Ruolo dell’isolamento termico nella riqualificazione degli edifici: la chiave di volta per la sostenibilità

La climatizzazione per riscaldamento e raffrescamento del parco immobiliare esistente rappresenta una delle voci preponderanti nel complesso dei fabbisogni energetici globali ed è causa di emissioni inquinanti non più sostenibili. Per questo le agende politiche internazionali da tempo si stanno muovendo verso obiettivi di efficientamento energetico che riescano ad invertire il trend negativo originato da una sempre più grave obsolescenza ed inefficienza energetica degli edifici.

Proprio per dimostrare l’importanza e il ruolo fondamentale dell’isolamento termico e la sua necessaria interazione con i più avanzati sistemi impiantistici e di produzione di energia da fonti rinnovabili all’interno di interventi di riqualificazione energetica, Knauf Insulation ha avviato nel 2017 una convenzione di ricerca con il gruppo eERG-PoliMI (end use Efficiency Research Group del Politecnico di Milano) coordinata dal Prof. Lorenzo Pagliano, mirata ad analizzare il contributo degli interventi di isolamento termico nei progetti di riqualificazione profonda e il comportamento degli edifici relativamente alla flessibilità della domanda energetica.

knauf-insulation_isolamento_riqualificazione.jpg

La ricerca del Politecnico di Milano sul contributo dell’isolamento termico alla realizzazione delle smart cities

L’ipotesi di lavoro di tale ricerca assume che l’aumento dell’isolamento termico dell’involucro disperdente degli edifici (pareti e coperture), dilatando considerevolmente il lasso di tempo durante il quale un edificio si mantiene nell’intervallo di comfort, consenta di aumentare la flessibilità degli edifici nella richiesta energetica, così da coordinare la domanda con la disponibilità di offerta di energia delle fonti locali (rinnovabili o recuperi di energia).

La ristrutturazione profonda dell’intero parco immobiliare costituisce un intervento determinante e funzionale, da un lato ad una diffusione significativa dell’approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili, affinché esse possano essere dispiegate con risultati efficaci e ambientalmente e socialmente accettabili, e dall’altro generando di fatto un sostanziale abbattimento dei consumi e delle emissioni in atmosfera, a favore dell’ambiente.

I dati di numerose analisi svolte su edifici reali dimostrano, infatti, che grazie a ristrutturazioni profonde e di qualità è possibile ridurre i consumi energetici dei nostri edifici fino all’80%, prevedendo interventi sinergici di coibentazione dell’intero involucro, accurata correzione dei ponti termici, sostituzione dei serramenti e installazione di sistemi di ventilazione meccanica con recupero di calore.

Il primo step della ricerca del gruppo di ricerca eERG del Politecnico di Milano, appena citata, si è focalizzato sull’analisi dei benefici della riqualificazione energetica in regime invernale, evidenziando dati molto significativi in termini di risparmio energetico e mantenimento duraturo di temperature confortevoli, con temperature esterne rigide. La ricerca sta tuttora proseguendo, concentrando il focus sul comportamento dell’edificio durante i mesi estivi, per determinare gli effetti dell’isolamento sul comfort abitativo nelle stagioni calde.

Il progetto di ricerca europeo SATO: la gestione energetica degli edifici

In parallelo, Knauf Insulation sta partecipando a un nuovo progetto di ricerca europeo, al fianco di partner di ambito sia accademico che commerciale, cha amplia ulteriormente l’ambito di indagine: il progetto, appena avviato, prende il nome di SATO (“Self Assessment Towards Optimization of Building Energy”) e si concluderà nel settembre 2023. 

Le attività del progetto si concentrano sulla ricerca e la sperimentazione su larga scala, di nuove soluzioni tecnologicamente più efficienti, socialmente accettabili e accessibili nonché su sistemi con intelligenza integrata, che consentano la gestione energetica degli edifici in tempo reale, con emissioni prossime allo zero, a consumi energetici praticamente nulli e a energia positiva. 

Le misurazioni dei consumi energetici effettivi effettuate su edifici finiti mostrano un quadro poco promettente: infatti i consumi reali spesso superano le previsioni di progettazione di oltre il 100%. Di conseguenza, la riduzione del divario tra l'uso di energia progettato e misurato è diventato centrale negli sforzi attuali per aumentare l'efficienza energetica del settore buildings. Questo progetto è mirato a realizzare un sistema di valutazione dei consumi energetici che includano tutte le componenti energivore presenti all’interno di un edificio, con la prospettiva di controllare e ottimizzare le prestazioni energetiche dell'intero edificio e delle sue apparecchiature.

Il progetto SATO affronta questa sfida mediante la creazione di una nuova piattaforma di autovalutazione e ottimizzazione energetica, che integri tutte le apparecchiature e i dispositivi che consumano energia nell'edificio; inoltre sarà sviluppata un'interfaccia basata su BIM (Building Information Modelling) per analisi e visualizzazione aggregate e disaggregate delle valutazioni,  oltre a servizi di gestione energetica mirati a ridurre il consumo di energia, aumentare la flessibilità energetica, l'efficienza e la soddisfazione dell'utente.


gbc-logo-2019.jpg

ndr. Contributo pubblicato con la collaborazione del Green Building Council Italia (GBC Italia)

KNAUF INSULATION è socia membra di GBC Italia

 


Il ruolo della riqualificazione energetica per un’edilizia sostenibile

È ormai evidente come la riqualificazione energetica degli edifici esistenti costituisca un’azione fondamentale per l’abbattimento dei consumi e l’isolamento termico dell’involucro con materiali performanti e sostenibili è uno strumento imprescindibile e determinante per ottenere risultati efficaci. 

Per sostenere questo percorso, anche a fronte della sfavorevole congiuntura storica che stiamo attraversando a causa della pandemia, il Governo italiano ha varato importanti misure di incentivazione fiscale note come Superbonus 110%, tese a sostenere, appunto, interventi di riqualificazione necessariamente profonda, di cui l’isolamento costituisce uno degli interventi trainanti.

CONTINUA LA LETTURA NEL PDF ALLEGATO


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su