Model & Code Checking: la validazione e la verifica normativa dei modelli 3D BIM-oriented

L’attività di validazione e controllo dei modelli 3D prodotti in fase di BIM Authoring è essenziale all’interno di un workflow che segua la metodologia BIM

Durante la fase di realizzazione del modello BIM è generalmente il BIM Specialist ad utilizzare software di modellazione specifici che creino i componenti del progetto. Ogni oggetto viene inserito, descritto e progettato in termini di geometria, caratteristiche, collocazione e correlazione reciproca. 

Il Model & Code Checking richiede l’utilizzo di applicativi appositi che consentano, attraverso la visualizzazione e la navigazione intelligente sui modelli, di validare i dati, di fare controlli di interferenze, di verificare regole preventivamente implementate. 

Ormai è uno strumento diffuso sui vari livelli del processo produttivo ed ogni Committente, Ente Pubblico, RUP, verificatore in generale dovrebbe necessariamente averlo per svolgere al meglio il proprio lavoro; anche diverse aziende/studi di progettazione si dotano di determinati software di validazione e controllo al fine di produrre un modello grafico-informativo 3D di elevata qualità per beneficiarne in successivi step del flusso produttivo.

esempio-model-checking-1.JPG

Figura 1 – Esempio di Model & Code Checking.

Come si può vedere dalla Figura 1 l’attività di Model Checking si suddivide

  • in una verifica del modello rispetto standard minimi (BIM Validation)
  • ed in un controllo delle interferenze geometriche tra i vari modelli (Clash Detection).

La validazione del modello, BIM Validation

Si occupa principalmente di verificare la validità della scrittura del modello secondo lo standard IFC, è dunque un controllo riguardante le relazioni create in fase di BIM Authoring tra i vari componenti, l’unicità del GUID rispetto un dato componente, la definizione o meno di un senso di apertura per la porta (Check Door Opening Direction) utile nella fase di verifica normativa per valutarne l’impatto sulle vie di fuga. 

Tuttavia, comprende anche una serie di verifiche riguardanti valori limite per le dimensioni geometriche e per gli spazi liberi da rispettare per i diversi componenti (Figura 2).

esempio-controllo-geometrico.JPG

Figura 2 – Esempio di controllo geometrico della Bim Validation riguardante lo spazio libero da rispettare per un dato elemento.

LEGGI ANCHE

Il BIM nella fase di verifica: l'utilizzo di Solibri Model Checker in un progetto di Italferr

Incongruenze geometriche e model checking

 

Il controllo interferenze, Clash Detection

E’ evidente il vantaggio fornito da un controllo delle interferenze antecedente alla fase costruttiva, tanto che un primo livello di coordinamento geometrico viene generalmente permesso già in fase di modellazione dai software di BIM Authoring; indubbiamente quello messo a disposizione da applicativi specifici di validazione e controllo consente una maggiore flessibilità nel controllo delle tolleranze sulle collisioni, di componenti duplicati erroneamente, di collisioni particolari da non considerare come interferenze (ad es. lampade/terminali aeraulici vs componenti architettonici), etc.

Esempio di collisioni particolari da non considerare nella clash detection.

Figura 3 – Esempio di collisioni particolari da non considerare nella clash detection.

La verifica normativa, Code Checking

A tal proposito conviene citare Solibri (di cui Harpaceas è rivenditore esclusivo per l’Italia e il Canton Ticino) che prevede di default un’attività di Code Checking che consente di avviare, anche automaticamente senza l’intervento dell’utente, un set di regole di verifica e salvarne i risultati in report in formati tradizionali (PDF, XLS), in formato OpenBIM (BCF) oppure direttamente in formato 3D (SMC).  

Il software mette a disposizione dei pacchetti di regole specifiche, personalizzabili dall’operatore, per controlli sul contenuto informativo (ad es. per confrontarne l’ottemperanza al Capitolato Informativo) e sulla adesione a requisiti normativi. L’attività di Checking mette in risalto le mancate conformità dei modelli, le caratterizza in base a livelli di criticità della problematica definiti dall’utente. 

Segue un elenco di alcune tra le principali verifiche di aderenza alle norme disponibili in Solibri:

- Verifiche delle superfici minime dei locali e degli alloggi in relazione alla loro funzione;

- Verifiche delle dimensioni minime di scale ed accessi;

- Verifiche di rispondenza ai regolamenti edilizi e di igiene (altezze minime, volumi, dotazione dei servizi, rapporti aereo-illuminanti, etc.);

- Verifiche di accessibilità ai locali (corridoi, servizi igienici, etc.) e della presenza di barriere architettoniche;

- Verifiche di prevenzione incendi (resistenze al fuoco di elementi e compartimentazioni, vie di fuga, etc.);

- Controllo della presenza di dispositivi di prevenzione incendi all’interno dei locali o dei corridoi;

- Verifiche di sicurezza (presenza di protezioni al rischio di caduta dall’alto correttamente progettate);

- Verifiche normative ospedaliere e di accreditamento.

...continua la lettura nel PDF