Decreto Ristori "omnibus": tutte le misure per equo compenso, professionisti, lavoro, fisco, mobilità

Nella conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 137/2020, che va a inglobare anche tutti gli altri Decreti Ristori, ci sono svariate misure che interessano i professionisti

smart-working-professione-divano-casa-700-700.jpg

AGGIORNAMENTO 18 DICEMBRE 2020: La Camera, con 303 voti favorevoli e 215 contrari, ha votato nel pomeriggio di venerdì 18 dicembre la questione di fiducia posta dal Governo sull'approvazione, senza emendamenti, subemendamenti ed articoli aggiuntivi, dell'articolo unico del disegno di legge "S.1994 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, recante ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19, già approvato dal Senato".


Rush finale per la conversione in legge del Decreto Ristori, diventato - nel corso dell'esame al Senato - una sorta di Decreto Ristori Omnibus visto che va a inglobare anche gli altri DL Ristori (bis, ter e quater) emanati dal Governo.

All'interno dell'AC 2828 (S.1994), approvato dal Senato il 16 dicembre 2020 e alla Camera per l'approvazione finale - che avverrà senza ulteriori modifiche - troviamo svariate misure di interesse per professionisti, lavoro, PMI, fisco, edilizia. Vediamole, ricordando che entreranno in vigore solamente dopo la pubblicazione in Gazzetta della legge di conversione.

Incarichi di collaborazione presso il MIBACT

L’articolo 6-bis, comma 8, introdotto dal Senato, modifica il termine a partire dal quale possono essere autorizzati incarichi di collaborazione presso il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (MIBACT), attualmente connesso alla data di pubblicazione dei bandi di concorso, tuttavia sospesi a causa dell'emergenza epidemiologica.

In virtù delle modifiche proposte dalle Commissioni riunite con l'approvazione del subemendamento 1.100/3000/95 all'emendamento 1.1000/3000, il MIBACT può conferire detti incarichi nelle more della pubblicazione (e non più a decorrere dalla pubblicazione) dei bandi delle procedure concorsuali per l’assunzione di funzionari di Area III – posizione economica F1, dei profili tecnici già autorizzati dall’art. 1, co. 338, della L. 145/2018.

Ciò consente dunque l'attivazione immediata di tali incarichi, tanto più che in virtù del DPCM 3 dicembre 2020, in vigore dal 4 novembre 2020 al 15 gennaio 2021, è sospeso lo svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche (art. 1, co. 10, lett. z), già sospese dal D.P.C.M. 3 novembre 2020.

Tali incarichi hanno una durata massima di quindici mesi e sono conferiti non oltre il 31 dicembre 2021.

Credito d’imposta locazioni

L’articolo 8 estende, per alcuni specifici settori, il credito d’imposta previsto per i canoni di locazione e di affitto d’azienda (articolo 28 del decreto-legge n. 34 del 2020) anche per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020.

L’agevolazione si applica indipendentemente dal volume di ricavi e compensi registrato nel periodo d'imposta precedente.

Proroga versamento ISA

L’articolo 9-quinquies, introdotto al Senato, estende a tutti i soggetti ISA operanti in determinati settori economici, con domicilio fiscale o sede operativa in zona rossa, nonché esercenti l’attività di gestione di ristoranti in zona arancione, la proroga al 30 aprile 2021 del termine di versamento della seconda o unica rata dell’acconto delle imposte sui redditi e dell’Irap dovuto per il periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019, a prescindere dall’eventuale diminuzione del fatturato o dei corrispettivi.

Detassazione di contributi, di indennità e di ogni altra misura a favore di imprese e lavoratori autonomi relativi all'emergenza COVID-19

L’articolo 10-bis stabilisce che i contributi e le indennità di qualsiasi natura erogati a seguito dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 ai soggetti esercenti impresa, arte o professione, nonché ai lavoratori autonomi, non concorrono alla formazione del reddito imponibile e del valore della produzione, e non rilevano ai fini della deducibilità di interessi passivi e altre componenti negative di reddito.

Sospensione dei versamenti tributari

L’articolo 13-ter dispone la sospensione dei termini dei versamenti che scadono nel mese di novembre 2020 relativi alle ritenute alla fonte sui redditi da lavoro dipendente e assimilato, alle trattenute relative all'addizionale regionale e comunale e all'IVA a beneficio dei soggetti che esercitano una serie di attività economiche danneggiate dalle misure previste dal D.P.C.M. del 3 novembre 2020 e dal presente decreto-legge.

Proroga accesso Fondo Gasparrini

L’articolo 13-octies, introdotto al Senato, proroga di 24 mesi (9 aprile 2022) il termine per avvalersi dei benefici previsti del Fondo di solidarietà per i mutui per l'acquisto della prima casa, anche se in ammortamento da meno di un anno.

La norma proroga altresì al 31 dicembre 2021 il termine entro cui la banca è tenuta alla sospensione dalla prima rata in scadenza successiva alla data di presentazione della domanda di sospensione del pagamento.

Bonus baby-sitting per lavoratori autonomi nelle regioni caratterizzate da un livello di rischio epidemiologico alto

L’articolo 13-terdecies – introdotto al Senato - riproduce l’art. 14 del DL 149/2020 (cosiddetto decreto Ristori-bis) che, limitatamente ad alcune zone caratterizzate da un livello di rischio epidemiologico alto, riconosce il diritto a fruire della corresponsione di uno o più bonus per l'acquisto di servizi di baby-sitting o di servizi integrativi per l’infanzia.

La misura è disposta in favore dei lavoratori iscritti alla Gestione separata o alle gestioni speciali dell’INPS genitori di alunni di scuole secondarie di primo grado nelle quali sia stata disposta la sospensione dell’attività didattica in presenza, nonché dei genitori di figli con disabilità iscritti a scuole di ogni ordine e grado per le quali sia stata disposta la medesima sospensione o ospitati in centri assistenziali diurni per i quali sia stata disposta la chiusura.

Tale diritto è riconosciuto nei soli casi in cui la prestazione lavorativa non possa essere svolta in modalità agile e nel limite massimo complessivo di 1000 euro, da utilizzare per prestazioni effettuate nel periodo di sospensione dell’attività didattica in presenza.

Sgravio contributivo per contratti di apprendistato di primo livello

I commi 12 e 13 dell’articolo 15-bis – introdotti al Senato – prorogano per il 2021 lo sgravio contributivo totale per i contratti di apprendistato di primo livello, stipulati nel medesimo anno, riconosciuto in favore dei datori di lavoro che occupano alle proprie dipendenze un numero di addetti pari o inferiore a nove.

Disposizioni urgenti in materia di equo compenso per le prestazioni professionali

L’articolo 17-ter - introdotto dal Senato - e già approfondito su Ingenio, prevede l'applicazione della disciplina in materia di equo compenso, recata dalla legge professionale forense, nei confronti dei professionisti incaricati di prestazioni finalizzate all'accesso ai benefici fiscali (e alla connessa possibilità di opzione per lo sconto o cessione degli stessi) per la riqualificazione energetica degli edifici (ecobonus).

In particolare l'articolo in esame obbliga i soggetti destinatari della cessione dell'agevolazione fiscale, ivi compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari, ad applicare la normativa sull'equo compenso per le prestazioni rese dai professionisti nei rapporti con i clienti diversi dai consumatori. Sono inoltre dettate specifiche disposizioni concernenti la vigilanza sul rispetto delle disposizioni in esame.

Lavoro agile e congedo straordinario per i genitori durante il periodo di quarantena obbligatoria del figlio convivente o durante il periodo di sospensione dell'attività didattica in presenza ed Autorizzazione di spesa per sostituzioni del personale delle istituzioni scolastiche

Il comma 1 dell'articolo 22, in primo luogo, modifica la disciplina che riconosce, a determinate condizioni e in via transitoria, il diritto per i genitori lavoratori dipendenti, pubblici e privati, allo svolgimento della prestazione di lavoro in modalità agile o ad un congedo straordinario per il periodo corrispondente ad alcune fattispecie relative al figlio convivente.

Le novelle estendono l'ambito di applicazione di tali norme, facendo riferimento ai casi in cui le suddette ipotesi riguardino un figlio minore di anni sedici (anziché minore di anni quattordici, come previsto in precedenza) e introducendo nell'ambito delle possibili fattispecie, finora costituite da alcuni casi di quarantena precauzionale, l'ipotesi che il figlio sia interessato da un provvedimento di sospensione dell'attività didattica in presenza. Per i figli di età compresa tra i quattordici e i sedici anni, sono escluse l'indennità e la contribuzione figurativa per l'ipotesi di congedo.

Disposizioni in materia di trasporto pubblico locale

L’articolo 22-ter amplia, fino al 31 gennaio 2021, il periodo di riferimento in relazione al quale le imprese possono usufruire del Fondo per le aziende di trasporto pubblico locale per i minori ricavi tariffari realizzati nel periodo di emergenza Covid-19.

La dotazione del Fondo, modificata al Senato, viene inoltre rifinanziata per l’anno 2021 per 390 milioni di euro, dei quali una quota fino a 190 milioni per il finanziamento di servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale, anche destinato a studenti.

Elezioni degli organi territoriali e nazionali degli ordini professionali

La disposizione interviene poi in materia di elezione degli organi territoriali e nazionali degli ordini professionali consentendone lo svolgimento con modalità telematiche.

IL TESTO DEL DDL DI CONVERSIONE DEL DL RISTORI APPROVATO DAL SENATO (MA NON ANCORA IN VIGORE) E' SCARICABILE IN FORMATO PDF