Prevenzione sismica: Mapei rinnova il sostegno all'iniziativa "Diamoci una scossa"

In occasione della 3^ giornata nazionale della prevenzione sismica, Mapei propone le soluzioni per il rinforzo strutturale degli edifici e i migliori sistemi per interventi di miglioramento sismico previsti dal Super Sismabonus

Al via la 3^ Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica

Mapei è Main Sponsor della 3^ Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica, l’iniziativa promossa da Fondazione Inarcassa, Consiglio Nazionale degli Ingegneri e Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, con il supporto scientifico del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, Dipartimento Protezione Civile, Conferenza dei Rettori Università Italiane, Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica ed ENEA ed in collaborazione con ANCE.

La manifestazione volta a incentivare una cultura della prevenzione sismica quest’anno si svolgerà domenica 18 ottobre 2020 attraverso un evento a distanza a cui parteciperanno i rappresentanti delle istituzioni con collegamenti da tutto il territorio nazionale.

Inoltre, nelle principali piazze italiane gli Ordini Professionali locali promuoveranno iniziative di comunicazione volte a informare i cittadini sulla finalità della Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica.

Per tutto il mese di novembre, infine, sarà possibile ricevere informazioni su una corretta prevenzione sismica e sul Super Sismabonus in modalità virtuale, attraverso strumenti di contatto disponibili sul Portale dell’iniziativa a partire dalla giornata celebrativa.

Le soluzioni di Mapei per il miglioramento sismico degli edifici

La grande esperienza di Mapei nel mondo del rinforzo strutturale ha permesso all’Azienda di maturare un patrimonio di conoscenza di inestimabile valore in materia di prevenzione, miglioramento e rinforzo strutturale.

Durante il mese della prevenzione sismica, i tecnici Mapei potranno dare informazioni sui prodotti e sistemi per l’adeguamento sismico degli edifici esistenti e su quali soluzioni Mapei possono intervenire nei progetti di riqualificazione previsti dal Super Sismabonus.

In particolare, Mapei promuove tre tipologie di soluzioni:

  • PLANITOP HPC;
  • PLANITOP INTONACO ARMATO;
  • MAPEWRAP EQ SYSTEM.

Ripristino e rinforzo di strutture in calcestruzzo armato 

Appartengono alla gamma dei PLANITOP HPC malte e betoncini HPFRCC (High Performance Fibre Reinforced Cement Composites), composti da una matrice cementizia a elevatissime resistenze meccaniche (HPC) e fibre strutturali in acciaio (FRC), che conferiscono al prodotto elevate duttilità e tenacità e maggiore capacità resistente in fase plastica (post-fessurazione).

Le soluzioni PLANITOP HPC sono indicate per interventi di ripristino e rinforzo di strutture in calcestruzzo armato come travi, pilastri e nodi, rinforzo estradossale di solai, ripristino di pavimentazioni industriali, stradali ed aeroportuali e infine nella ricostruzione di elementi strutturali di strutture viarie.

La gamma dei PLANITOP HPC ha ottenuto il Certificato di Valutazione Tecnica dal Servizio Tecnico Centrale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, qualificando Mapei come il primo produttore di soluzioni fibrorinforzate per il rinforzo strutturale ad ottenere il CVT e l’unico a offrire una gamma completa di prodotti FRC certificata sia per il ripristino del calcestruzzo sia per l’utilizzo strutturale.

Per rinforzo strutturale di strutture in muratura

Per il rinforzo di strutture in muratura Mapei propone PLANITOP INTONACO ARMATO, ovvero l’unica malta fibrorinforzata, totalmente esente da cemento e a base di calce, compatibile con le murature storiche ed esistenti.

PLANITOP INTONACO ARMATO contiene almeno il 30% di materia prima riciclata anche in accordo ai requisiti dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) per l’edilizia.

PLANITOP INTONACO ARMATO è in grado di garantire l’incremento della resistenza a taglio e a trazione dei manufatti senza l’ausilio di reti di rinforzo, con performance pari alle attuali tecniche di intonaco armato. Grazie all’adozione di questa tecnologia non si registrano incrementi significativi di rigidezza né di massa. 

Una "carta da parati antisismica" con il sistema MAPEWRAP EQ SYSTEM

In ultimo Mapei propone una tra le soluzioni più innovative, il sistema MAPEWRAP EQ SYSTEM: una speciale “carta da parati antisismica” in grado di determinare una ripartizione più uniforme delle sollecitazioni dinamiche, sia in ambienti interni che esterni.

Il sistema si compone di due prodotti: il tessuto bidirezionale in fibra di vetro apprettata MAPEWRAP EQ NET e l’adesivo monocomponente all’acqua in dispersione poliuretanica e a bassissima emissione di composti organici volatili (VOC) MAPEWRAP EQ ADHESIVE. Il sistema MAPEWRAP EQ SYSTEM è stato testato e certificato presso il Dipartimento di Ingegneria Strutturale dell’Università Federico II di Napoli, sia come presidio antiribaltamento degli elementi secondari non strutturali degli edifici sia come presidio anti-sfondellamento di solai laterocementizi.

>>> Per maggiori informazioni visita il sito di Mapei


Chi è MAPEI

Fondata nel 1937 a Milano, Mapei oggi conta 90 consociate in 57 paesi e 83 stabilimenti produttivi in 36 paesi nei cinque continenti con un fatturato consolidato 2019 di 2,8 Miliardi di € e oltre 10.500 dipendenti nel mondo.

Alla base del successo dell’Azienda: la specializzazione nel mondo dell’edilizia attraverso l’offerta di prodotti e sistemi certificati che soddisfino qualunque esigenza dei propri clienti; l’internazionalizzazione, per una maggiore vicinanza alle esigenze locali e riduzione al minimo dei costi di trasporto; la Ricerca & Sviluppo, a cui vengono destinati gli sforzi più importanti dell’azienda sia dal punto di vista degli investimenti sia delle risorse umane. Da sempre attenta al suo impatto sull’ambiente e sulla società, nel tempo Mapei ha affiancato alle tre linee guida la sostenibilità come driver essenziale per il continuo sviluppo aziendale.

>>> Per maggiori info visita il sito di Mapei

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su