Ricostruzione post sisma: nuovi compensi per i professionisti e domanda semplificata per i danni lievi

Ufficialmente in vigore l'Ordinanza 108 del Commissario straordinario per il Sisma 2016 con nuove tariffe professionali dell'equo compenso

pagamento-contributi-inarcassa-700.jpg

Segnaliamo che dallo scorso 11 ottobre è in vigore l’Ordinanza 108 - firmata dal Commissario Straordinario alla ricostruzione sisma 2016, Giovanni Legnini - che consente di applicare ai progetti della ricostruzione privata le nuove tariffe professionali dell’equo compenso, ridotte del 30%, introdotte dal Decreto Legge 104/2020 (DL Agosto, convertito in legge 126/2020), con le modalità definite nella Convenzione condivisa con la Rete delle Professioni Tecniche.

L’Ordinanza, sulla quale l’8 ottobre scorso è stata raggiunta l’intesa unanime della Cabina di Coordinamento con i presidenti delle Regioni e i rappresentanti dei Sindaci, stabilisce anche una procedura semplificata per la presentazione delle domande di riparazione dei danni lievi, la cui scadenza è fissata entro il termine del 30 novembre. Proprio per consentire a tutti di rispettare tale termine, dichiarato perentorio dal legislatore, e permettere a tecnici e cittadini di valutare anche la possibilità di integrazione del contributo con i superbonus sisma ed eco, è stata prevista la possibilità di presentare domande anche con documentazione parziale, con l’obbligo di integrarle entro il 31 gennaio prossimo.

Le nuove tariffe

L’Ordinanza 108/2020 stabilisce che i compensi professionali nella ricostruzione privata siano determinati in base all’art.57 del DL 104/2020, che fa riferimento alle tabelle dell’equo compenso definite dal Ministero della Giustizia, scontate del 30%.

Le nuove tariffe sono mediamente più vantaggiose per i professionisti, soprattutto sui lavori di importo più piccolo, e si applicano a tutti i progetti presentati a partire dal 15 agosto 2020, data di entrata in vigore del decreto 104.

Per esplicita disposizione l’equo compenso può essere applicato, senza accollo per i committenti, anche alle vecchie domande di contributo che aderiscono al regime semplificato dell’Ordinanza 100 entro il 14 novembre 2020.

Domanda semplificata per i danni lievi

Per quanto riguarda i danni lievi i cittadini, attraverso i professionisti, possono presentare entro il termine perentorio del 30 novembre una domanda semplificata di contributo, che oltre agli estremi identificativi dei proprietari e delle unità immobiliari, dovrà contenere la scheda di valutazione del danno e il progetto architettonico descrittivo dell’intervento.

Entro il termine del 31 gennaio 2021 il professionista deve integrare e completare la domanda con tutta la documentazione richiesta ai sensi delle Ordinanze vigenti, pena l’improcedibilità e la decadenza dal contributo.

Super Sismabonus per la spesa eccedente

L’art.7 stabilisce la possibilità di utilizzare il SuperSismabonus previsto dall’art.119 comma 4 del Decreto 34/2020 al posto del vecchio Sismabonus, per le spese di riparazione o ricostruzione che eccedono il contributo concesso dallo Stato.

In questo modo gli eventuali accolli a carico dei committenti potranno essere coperti dalla detrazione fiscale del 110%.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su