Dichiarazione online 2019 Ingegneri e Architetti, ultimi giorni per provvedere: scadenza 2 novembre 2020

Inarcassa ricorda che c'è tempo fino al 2 novembre 2020 per inviare, telematicamente, la dichiarazione online - reddito professionale e volume d'affari anno 2019

smart-working-professione-casa-tazza-700.jpg

Inarcassa, dal suo portale ufficiale, ricorda ai professionisti iscritti che restano ancora pochi giorni per presentare nei termini la dichiarazione 2019.

Domande su eventuali dubbi

Per dubbi nella compilazione si può ricorrere agli help on line, sempre disponibili su ogni voce dell’applicativo, oppure chiedere al n. dedicato all’assistenza Dich. 02.91979705, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 18. Il MAV del conguaglio annuale, se dovuto, va generato alla fine della procedura; gli iscritti regolari possono richiederne la rateazione compilando i campi preposti della dichiarazione, o tramite l'apposita funzione entro il 30 novembre.

Dichiarazione online: chi

La devono compilare:

  • gli Ingegneri e gli Architetti iscritti agli albi professionali e titolari di partita IVA, a prescindere dal codice di attività;
  • le Società di professionisti;
  • le Società tra professionisti;
  • le Società di Ingegneria;
  • gli eredi dei professionisti deceduti nel corso del 2019.

La comunicazione deve essere inviata anche se le dichiarazioni fiscali non sono state presentate o sono negative.

Sono esonerati dall’invio della comunicazione gli ingegneri ed architetti non iscritti a Inarcassa che:

  • per l’anno 2019 siano privi di partita IVA;
  • siano iscritti anche in altri Albi professionali e che, a seguito di espressa previsione legislativa, abbiano esercitato il diritto di opzione per l’iscrizione ad altra Cassa Previdenziale con decorrenza anteriore al 2019.

Come inviarla ed entro quando

La dichiarazione del reddito professionale e/o del volume d’affari riferita all’anno 2019 deve essere presentata solo in via telematica entro il termine del 2 novembre 2020 accedendo all’apposita sezione su Inarcassa On Line avendo a disposizione le credenziali di accesso.

Solo gli eredi dei professionisti deceduti sono esclusi dall’obbligo dell’invio telematico e possono trasmettere il facsimile del modello cartaceo, reso disponibile nella sezione "documenti utili" qui a destra, con raccomandata semplice. Per questi ultimi il termine per l’invio della comunicazione e per il pagamento degli eventuali contributi è prorogato di dodici mesi dalla data dell’avvenuto decesso.

Le novità per i professionisti

  • i professionisti e le Società possono utilizzare il Modello F24 quale strumento di pagamento del conguaglio o del contributo integrativo. La compensazione è possibile esclusivamente tramite i servizi telematici resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate (cfr. Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 110/E del 31/12/2019). In particolare, ai sensi dell’art. 3 del D.L. n. 124/2019, i crediti superiori a 5.000 Euro relativi alle imposte sui redditi e relative addizionali, alle imposte sostitutive delle imposte sui redditi e all’IRAP sono compensabili (i) a seguito della preventiva presentazione della dichiarazione e (ii) a partire dal decimo giorno successivo a quello di presentazione della relativa dichiarazione.
  • i professionisti che si sono avvalsi, per l’anno 2019, del regime fiscale agevolato per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità - ai sensi dell’art. 27, commi 1 e 2 del Decreto Legge 6 luglio 2011, n. 98 ed i professionisti che hanno adottato il regime forfetario introdotto dall’art. 1 commi 54-89 della L. n. 190/2014, tenuti a compilare lo stesso quadro LM della dichiarazione Redditi 2020, devono compilare la dichiarazione riportando il reddito professionale ed il volume di affari derivante dall'esercizio della professione, secondo le indicazioni riportate negli help on line disponibili in procedura.

Per tutte le informazioni di dettaglio, rimandiamo alla speciale pagina informativa Inarcassa.