Il controllo degli isolatori sismici: il vademecum per il Direttore dei Lavori

Uno studio dell’Unione Europea di qualche hanno fa ha analizzato le cause che comportano difformità nelle costruzioni mostrando che alla fase di mancato controllo durante l’esecuzione è attribuibile circa la metà delle problematiche riscontrate in termini di vizi e difetti.

Questi aspetti coinvolgono la responsabilità del direttore dei lavori e del progettista dell’opera e in sub ordine quella dell’impresa appaltatrice. Appare quindi fondamentale che sia noto e chiaro il processo di accettazione a di tutti i soggetti coinvolti, evitando e prevenendo eventuali non conformità. Al fine di rendere chiaro il procedimento è riportato anche un esempio di un intervento di recente realizzazione.

Nell’articolo sono analizzate e sintetizzate le procedure di accettazione per i dispositivi di isolamento alla base, secondo una sequenza organizzata di fasi attuata dalla direzione dei lavori delle strutture, individuando le responsabilità dei soggetti coinvolti. All'interno anche un esempio di controllo di accettazione 

controllo-posa-dispositivi-sismici.JPG

 

La sequenza dei controlli e le responsabilità dei singoli soggetti

La procedura di autorizzazione alla posa comporta una sequenza organizzata di controlli che individua la responsabilità dei soggetti coinvolti nell’esecuzione. 

In Figura 1 è indicato il diagramma (commentato) che sintetizza il processo che conduce all’autorizzazione alla posa.

 il processo che conduce all’autorizzazione alla posa degli isolatori sismici

Figura 1 – diagramma per l’autorizzazione alla posa e collaudo dei dispositivi

 

Controllo delle specifiche progettuali

La prima fase è quella relativa al controllo delle prescrizioni progettuali, che devono essere complete e reperibili dal progetto esecutivo; questi aspetti sono disciplinati in linea generale dal DM 17.01.2018 al §10.1.

Appare evidente che se le specifiche progettuali sono incomplete non è possibile dar seguito alla fornitura; in questa fase il responsabile è il progettista dell’opera, al direttore dei lavori compete la richiesta di conformazione se ravvisa dati incompleti, ha quindi una responsabilità subordinata se non esegue il controllo di completezza della relazione sui materiali.

Identificazione del fabbricante

Il prodotto è soggetto a marcatura CE (DPR 246/93) e pertanto il fabbricante deve essere in possesso del CPR (Certificate of Constancy of Performance) che attesti la possibilità di produrre in accordo con le direttive europee - Procedure secondo §11.1 – lettera A) DM 17.01.2018. Il CPR può essere rilasciato solo da organismi terzi (ENTE CERTIFICATORE) riconosciuti dallo stato italiano in ambito del Regolamento Comunitario.

L’identificazione deve avere evidenza oggettiva e quindi il direttore dei lavori delle strutture deve emettere un rapporto scritto di riscontro sul rispetto delle indicazioni normative:

- Validità dei CPR per le prescrizioni d’uso

- Autorizzazione rilasciata all’Ente Certificatore che ha emesso il CPR

L’approvazione consente esclusivamente di ammettere il prodotto alla fase di accettazione.

Identificazione e Qualificazione del prodotto

Il fabbricante deve fornire la documentazione che attesti la corrispondenza del prodotto alle specifiche progettuali, nel rispetto delle prescrizioni normative, che sono:

- Prove di Controllo di Produzione in Fabbrica effettuate nell’ambito del mantenimento della qualificazione dei dispositivi stessi ai sensi della norma europea sottesa alle UNI EN di settore

- Disegni costruttivi dei dispositivi e relativa relazione di calcolo di dettaglio

- Manuale di installazione appoggi e isolatori

- Manuale di uso e manutenzione appoggi e isolatori

L’identificazione deve avere evidenza oggettiva e quindi il direttore dei lavori delle strutture deve emettere un rapporto scritto di riscontro sul rispetto delle indicazioni progettuali e normative.

Controllo di accettazione

I controlli di accettazione in cantiere sono obbligatori per tutte le tipologie di dispositivi e sono demandati al Direttore dei Lavori il quale, prima della messa in opera, è tenuto ad accertare e a verificare la prescritta documentazione di qualificazione, e a rifiutare le eventuali forniture non conformi.

Il Direttore dei Lavori dovrà inoltre effettuare la verifica geometrica e delle tolleranze dimensionali, nonché le prove di accettazione.

Le prove di accettazione devono essere eseguite e certificate da un laboratorio di cui all’articolo 59 del DPR 380/2001, dotato di adeguata competenza, attrezzatura ed organizzazione.

Per gli isolatori elastomerici le prove di accettazione devono essere effettuate su almeno il 20% dei dispositivi, e comunque non meno di 4 e non più del numero di dispositivi da mettere in opera.

Il risultato delle prove deve avere evidenza oggettiva con una relazione fornita dal fabbricante.

Il riscontro delle prove deve avere evidenza oggettiva e quindi il direttore dei lavori delle strutture deve emettere un rapporto scritto di controllo sul rispetto delle indicazioni progettuali e normative.

Autorizzazione alla posa

Il direttore dei lavori, riscontrata la conformità dei dispositivi sulla base delle precedenti fasi (identificazione fabbricante, qualificazione del prodotto, controllo di accettazione), procede all’autorizzazione alla posa riscontrando il prodotto in cantiere.

Il riscontro per l’autorizzazione alla posa deve avere evidenza oggettiva e quindi il direttore dei lavori delle strutture deve emettere un rapporto scritto di autorizzazione.

Controllo della corretta posa

l controllo consiste nella verifica del rispetto delle prescrizioni contenute nel manuale di installazione del fabbricante, attraverso l’ispezione visiva dei dispositivi in fase di messa in opera.

 

Esempi di accettazione di isolatori elastomerici

L’esempio proposto riguarda un intervento di edilizia in social house, in cui sono stati collocati 103 isolatori elastomerici e 208 dispositivi di appoggio scorrevole.

Nel seguito sono riepilogate tutte le fasi precedentemente descritte con i riscontri effettuati in sede di direzione lavori.

...continua la lettura dell'articolo nel PDF