Riqualificazione di edifici industriali a seguito degli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012

In questa memoria viene presentato il lavoro svolto da Magnetti Building SpA fin dalle prime ore successive alla prima scossa di terremoto di magnitudo 5.9 avvenuta il 20 maggio 2012 in Emilia Romagna. Tale attività, che oggi è ormai consolidata e continuativa all’interno del gruppo, ha avuto come primo obiettivo quello di mettere a disposizione degli imprenditori con edifici colpiti dal sisma le competenze, la professionalità e la tempestività dello staff tecnico per agevolare la messa in sicurezza degli edifici e la celere ripresa delle attività produttive.
Nessuno degli edifici costruiti da Magnetti Building nell’area colpita ha subito collassi globali e crolli; fin dal giorno successivo alla prima scossa numerosi tecnici hanno effettuato sopralluoghi per verificare lo stato degli edifici a seguito delle scosse. A valle di questa prima ricognizione sul campo e del successivo inquadramento normativo in merito all’agibilità temporanea, sono stati completati in 60 giorni oltre 20 interventi atti al superamento delle criticità emerse durante le scosse. In seguito è stata avviata la fase di verifica del livello di sicurezza attuale degli edifici al fine di pianificare gli interventi di miglioramento sismico indicati dalla normativa che, attualmente, sono in corso di completamento.

SCARICA L'ARTICOLO INTEGRALE