Mobilità urbana, Enea: al via il secondo bando UE rivolto alle start up

Fino al 15 novembre le start-up che propongono soluzioni per la mobilità urbana possono candidarsi al secondo bando europeo dell’Accelerator Programme di EIT Urban Mobility, che mette in palio un finanziamento di 15 mila euro.

ENEA è partner del programma che punta a ridurre la congestione delle città e migliorare l’efficienza dei trasporti.

mobilita-elettrica-700.jpg

Mobilità: aperte le candidature dell'Accelerator Programme

Le start-up innovative, impegnate nel settore della mobilità urbana, hanno tempo fino al 15 novembre per partecipare al secondo bando europeo dell’Accelerator Programme di EIT Urban Mobility.

Le start-up selezionate potranno contare su 15mila euro di finanziamento con un programma di sei mesi che prevede:

  • servizi di coaching e mentoring;
  • validazione delle tecnologie;
  • ricerca di mercato;
  • contatti con investitori e accesso all’ecosistema locale.

Previsto inoltre uno stage di sei mesi presso una sede selezionata con accesso diretto ai “living labs” e municipalità per la creazione di nuovi prodotti e servizi.

Cos'è EIT Urban Mobility Accelerator

L'EIT Urban Mobility Accelerator è un programma finanziato dall'UE, di cui ENEA è partner, che si rivolge a start-up innovative che intendono sviluppare soluzioni avanzate per ridurre la congestione delle città e migliorare l’efficienza del sistema di trasporto, puntando alla transizione verso forme di trasporto a basse o zero emissioni.

Suddiviso in cinque hub regionali europei (centro, nord, sud, est e ovest), è implementato attraverso i partner per portare le start-up nella fase iniziale, con un'idea di business legata alla mobilità, al livello successivo.

L’EIT Urban Mobility, dal 2019, è la struttura operativa dell’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT) che si occupa di mobilità. È costituita da 48 partner provenienti da 15 Paesi, con l’obiettivo di realizzare un sistema di mobilità urbana più ecologico, inclusivo, sicuro e smart. Con un cofinanziamento 2020-2026 di 400 milioni di euro, pari al 25% dell’impegno finanziario complessivo, EIT punta a diventare la più grande iniziativa europea per la trasformazione della mobilità urbana per il futuro.

>>> Il progetto Accelerator Programme <<<