Addio a Giovanni Solari, l'Ingegnere del vento

20/11/2020 3176

Venerdì 20 novembre tutta la comunità scientifica piange la scomparsa del prof.Giovanni Solari, uno dei suoi più autorevoli esponenti e rappresentanti, i cui studi di ricerca nel campo dell’ingegneria del vento gli hanno procurato prestigio e fama a livello internazionale.

 

giovanni-solari-700.jpg

 

Chi era Giovanni Solari

Nato a Genova il 9 gennaio 1953, e laureato in ingegneria civile nella facoltà dell’ateneo ligure, di cui è stato Professore dal 1988, è stato tra i primi a livello europeo, e già dai tempi del sua tesi di laurea, ad aprire il filone di ricerca scientifica sulle azioni ed effetti del vento sulle costruzioni.

Le sue carriere di ricercatore universitario ed accademica iniziano da giovanissimo quando, negli anni ’70, durante gli studi per il conseguimento della laurea in ingegneria civile, abbandona la tesi a cui stava lavorando per realizzarne un'altra su richiesta dell’Italimpianti, in cerca di una consulenza italiana per risolvere i problemi di vibrazioni di una ciminiera in Brasile.

Da qui ha inizio l’eccezionale carriera che lo ha fatto conoscere in tutto il mondo, guadagnandogli premi e riconoscimenti; la rilevanza della sua opera è testimoniata anche dalla creazione di un gruppo di ricercatori, formatisi sotto la sua guida, capace di imporsi e farsi apprezzare in collaborazioni ai più alti livelli, in tutto il mondo.

 

I progetti, i riconoscimenti e gli incarichi più importanti

Tra gli innumerevoli progetti che lo hanno visto protagonista, merita una menzione speciale quello denominato Thunderr (Detection simulation modelling and loading of thunderstorm outflows to design wind-safer and cost-efficient structures) ), iniziato nel 2017 e premiato con fondi europei e con l’Advanced Grant conferito dall’European Research Council. Nel caso di Thunderr, tale riconoscimento ha rivestito una doppia importanza in quanto, oltre ad essere di per sé il più prestigioso nell’ambito della ricerca, si tratta della prima volta in cui tale premio viene assegnato ad un progetto di ingegneria civile.

La singolarità del progetto, di cui il prof.Solari era il responsabile scientifico, coadiuvato da un gruppo di 20 ricercatori, partiva già da una rete di monitoraggio unica al mondo, distribuita tra i porti dell’Alto Tirreno, ulteriormente potenziata con strumentazioni radar di ultimissima generazione.

È su questa mole di dati che con Thunderr è in fase di sviluppo il primo simulatore di temporali al mondo, che unirà il modello classico del vento ciclonico a quello del vento temporalesco, inserendoli in un formato di calcolo rivoluzionario, estendibile a qualunque tipo di vento e in ogni parte del mondo.

A Solari si devono anche importanti contributi allo studio di infrastrutture ed edifici di importanza mondiale: la torre di Pisa, la passerella pedonale Serra a Milano, il Ponte di Messina, le torri del Ministero delle Comunicazioni italiane e le torri della Fininvest.

A Genova, la città natale a cui ha legato anche la sua professione ed impegno civile, ha offerto poi la sua opera nel seguire alcune delle più importanti costruzioni cittadine, tra cui Corte Lambruschini, il WTC, le gru di Calata Sanità ed il Bigo.

È quasi impossibile menzionare tutti i prestigiosi riconoscimenti ed incarichi che hanno segnato la sua carriera in ambito accademico: basti citare, fra gli altri, le medaglie Cermak, Davenport, Scanlan e Flachsbart; oltre ad aver ricoperto la cattedra di Professore ordinario di tecnica delle costruzioni all’Università di Genova, è stato docente universitario anche in Cina, Uruguay, Canada, Gran Bretagna e Romania.

È stato inoltre Presidente dell’Associazione internazionale dell’ingegneria del vento oltreché direttore della galleria del vento dell’Università di Genova (una delle prime in Italia) e, sempre a lui, si deve la fondazione del primo corso di laurea in ingegneria del vento presso la facoltà ligure.

Davvero enorme, poi, è stata la sua produzione scientifica che comprende oltre 400 articoli e 5 libri, fra cui il trattato di Springer Wind Science and engineering.

Ha infine speso la sua indiscussa competenza anche nella stesura delle Norme Tecniche per le Costruzioni, nonché all’interno di numerosi gruppi di lavoro del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

La luminosa carriera professionale del prof.Solari è coronata alla fine dall’ammirevole dedizione con cui ha profuso le sue ancora preziose energie nel ruolo di Presidente dell’Istituto Italiano della Saldatura, altro centro di competenza ed eccellenza del capoluogo ligure.

Tutto ciò testimonia il grande attaccamento del Professore alla città di Genova, anche nell’ultimo periodo della vita segnato dalla malattia che lo ha prematuramente strappato all’affetto riconoscente della città, della comunità scientifica e delle istituzioni in cui ha profuso intelligenza e competenza.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su