Al SAIE si fa il punto sull'innovazione tecnica nelle costruzioni

La crisi ha colpito duramente il mondo delle costruzioni e in particolare le aziende che vi operano. Al contrario, la ricerca e lo sviluppo tecnologico nel settore delle costruzioni hanno tratto da questo periodo di riflessione nuovi spunti ed impulso. Infatti, la necessità di trovare soluzioni per uscire dalla crisi ha portato molte aziende a concentrarsi sullo sviluppo di nuove tecnologie, collaborando a questo scopo in modo più stretto che in passato con i centri di ricerca e le università.

La crescente disponibilità di nuovi strumenti di calcolo e di attrezzature sperimentali ha consentito di sviluppare nuove soluzioni e di poter avviare confronti anche a livello internazionale.

L'esigenza di aumentare la sicurezza delle nostre costruzioni, di ridurre i consumi energetici, così come quella di ridurre il consumo del suolo e quindi di costruire edifici sempre più alti e complessi ha delineato nuovi obiettivi per questi studi.
Questa accelerazione tra tecnologia e mondo professionale ha tuttavia portato ad accrescere il divario fra le competenze dei progettisti e delle aziende e le opportunità offerte dall'innovazione tecnologica, divario che se colmato potrà certamente contribuire a rilanciare l'edilizia.

Al SAIE 2013, con l'ausilio di un importante Comitato Scientifico e delle aziende più innovative del settore delle costruzioni, abbiamo costruito una piattaforma di aggiornamento tecnico, coinvolgendo anche gli ordini professionali, allo scopo dare un supporto al settore per colmare questo divario.

Il nuovo SAIE, così come lo ha voluto definire il Presidente Campagnoli, si delinea quindi in un nuovo format, che favorisce un contatto diretto tra istituzioni, università, industria e professioni.
Al centro di questo format il FORUM PERMANENTE per il nuovo costruire, dedicato per il 2013 ai temi del BETTER BUILDING & SMART CITIES. Il FORUM si declinerà in tre diverse sezioni parallele:
• i General Meetings
sei general meetings che rappresentano il momento di riflessione istituzionale sui grandi temi dell'edilizia: sostenibilità, sicurezza, agenda digitale e urbana, semplificazione;
• le Lessons e Workshop
seminari tecnici di aggiornamento sui temi più interessanti del costruire sicuro, sostenibile e sulla progettazione innovativa;
• gli incontri della regione Emilia Romagna per la Ricostruzione
incontri tra comuni e aziende dell'area del cratere con professionisti e fornitori di tecnologie, per capire come e dove si interverrà per la ricostruzione

Oltre al FORUM vi saranno numerosi altri eventi e iniziative, tra cui vorrei evidenziare la presenza di una ventina di centri di ricerca, accompagnati dalle aziende con le quali hanno sviluppato progetti di ricerca e nuove soluzioni tecnologiche. In questa area, anche grazie alla presenza di mock up e dei ricercatori universitari che guideranno i visitatori, sarà possibile vedere, toccare, approfondire le innovazioni più interessanti messe a punto negli ultimi anni e capire come utilizzarle nei propri progetti.

Nel programma generale degli eventi, vi sono altre numerose occasioni di approfondimento e aggiornamento. Ritengo molto interessante ricordare:
• gli incontri che si svolgeranno sul tema della sicurezza sismica e strutturale delle scaffalature e dei sistemi di stoccaggio: un tema nuovo, fino ad oggi poco considerato sia in fase di progetto che di realizzazione;
• i numerosi incontri sul BIM - Building Information Modeling, organizzati in collaborazione con il CNI, di BUILDING SMART ITALIA e Innovance;
• il convegno di ISI dedicato alla classificazione sismica, un argomento di sicuro interesse per l'intero settore delle costruzioni;
• i seminari organizzati da geologi e geotecnici.

Tutto questo tra il 16 e il 19 ottobre, presso il quartiere di Bologna Fiere di Bologna

 

Scarica il PROGRAMMA COMPLETO SAIE 2013