Progetto di soprelevazione di un edificio esistente mediante impiego di isolatori sismici di tipo FRP - M12

La mancanza di aree libere nei centri abitati incentiva l’edificazione in sopraelevazione; le normative più recenti in tal caso impongono l’adeguamento sismico delle strutture, con investimenti economici significativi sovente incompatibili con la risorse disponibili. Le tecniche innovative di rinforzo antisismico consentono di aumentare significativamente la sicurezza, fino a garantire l’adeguamento sismico della struttura con elevati rapporti benefici/costi. L’isolamento sismico è una tecnologia affidabile che può essere utilizzata per la protezione degli effetti del sisma su diverse tipologie strutturali, sia civili che industriali, esistenti o di nuova costruzione, riducendo le azioni agenti sulla struttura, limitandone le deformazioni inelastiche e garantendo un migliore livello prestazionale. Nel presente lavoro viene presentato l’intervento di sopraelevazione e di adeguamento sismico dell’Hotel Royal Palace di Messina, edificio degli anni settanta dotato di struttura intelaiata mista acciaio- calcestruzzo. Sfruttando le possibilità offerte dal ‘Piano Casa’, è proposto un intervento di soprelevazione dell’edificio da 6 a 14 elevazioni. L’intervento, reso possibile anche grazie all’inserimento di dispositivi di isolamento sismico di tipo FRP in corrispondenza del secondo piano fuori terra, mostra l’efficacia della tecnica dell’isolamento nel migliorare la protezione sismica degli edifici esistenti, minimizzando gli interventi sulle strutture esistenti ed assicurando elevati rapporti in termini benefici-costi.

Di questa memoria è possibile scaricare il pdf completo.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su