Rinforzo antiribaltamento, antisfondellamento e miglioramento del comportamento sismico di tamponamenti e solai

Come intervenire se si teme la formazione di un cinematismo che porta al collasso e al ribaltamento dei tamponamenti in muratura e alla caduta di elementi di alleggerimento in laterizio dal solaio? Con questa scheda tecnica Draco Italiana Spa spiega come intervenire utilizzando una rete in fibra di basalto.

draco_rinforzo-antiribaltamento-antisfondellamento.JPG

Rinforzo antiribaltamento e antisfondellamento con rete in fibra di basalto

Quale è problema?

Si vuole migliorare il comportamento sismico di tamponamenti in muratura e solai intervendendo con un sistema antiribaltamento e antisfondellamento che previene le fessurazioni e contiene il rischio di crolli e ribaltamento.

Quali sono le operazioni preliminari? 

I residui di intonaco, i trattamenti superficiali precedenti e le parti degradate o in fase di distacco della muratura devono essere rimosse. Ogni 2 metri circa dovranno essere realizzati dei fori all’intradosso del solaio o sul perimetro del pannello per l’alloggiamento di connettori in fibra di aramide. I fori dovranno avere diametro di circa 20 mm e profondità di 10 cm (distanza dalla muratura 1,5 cm circa). La superficie dovrà essere regolarizzata mediante apposita malta strutturale fibrorinforzata FLUECO 40T, eventualmente bicomponente per supporti deboli FLUECO 80 T2.

draco_rinforzo-antiribaltamento-antisfondellamento-legenda.JPG

Rinforzo di tamponamenti e solai: la soluzione e come si applica

Posizionamento e ancoraggio del connettore: tagliare il connettore della lunghezza necessaria. Preparare la resina ARMOFIX MTX e iniettare a mezzo cartuccia all’interno del foro avendo cura di riempirne circa la metà, inserire il connettore ARMOGRIP all’interno del foro e procedere all’impregnazione e riempimento della cavità del connettore per tutta la sua lunghezza con ARMOFIX MTX.

Applicazione del rinforzo: sulla sezione di muratura risanata, verrà applicato uno strato di malta ARMOTECH MONO per regolarizzare la superficie e fornire un substrato omogeneo, il cui spessore medio sarà di circa 3 mm in funzione dell’irregolarità della tessitura muraria. Sul primo strato di malta verrà posata la rete in fibra di basalto ARMONET B 250 tagliata a misura, eventuali “riprese” dovranno essere realizzate tramite semplice sormonto di almeno 10 cm. Successivamente sarà steso un ulteriore strato di circa 3 mm di ARMOTECH MONO sulla malta non completamente indurita e sulla rete ricoprendola uniformemente. Per eventuali strati successivi ripetere il procedimento operando sempre fresco su fresco.

Ancoraggio del connettore: a indurimento avvenuto dell’ultimo strato di malta ARMOTECH MONO procedere all’ancoraggio della parte terminale del connettore: la porzione di connettore non impregnata che fuoriesce dal foro (fiocco) dovrà essere aperta a ventaglio e fissata alla superficie circostante il foro mediante impregnazione di resina. L’adesivo ARMOFIX MTX dovrà essere applicato prima sulla superficie da incollare e poi sulle fibre aperte a fiocco. Ricoprire il fiocco con uno strato di malta ARMOTECH MONO.

>>> Per maggiori informazioni  sui prodotti www.draco-edilizia.it

SCARICA LA SCHEDA IN ALLEGATO