Edilizia residenziale e abitativa: l'analisi ANCE sul programma nazionale del MIT

Il Programma – conosciuto anche come “Piano rinascita urbana” – si inserisce fra i piani/programmi statali di spesa finalizzati alla riqualificazione dei contesti urbani degradati e al recupero delle periferie

edilizia-residenziale-pubblica-reggio-emilia.jpg

Segnaliamo l'interessante analisi dell'ANCE sul decreto del MIT n.395 del 16 settembre 2020, pubblicato nella G.U. n.285 del 26 novembre 2020 che costituisce il primo provvedimento attuativo del Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare previsto dalla Legge di bilancio 2020 (legge 160/2019, art. 1, commi 437-443) che ha stanziato 853,81 milioni complessivi per gli anni dal 2020 e al 2033 a favore di Comuni, Città Metropolitane e Regioni.

Il Programma – conosciuto anche come “Piano rinascita urbana” – si inserisce fra i piani/programmi statali di spesa finalizzati alla riqualificazione dei contesti urbani degradati e al recupero delle periferie, che si sono susseguiti negli ultimi anni (Piano nazionale per le città 2012, Piano periferie 2014, Programma straordinario periferie 2015) e che hanno avuto sino ad ora scarsi risultati a causa dell’esiguità delle risorse assegnate, dell’incapacità di attivare risorse private, di procedure amministrative complesse e soprattutto temporalmente lunghe.

Questa volta l’interesse dello Stato è focalizzato su:

  • riduzione del disagio abitativo e insediativo con particolare riferimento alle periferie attraverso la riqualificazione e l’incremento del patrimonio di edilizia residenziale sociale;
  • miglioramento della qualità dell’abitare attraverso la promozione di processi di rigenerazione di ambiti urbani, “in un’ottica di sostenibilità e densificazione, senza consumo di nuovo suolo”.

L'ANCE evidenzia che il provvedimento interviene con molto ritardo (il termine per l’adozione per era fissato al 29 febbraio 2020) a definire termini, contenuti e modalità di presentazione delle proposte di intervento da parte degli enti pubblici, entità del contributo statale e modalità di erogazione, criteri di valutazione delle proposte da parte dell’Alta Commissione (istituita presso il MIT con DM 474 del 27 ottobre 2020), nonché tempi delle diverse fasi in cui è articolata la procedura che porta all’approvazione del Programma qualità dell’abitare.

L'ANALISI COMPLETA DELL'ANCE E' SCARICABILE IN FORMATO PDF


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su