Verifica post-sismica di edifici in C.A. mediante sistemi di monitoraggio permanente: il Progetto Memscon

03/03/2014 6340

Davide Trapani, Daniele Zonta
Dipartimento di Ingegneria Civile Ambientale e Meccanica. Via Mesiano 77, 38123 Trento.

Angelos Amditis, Matthaios Bimpas
Institute of Communication and Computer Systems, 9, Iroon. Polytechniou Str., GR-157 73 Zografou – Hellas.

Nicolas Bertsch
MEMSCAP SA, Parc Activillage des Fontaines, ZI Bernin, 38926 Crolles Cedex, France.

Vincent Spiering
C2V, P.O. Box 318, 7500 AH Enschede, The Netherlands.

Juan Santana
Holst Centre/Imec, Hight Tech Campus 31, 5656AE, Eindhoven, The Netherlands.

Tom Sterken, Tom Torfs
Imec Belgium, Kapeldreef 75, 3001 Leuven, Belgium.

Dimitri Bairaktaris, Manos Bairaktaris
D. Bairaktaris & Asc. Ltd, Pesmazoglou 17A, Kifissia 14561, Athens, Greece.

Stephanos Camarinopulos, Mata Frondistou-Yannas
RISA Sicherheitsanalysen GmbH, Krumme Straße 55, 10627 Berlin-Charlottenburg, Germany

Memoria tratta dagli Atti del XV Convegno ANIDIS “L’ingegneria Sismica in Italia”, Padova 2013

In questo lavoro viene presentato un sistema di monitoraggio sismico low-cost per edifici in cemento armato di nuova realizzazione, sviluppato all’interno del Progetto Europeo denominato MEMSCON. Tale sistema, basato su sensori di accelerazione MEMS e interfaccia wireless dei dispositivi, si pone l’obbiettivo di superare gli attuali limiti del monitoraggio civile, ovvero gli elevati costi dell’hardware e dell’installazione delle diverse componenti nella struttura. Questo articolo presenta la tecnologia alla base del sistema MEMSCON, l’algoritmo di riconoscimento automatico del terremoto e l’algoritmo mediante il quale il danno viene stimato sulla base delle misure acquisite. Vengono inoltre presentati i risultati di un’indagine sperimentale volta a determinare le prestazioni del sistema in condizioni di laboratorio.

Di questa memoria è possibile scaricare il pdf completo.