Isolamento termo-acustico "green" per facciate: la soluzione Saint-Gobain per l'Università di Roma "La Sapienza"

Milano, 4 novembre 2020 - Per Saint-Gobain, leader mondiale dell’edilizia sostenibile, favorire il riutilizzo di materiali destinati in discarica e dare vita a nuovi prodotti performanti per il mondo delle costruzioni è un impegno prioritario. L’obiettivo? Risparmiare risorse naturali, ridurre i rifiuti, costruire edifici più sostenibili per l’ambiente e per l’uomo.

saint-gobain_-isolamento-facciata_ospedale-sant-andrea-roma-3.jpg

Isolare con pannelli in lana di vetro "green": un esempio applicativo di Saint-Gobain Isover Clima34 G3

E sono proprio i pannelli in lana di vetro Isover Clima34 G3 di Saint-Gobain Italia, prodotti con oltre il 75% di materiale riciclato, uno degli elementi che caratterizzano il recente ampliamento della Facoltà di Medicina e Psicologia dell’Università di Roma “La Sapienza” – Azienda Ospedaliera Sant’Andrea.

L’intervento di espansione costituisce una delle linee di riassetto strategico dell’ateneo romano. La nuova sede, moderna e funzionale, ha una superficie coperta di circa 40.000 mq che comprende diversi ambienti interni: 17 aule totali per complessivi 1.196 posti, 21 laboratori, un’aula multimediale da 94 posti, 2 segreterie didattiche, 3 “skill lab”, 2 spazi di coworking, 10 uffici dipartimentali e 7 uffici di presidenza.

Dal concepimento alla realizzazione dell’opera – firmata dagli architetti Maurizio Costa e Paola Di Bisceglie e dallo studio A.B.D.R. Architetti Associati di Roma – si è tenuto conto degli aspetti relativi all’impatto sul territorio e alla sostenibilità, coniugandoli con uno studio architettonico ed una ricerca in grado di valorizzare la funzionalità dei volumi ed il comfort dell’utenza.

Tutte le facciate del complesso sono state rivestite con pannelli in lana di vetro Isover Clima34 G3.

>>> Sfoglia la photo gallery del cantiere

saint-gobain_-isolamento-facciata_ospedale-sant-andrea-roma-2.jpg

Saint-Gobain Isover Clima34 G3

Saint-Gobain Isover Clima34 G3 – prodotti ad alta densità, idrorepellenti, estremamente fonoassorbenti e incombustibili – per ottenere, in modo naturale e traspirante, il miglior isolamento termo-acustico.

I pannelli sono prodotti in Italia con almeno l’80% di materiale riciclato e sono trattati con una resina termoindurente a base di componenti organici e vegetali, in grado di minimizzare le emissioni nell’aria di sostanze inquinanti come la formaldeide ed altri composti organici volatili. Sono conformi ai CAM – Criteri Ambientali Minimi – e per questo consentono di accedere al Superbonus 110% previsto dal Governo.

saint-gobain_-isolamento-facciata_ospedale-sant-andrea-roma-4.jpg

Siamo orgogliosi di avere partecipato con le nostre soluzioni alla realizzazione di un edificio di pubblica utilità e di grande importanza come questo – commenta il CEO del Gruppo Saint-Gobain in Italia, Gaetano Terrasini. Per Saint-Gobain la sostenibilità nasce dalla progettazione e dalla capacità di prevedere e gestire ogni fase di vita degli edifici, integrando materiali in grado di ridurre il più possibile l’impatto ambientale nel tempo e garantire i più alti livelli di comfort. E cosa c’è di più sostenibile di un materiale che nasce proprio da un sistema di riciclo”.

Così – prosegue Terrasini – si riduce davvero l’impatto ambientale derivante dalle attività industriali, attraverso la valorizzazione dei rifiuti, la riduzione dei consumi energetici e il minor utilizzo di quantitativi di materie prime. Questa metodologia produttiva rappresenta per il Gruppo Saint-Gobain uno dei focus irrinunciabili per una crescita che limiti i propri impatti irreversibili sull’ambiente, e vuole essere anche un esempio per le nuove generazioni, al fine di sensibilizzarle sull’importanza e sulla centralità del tema. E cosa c’è di meglio di una applicazione pratica proprio nell’ambito universitario!

>>> Per maggiori informazioni visita il sito di Saint-Gobain Italia


Il Gruppo Saint-Gobain

Saint-Gobain sviluppa, produce e distribuisce materiali e soluzioni pensati per il benessere di ciascuno e per il futuro di tutti. Questi materiali si trovano ovunque nei nostri spazi di vita e nella quotidianità: negli edifici, nei trasporti, nelle infrastrutture e in molte applicazioni industriali. Essi offrono comfort, alte prestazioni e sicurezza, rispondendo alle sfide dell'edilizia sostenibile, della gestione efficace delle risorse e dei cambiamenti climatici.

Nel mondo: 42.6 Md di euro di fatturato 2019; presente in 68 Paesi; oltre 171.000 dipendenti.

In Italia: 760 Mln di euro di fatturato 2019; 27 siti produttivi; circa 2.200 dipendenti.

saint-gobain_logo-2020_300x300.jpg

SAINT-GOBAIN ITALIA

Saint-Gobain in Italia annovera marchi noti nel settore quali Glass (vetro piano per l’edilizia residenziale, il terziario e l’architettura di interni) Gyproc (sistemi a secco e intonaci a base gesso), Isover (isolanti termo-acustici e impermeabilizzanti), Weber (sistemi a base premiscelati per varie applicazioni – ad esempio soluzioni per la facciata e cappotto –, intonaci e rasanti, pitture, impermeabilizzanti, massetti, colle) ed Ecophon (pannelli fonoassorbenti a soffitto, a parete e isole sospese).

Si propone come polo tecnologico di riferimento, grazie ad un approccio integrato di sistemi e soluzioni multimateriali prodotti per il 90% in Italia, e ad un’attenzione particolare ai temi di efficienza energetica, sicurezza, comfort e design.

La presenza capillare sul territorio nazionale, con unità produttive e centri logistici, non è solo un orientamento di business, ma è in linea con la politica del Gruppo di sostenibilità ambientale per ridurre al minimo i trasporti e limitare le emissioni.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su