Isolamento acustico: valutazione del potere fonoisolante per strutture complesse

Dopo aver appreso i concetti fondamentali legati all’assorbimento e all’isolamento acustico ed aver esposto il quadro legislativo e normativo, è opportuno scendere più nel dettaglio riguardo ai metodi di previsione disponibili per valutare le prestazioni di strutture complesse. In particolare verranno esposte le prestazioni tipiche degli elementi che compongono le facciate e i metodi di calcolo per determinare l’isolamento complessivo delle facciate, con alcuni esempi esplicativi.

POTERE FONOISOLANTE E INDICE DI ISOLAMENTO ACUSTICO
Le prestazioni di isolamento di una partizione vengono espresse in termini di isolamento acustico R. Tuttavia, nella pratica di cantiere e sulle schede tecniche, si fa spesso riferimento all’indice di isolamento acustico Rw. Questo parametro è calcolato sulla base del potere fonoisolante R secondo una procedura descritta nella norma ISO 717-1 per l’isolamento per via aerea e nella norma ISO 717-2 per l’isolamento dai rumori di calpestio. Il campo di frequenza considerato è generalmente quello delle bande di terzi di ottava compreso fra 100 Hz e 3150 Hz. In particolare, il potere fonoisolante viene pesato con una curva di riferimento stabilita dalle precedenti normative. La curva di riferimento viene traslata a passi di 1 dB fino a che la somma degli scarti sfavorevoli (corrispondente a quella parte del grafico di Figura 1 per cui la curva di riferimento presenta valori maggiori di quella del potere fonoisolante) diviso il numero delle bande considerate, non raggiunge il valore più vicino ma comunque inferiore a 2.


Esempio di determinazione dell’indice di isolamento acustico per via aerea; la spezzata rossa rappresenta la curva di riferimento.

Il valore dell’indice di isolamento acustico è quello raggiunto dalla curva di riferimento traslata per la frequenza di 500 Hz.
È utile ricordare che la legislazione e la normativa fanno riferimento a questo indice di isolamento “pesato” per definire i limiti di isolamento da rispettare. Tuttavia l’uso del semplice indice di isolamento non consente di comprendere a pieno quali sono le prestazioni acustiche della partizione nei vari campi di frequenza. Pertanto vengono introdotti anche due ulteriori fattori che consentono di avere un’idea migliore delle prestazioni per particolari tipologie di suoni. L’utilizzo dei termini di adattamento dello spettro (C, Ctr) è stato introdotto per correggere il valore dell’indice di valutazione quando esso è riferito ad una situazione pratica in cui è prevista una sorgente di rumore riconducibile al rumore rosa ponderato A (termine C) utilizzato per descrivere rumori di ambienti interni (parlato, televisione, musica) o al rumore di traffico urbano ponderato A (termine Ctr).
Di conseguenza il risultato di una valutazione dell’indice di isolamento acustico potrà essere espresso, ad esempio, come Rw = 54 (-2, -5) dB, il che sta ad indicare che la parete considerata ha una prestazione di base pari a 54 dB; se investita da rumore rosa la prestazione di isolamento acustico diventa 52 dB, mentre se sottoposta a rumore da traffico avrà un isolamento equivalente a 49 dB.
 

SCARICA L'ARTICOLO INTEGRALE