Progettazione delle scaffalature portapallet: pubblicata la revisione della Norma EN 15512

Il 26 novembre 2020 il CEN ha pubblicato ufficialmente la revisione della norma EN 15512 “Steel static storage systems - Adjustable pallet racking systems - Principles for structural design”, la cui precedente edizione risaliva al 2009.

dalmine-logistic-solutions_scaffalatura_portapallet.jpg
Fonte immagine: https://www.dalminels.com/

 

Dopo 11 anni si rinnova la norma EN 15512 sulla progettazione delle scaffalature portapallet

La norma specifica i requisiti di progettazione strutturale applicabili ai sistemi di scaffalature tipo portapallet fabbricati con elementi in acciaio, destinati allo stoccaggio di merci e soggetti a carichi prevalentemente statici.

La EN15512 è il riferimento normativo fondamentale per la progettazione della maggior parte delle tipologie di scaffalature industriali presenti sul mercato.

Rispetto alla precedente, la struttura dell’attuale edizione della norma è più aderente a quella dell’Eurocodice 3 parte 1-3, e contiene riferimenti aggiornati alla versione di prossima pubblicazione.

Cosa cambia con la nuova norma

Queste le principali novità tecniche contenute nella EN 15512:2020.

- Il coefficiente parziale di sicurezza del materiale γM1 è pari a 1,1; nella precedente edizione era pari a 1,0.

- L’analisi strutturale e alcune verifiche dovranno essere eseguite considerando le proprietà di sezioni equivalenti dei montanti con perforazioni continue.

- Il metodo di calcolo dell’imperfezione iniziale è stato allineato con quello dell’Eurocodice 3.

- L’interazione con la pavimentazione deve essere considerata quando la sua deformabilità supera un determinato limite.

- E’ stata rimossa la possibilità di ridistribuire nella campata della trave il momento del connettore eccedente il valore del momento resistente, a meno che non si svolga un calcolo elastoplastico che consideri la perdita di rigidezza della struttura.

- La “lassità” o “looseness” del connettore corrente-montante deve essere considerata anche nel calcolo del corrente.

- E’ stata definita e introdotta nel calcolo dell’imperfezione inziale la “lassità” o “looseness” della spalla con diagonali imbullonate

- Sono state introdotte nuove formule di interazione tra azione assiale e momento flettente; questa nuova formulazione consente di eseguire verifiche dei montanti a livello sezionale.

- L’eccentricità delle connessioni dovrà essere considerata nel calcolo quando l’effetto dei momenti indotti nel montate è superiore al 5% della sua resistenza, anche quando queste rispettano le limitazioni geometriche già presenti nella precedente edizione della norma; questa prescrizione in genere non influenza il calcolo statico degli scaffali, mentre lo influenza in presenza di azioni orizzontali del vento e del sisma.

- Da ultimo, recependo un documento di studio della FEM R&S sono stati introdotte nuove possibilità per l’esecuzione di alcune prove sperimentali su componenti e sono stati raffinati alcuni metodi di rielaborazione dei risultati.

La revisione della EN 15512 è stata condotta dal Working Group WG1 del TC/344 del CEN coordinato dal presidente ing. Gregorio Fernandez Rougeot e dal segretario ing. David Montes, entrambi spagnoli esperti di AENOR. La segreteria del CEN TC/344 fa capo all’UNI.

Oltre all’Eurocodice 3, la revisione attinge a uno studio sull’affidabilità del metodo di progettazione contenuto nella EN15512, sviluppato da un sub-WG e pubblicato fa FEM R&S come Technical Report TR01.