Ristrutturazione e riqualificazione energetica di una nuova sede amministrativa del comune di Milano

SACEE s.r.l. presenta l’intervento di ristrutturazione e riqualificazione energetica di una nuova sede amministrativa del Comune di Milano, la cui progettazione impiantistica è stata effettuata con DDS-CAD.

progettazione impiantistica con DDS-CAD.

Si tratta di un intervento radicale sia sull’involucro che sugli impianti, realizzato in tempi brevi data la necessità di trasferimento impellente dei dipendenti. 

DDS-CAD è la soluzione dedicata alla progettazione impiantistica per impianti idraulici, riscaldamento, ventilazione (aria condizionata) e impianti elettrici che la società di ingegneria ha scelto di adottare come standard nel suo approccio al metodo BIM.

Per approfondire leggi anche “Il modello BIM-MEP realizzato con DDS-CAD diventa navigabile con la Realtà Aumentata."
All'interno dell'articolo un esempio dell'utilizzo della realtà aumentata per navigare il modello BIM dell’impianto geotermico di “Palazzo Tarsis”, realizzato con DDS-CAD

Il progetto

L’intervento riguarda una ristrutturazione e riqualificazione energetica molto impattante che sarà effettuata sull’edificio (ex Politecnico di Milano) di via Durando a Milano, all’angolo con via Cosenz. Il Comune di Milano, che ha acquistato l’immobile dal Politecnico di Milano, vuole trasformarlo in una nuova sede amministrativa con i massimi standard di ecosostenibilità.

Gli obiettivi del progetto sono molteplici: classe energetica più alta, rispetto dei criteri ambientali, tecnologia di ultima generazione su controllo e regolazione dei parametri interni. Si tratta quindi di un intervento radicale sia sull’involucro che sugli impianti, caratterizzato da una cantierizzazione veloce, perché i dipendenti dell’amministrazione municipale dovranno spostarsi prima possibile nella nuova sede. L’investimento complessivo del progetto ammonta a 18 milioni di euro.

centrale-dds.jpg

“Il progetto è sembrato sin da subito perfetto per il BIM e per DDS-CAD” afferma l’Ing. Maria Grazia Costa, Amministratore Unico di SACEE.

SACEE è stata convocata dal Politecnico di Milano a febbraio 2020, per fornire il progetto degli impianti meccanici e di controllo, l’analisi energetica e acustica, la progettazione dell’illuminazione interna e tutto il supporto per le pratiche incentivanti (Conto Termico 2.0 e FER1).

Il progetto si è sviluppato nei mesi in cui il Covid-19 ha messo in isolamento tutta Italia e non solo. Ad ogni modo, l’interconnessione e la distanza tra i progettisti per il BIM non sono un problema, anzi; per sua natura, il BIM permette di comunicare e condividere informazioni da qualsiasi luogo di lavoro, da ogni parte del mondo. 

L’epidemia globale non ha quindi fermato una delle più importanti università del mondo, SACEE, la restante parte del nutrito team di lavoro e le idee. Così il progetto è stato confezionato, condiviso e coordinato in poco tempo.

Come sarà la nuova sede del Comune di Milano

La nuova sede del Comune di Milano avrà un tetto verde, un impianto fotovoltaico che contribuirà ad alimentare le nuove pompe di calore poste sulla copertura, serramenti estremante performanti, nuove facciate con inserimento di un cappotto, layout distributivo rivisitato per accogliere gli uffici municipali che saranno illuminati da lampade a led.

Altri 22 mila mq, di cui 15 mila climatizzati per 63 metri cubi di volume, verranno completamente rinnovati nel cuore di Milano, contribuendo al miglioramento delle condizioni ambientali per tutti i cittadini.

Perchè SACEE ha scelto DDS-CAD?

Il progetto degli impianti meccanici è stato condotto interamente con DDS-CAD, utilizzato in tutta la sua potenzialità: per i calcoli, i dimensionamenti, le verifiche, le modellazioni tridimensionali, l’estrazione delle quantità.

Nello sviluppo degli Oggetti Digitali, è stato raggiunto il LOD E, sia dal punto di vista geometrico che informativo, compatibile con un progetto di livello esecutivo che deve presto essere appaltato e cantierizzato. Gli standard utilizzati sono stati forniti dal Politecnico di Milano, che ha consegnato a SACEE il proprio BEP, Building Execution Plan, documento che definisce nello specifico tutti i dettagli dei modelli così come tutti gli indirizzi di sviluppo del processo BIM, anche attraverso la programmazione della gestione dei dati nel ciclo di vita esecutivo dell’opera.

dds-tubazione.jpg

DDS-CAD, strumento principe della progettazione MEP, ha dialogato in modalità OPEN-BIM attraverso lo scambio di file IFC con gli altri software utilizzati per le altre discipline da SACEE: ArchiCAD per la rappresentazione dell’involucro all’interno del quale gli impianti vengono inseriti, DiaLux EVO per i calcoli illuminotecnici, Solibri SMC per lo studio delle interferenze geometriche e per la verifica delle specifiche normative, diventate ancora più stringenti in tema di adeguamento alle linee guida per la prevenzione COVID.

dds--macchina.jpg

Trattandosi di un software verticale, sviluppato appositamente e unicamente per la progettazione degli impianti, è stato possibile gestire la modellazione di tutti gli impianti (elettrici, meccanici, idraulici, di riscaldamento, di illuminazione) utilizzando un’unica piattaforma.

Infine, l’utilizzo del software ha permesso una notevole riduzione dei tempi di modellazione, grazie alla possibilità di ottenere scavalchi automatici, connessioni automatiche e librerie personalizzabili.

La vera forza della proposta SACEE è la combinazione colta di questi strumenti digitali, ottenuta mettendo in relazione il sapere profondo delle esperienze passate con l’utilizzo della tecnologia che guarda al futuro.

>>  Per conoscere tutte le caratteristiche del software DDS-CAD consulta il sito di HARPACEAS