Louisville, nel cuore degli Stati Uniti, è la prima città intelligente sulla piattaforma IFTTT

IFTTT, acronimo per “If This Then That”, ovvero “se questo accade allora fai accadere quello”, è un servizio web gratuito che permette la creazione di semplici catene di condizioni, chiamate applet, dati che vengono trasmessi ai cittadini con l’obiettivo di monitorare temi e situazioni della vita sociale.

louisville-uno.jpg
Figura 1 – Lo Skyline di Louisville affacciata sul Fiume Ohio.

Che cos'è la piattaforma IFTTT

A Louisville, nella regione del Kentucky negli Stati Uniti, è stata implementata, per la prima volta negli States, la piattaforma IFTTT (If This Then That), un protocollo di applet che si attivano in determinate condizioni.

IFTTT è, infatti, un servizio web gratuito che permette la creazione di semplici catene di condizioni, chiamate applet.

Una applet viene attivata da altri servizi quali Gmail, Facebook, Instagram o Pinterest e può, ad esempio, inviare un messaggio e-mail quando l’utente utilizza un hashtag in un tweet oppure può inviare una copia di una foto di Facebook a un archivio quando l’utente viene taggato in essa. Si può ricorrere a questi sistemi di connessione appunto per scambiare dati e informazioni fra i cittadini su tematiche sociali e urbane che li riguardano, rendendoli quindi direttamente partecipi nei processi decisionali della città.

louisville-due.jpg
Figura 2 – Connessioni reali e virtuali nella città di Louisville.

Louisville: connessione fra città e cittadini

Consentire ai cittadini di accedere alle informazioni è una componente chiave dell'essere una città intelligente e questo dispositivo IFTTT si basa proprio su questo concetto di scambi di dati collettivi.

Grazie a questi dispositivi è stato possibile creare una connessione diretta tra città e abitazioni intelligenti.

Quando ci si trova di fronte, ad esempio, a un’emergenza in una determinata zona, tutte le luci delle abitazioni smart cambiano colore. Oppure, sempre grazie a questi dispositivi, sono stati posizionati e messi in rete, dei filtri dell’aria installati in vari quartieri della città e nelle abitazioni, per avere dati sulla qualità dell’aria in tempo reale.

Questi dati sulla qualità dell'aria a Louisville, sono ora disponibili su un nuovo canale IFTTT che trasmette informazioni agli abbonati tramite testo, e-mail o anche cambiando il colore della lampadina intelligente dell'utente nella loro casa.

louisville-tre.jpg
Figura 3 – L’importanza dell’acqua per questo progetto di Smart City.

Voce agli abitanti

Si è scelto di sperimentare quest’innovativo sistema proprio per dare voce agli abitanti e offrire un modo per permettere di sapere, in maniera veloce e interconnessa, di cosa hanno bisogno in primis i cittadini.

A Louisville la sperimentazione di questo servizio è stata avviata sul tema “Qualità dell'aria” perché si avevano già i dati disponibili, ma trattasi solamente di un primo argomento affrontato, particolarmente a cuore di questa cittadinanza, in quanto la qualità dell'aria, nella valle dell'Ohio, è disseminata da un elevato numero di pollini e muffe che possono rendere difficile la respirazione delle persone quando hanno determinati problemi di salute.

L’intento è quello di lanciare nuove applet regolari, in modo da realizzare un’interconnessione di dati, argomenti e temi tutti vicini alle problematiche più sentite dai cittadini di Louisville.

louisville-quattro.jpg
Figura 4 – Dati virtuali per monitorare la “qualità dell’aria” e non solo a Louisville.