatori possono sentirsi come se fossero in uno studio privato luminoso e caldo quando leggono nella luce calda proiettata dall'interno dei paralumi. Il design insolito di tutte le scaffalature ricorda molto le opere di Escher.

>>> Ulteriori dettagli sui progetti sono disponibili sul sito di Archdaily